Tramite il proprio sito ufficiale, Vince Russo ha commentato l'attuale situazione fra Spike TV e la TNA ed tutti i rumors che lo vedono coinvolto in questa vicenda. Russo ha affermato che ad Ottobre ha ricevuto una proposta da John Gaburick per diventare il consulente creativo della TNA. Russo ha accettato e su ordine della Carter e Gaburick, tale collaborazione sarebbe dovuta rimanere segrata. Sfortunatamente, 9 mesi dopo Russo ha inviato per sbaglio una e-mail, diretta al creative team tna, ad una terza parte che ha rivelato il coinvolgimento TNA-Russo. Gaburick ha poi confermato la collaborazione fra Russo e la TNA alla terza parte, venendo meno ai patti siglati precedentemente.

Pubblicità

Successivamente  Russo commentato tutti i rumors che lo vedono come la causa del non rinnovo del contratto TV della TNA con Spike TV. Russo ha affermato che Gaburick gli ha detto di aver informato i dirigenti di Spike TV della sua collaborazione con la federazione della Carter durante una sessione di tapings ad Febbraio. Spike TV era d'accordo e quindi i rumors, che riportavano che Spike TV era scontenta della collaborazione Russo-TNA, sono falsi, poichè i dirigenti del Network lo sapevano da 6 mesi.

Russo infine ha affermato che ora si dedicherà a diversi progretti per il suo sito internet, tra cui una trilogia dedicata alla sue esperienze in WWE,TNA e WCW. QUI potete trovare il comunicato completo pubblicato da Russo sul suo sito internet.

Fonte:LOP.net & Zona Wrestling.Net

Mauro Chosen One
Nato in un paesino sperduto fra la nebbia della bassa Bergamasca, scrive per Zona Wrestling da 4 anni. Reporter di Impact, co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno", editorialista a tempo perso. Tifoso sfegatato della Juventus e del Liverpool. Ha visto i suoi Dallas Mavs vincere le Finals. Si ritiene un gran fan di Edge,Scott Steiner, Drew Galloway Gail Kim, Emma, Bobby Roode, AJ Styles, Eli Drake, ECIII, Revival e tanti altri wrestler che non son tifati manco dai loro genitori. Sogna di diventare il nuovo Ron Burgundy.