UFC Fight Night 60

Pubblicità

1stBank Center di Broomfield, Colorado

 

Si torna su Fox per quest evento UFC che non vanta una card di primissimo piano, ma che potrebbe regalare un inaspettato spettacolo. Diversi match nella main card, spicca il main event con il confronto tra l'ex campione pesi leggeri, Benson Henderson ed un giovane in grande spolvero e crescita come Brandon Thatch, vediamo come è andata in questa review:

Pesi mosca, Ray “The Taz Mexican” Borg vs. Chris “The Greek Assassin” Kelades
Partenza con clinch, ma Borg trova subito un bel takedown e mantiene la posizione di monta per lungo tempo, salvo poi cederla al greco che cerca di avvantaggiarsi, senza fortuna, perchè Borg trova il modo di tornare in piedi e riportare a terra Kelades. Quando i due provano a tornare in piedi, Borg frustra ancora Kelades con un altro bel takedown. Primo round tutto a favore di Borg, che a fine round trova anche una triangle choke, ma il tempo scade ed è una fortuna per Kelades.
Si riparte e Borg ancora trova un nuovo takedown, Kelades in grande sofferenza, Borg pur senza strafare, sta vincendo alla grande la contesa. Quattro minuti di grande lavoro per Borg che domina Kelades per tutto il round ed è in grande vantaggio ai punti. Il greco non ha modo di uscire dall'ottimo lavoro a terra dell'avversario e pare molto stanco.
Terzo round, ma ancora Borg in posizione di monta, Kelades sempre sotto e non trova la chiave per uscire da questa morsa infinita del suo avversario. Dopo tre minuti, Borg trova una splendida e lunga kimura che costringe Kelades al tap out. Domina e trova un'altra gran vittoria per sottomissione il giovane Borg.

Winner by submission: Ray “The Mexican Taz” Borg

Pesi leggeri, Michel Prazeres vs. Kevin “The Motown Phenom” Lee
Contesa molto fisica, inizio con clinch e poi i due decidono di affrontarsi in piedi, meglio il brasiliano che colpisce duro Lee e lo mette in sofferenza, ma il match stenta a decollare e Lee nonostante un allungo migliore, non sembra in grandi condizioni per poter affondare colpi decisivi su Prazeres.
Si va con la seconda ripresa, ancora i due in piedi, ma non decolla l'incontro, lunghe prese, clinch, poco lavoro per entrambi, ma Lee si trova avanti nei colpi totali nonostante la sensazione che Prazeres ha fatto meglio nel complesso rispetto al giovane talento UFC. Finalmente Lee connette un bel takedown e passa l'ultimo minuto del round in posizione di monta, senza impenserire più di tanto il brasiliano che si chiude molto bene ed evita le gomitate ed i pugni di Lee.
Terzo round, bel gancio sinistro di Lee, ma Prazeres risponde subito ed il naso di Lee prende a sanguinare. Sembra ringalluzzito Lee che ora entra con i suoi pugni nella guardia del suo avversario con continuità. Lee prosegue nella sua offensiva sul brasiliano, trova un altro bel takedown, sembra stanco Prazeres e Lee invece è pronto a sferrare l'attacco decisivo e pare in vantaggio nel complesso. Ottimo lavoro a terra di Lee, il brasiliano è esausto, non tiene più la guardia, subisce continuamente la raffica dic colpi dell'americano, il quale cerca la sottomissione con una ghigliottina, ma il brasiliano resiste e la porta ai punti. Ma il computo dei round dice Lee in vantaggio 2-1. Vediamo cosa decidono i giudici…vittoria per Lee, decisione unanime, corretta visione anche da parte dei giudici del match.

Winner by unanimous decision: Kevin “The Motown Phenom” Lee

Catchweight, Daniel Kelly vs. Patrick Walsh
Primo round esclusivamente in piedi, i due si scambiano pugni ma senza grande convinzione e forza, leggermente meglio Walsh, ma la contesa è molto equilibrata e nessuno dei due prende il sopravvento. Per ora incontro bruttino, i due non sembrano “materiale” serio per UFC.
Ottimo secondo round per Walsh che entra costantamente nella guardia dell'australiano, il quale ha anche una ferita aperta sulla fronte. Kelly sembra provato e scosso, mentre Walsh continua con il suo solito incedere, senza grandi strappi, ma con buona continuità.
I due tirano i remi in barca nell'ultimo round, il pubblico rumoreggia, ma il match ora è veramente stucchevole, Walsh continua ad eludere le offensive di Kelly, mentre quest'ultimo appare sulle gambe ed incapace di portare avanti offensive serie e pericolose.
Sorprendentemente i giudici danno la vittoria a Daniel Kelly per decisione unanime, il quale mantiene l'imbattibilità, ma non convince e soprattutto trovo dubbi su questa affermazione perchè Walsh a mio parere ha fatto qualcosa di più. Comunque match piuttosto negativo da parte di entrambi.

Winner by unanimous decision: Daniel Kelly

Pesi welter, Kiichi Kunimoto vs. Neil Magny
Scaramucce iniziali tra i due, poi clinch e non appena i due si liberano dall'abbraccio, Magny trova una bella combinazione di pugni che mette in difficoltà Kunimoto che blocca l'offensiva con un altro abbraccio. Il clinch è lungo, ma i due si liberano ed è ancora Magny a fare lo voce grossa con buone raffiche ed un tentativo di takedown.
Seconda ripresa, ancora Magny in avanti per un paio di minuti, pugni e clinch, ma Kunimoto trova un bel takedown e la sfida si fa a terra dove il giapponese pare avvantaggiato.
Magny sale di livello però perchè riesce a uscire dalla morsa del giapponese ed inizia un incessante lavoro con i pugni che mettono in seria difficoltà Kunimoto che è sopravvive solo grazie alla sirena. Magny in netto vantaggio a livello generale, il giapponese deve sperare di metterlo knockout o di sottometterlo per vincere, ma al momento l'impresa sembra veramente troppo oltre la sua portata.
Nuovo inizio super di Magny che mette a segno un takedown, è in posizione di monta sulla schiena di Kunimoto, pugni, gomitate ed alla fine entra alla grande nella guardia del giapponese, stringe una bella rear naked choke e Kunimoto è costretto al tap out. Vittoria meritata e spumeggiante per Magny.

Winner by submission: Neil Magny

Co-Main Event, Pesi piuma, Max “Blast” Holloway (#13) vs. Cole Miller
Poco da segnalare nel primo round, tanto movimento, ma i due alzano il livello solo alla fine quando Holloway trova un bel takedown, ma rischia la sottomissione di Miller che mostra un'elasticità ed una capacità di ribaltare la situazione veramente notevoli. Holloway connette anche un bel boky kick, molto tosto, rumore pesante delle costole di Miller. Per ora match equilibrato, leggermente in vantaggio Holloway, ma è ancora tutto da decidere.
Secondo round, ancora poco da raccontare, ottimo footwork da parte di entrambi, ma gli attacchi sono al minimo sindacale. A metà round, una testata involontaria di Holloway, provoca una ferita sul sopracciglio di Miller che sanguina parecchio e pare molto sofferente, ma riprende la battaglia seppur sia piuttosto contrariato. Bel back fist di Holloway, comunuque il match non decolla ed è piuttosto bruttino. Si va al terzo round di uno spettacolo onestamente insufficiente.
Holloway molto più attivo nel terzo mentre Miller pare stanco e piuttosto scosso. Holloway trova un bel pugno sul corpo di Miller ed un altro back fist, Miller prova a portare la contesa a terra, ma Holloway non cade nel tranello. Finale arrembante di Holloway, mentre Miller continua a sanguinare copiosamente dal sopracciglio sinistro. Terzo round piacevole, ma i primi due round sono stati onestamente poco interessanti.
I giudici danno la vittoria correttamente a Holloway per decisione unanime.

Winner by unanimous decision: Max “Blast” Holloway

 

Main Event, pesi wleter, “Smooth” Benson Henderson (#5) vs. Brandon “Broadcast” Thatch
Debutto nei pesi welter per Benson Henderson, ex campione pesi leggeri UFC e WEC, mentre Thatch è un avversario molto pericoloso, in grande ascesa ed in più è l'idolo di casa proveniendo da Denver, Colorado.
Bel primo round, i due sin da subito non si risparmiano, Thatch è molto aggressivo mentre Henderson fa leva su suo footwork, tanti colpi al corpo, mentre Thatch quando alza il livello e attacca forte, sembra sempre mettere in difficoltà l'ex campione pesi leggeri. Contesa in equilibrio, ma che potrebbe regalare ottime cose.
Grande secondo round di Thatch, gancio sinistro, jab, calci alti e bassi più due takedown che mettono spalle a terra Henderson. Quest'ultimo combina poco, continua a lavorare al corpo con i pugni, ma elude continuamente Thatch, si muove, ma senza costrutto. Vantaggio netto di Thatch in questo momento.
Inizio di terzo round come il secondo per Thatch, aggressivo, forte, potente, ma Henderson trova un clinch seguito da un bel takedown, oltre due minuti di passione per Thatch, seppur a terra si difenda bene e Henderson combini poco. Thatch ha un occhio gonfio, si torna in piedi per la fine del round. Situazione di grande equilibrio, difficile dire chi possa prendere il sopravvento, il match comunque è gradevole, veloce e interessante.
Quarto round, Thatch e Henderson iniziano molto attivi, picchiano forte con i pugni, poi l'ex campione trova un takedown, prova a rialzarsi Thatch, ma è frustrato da un alto takedown di Henderson che è in posizione di vantaggio alle spalle del favorito Thatch. Quest'ultimo non copre bene il collo ed Henderson entra con la rear naked choke per la vittoria! Tap out di Thatch, grande upset di Henderson all'esordio nella categoria pesi welter, vittoria molto importante per la fiducia dell'ex campione e per il ritorno dopo un inizio difficile contro un buon Thatch.

Winner by submission: “Smooth” Benson Henderson

Bonus della serata:

Performance of the Night: Ray Borg & Neil Magny

Fight of the Night: “Smooth” Benson Henderson vs Brandon “Broadcast” Thatch

 

Commento Evento:
Non benissimo fino al main event.
Bella vittoria di Borg all'inizio dell'evento, dominato Kelades.
Lee vince un match complicato contro Pazeres, mentre Kelly supera Walsh nell'incontro più brutto della serata, decisione anche piuttosto controversa.
Magny domina e distrugge Kunimoto alla distanza, mentre Holloway batte Miller, ma è stato avvantaggiato da quella testa involontaria che ha scosso e innervosito l'avversario. Co-Main event appena sufficiente.
Ottimo invece il main event, Thatch che funziona nei primi due round, poi viene fuori alla grande Henderson soprattutto quando la contesa va per terra dove Thatch mostra grandi limiti mentre l'ex campione è a casa sua…sottometterlo è quasi un gioco da ragazzi. Vedremo cosa deciderà Henderson se pesi leggeri o welter, certamente ha mostrato di saperci fare eccome anche al peso superiore.

Voto: 6

 

Appuntamento a prossima settimana, UFC Fight Night: Bigfoot vs Mir!

MarcoManiac83
Il più "storico" di Zona Wrestling, grandissimo appassionato di basket NBA e fan UFC, ancora oggi in cerca dell'Eldorado. Festeggia quest'anno i 10 anni di collaborazione con ZW...oh my brother, testifyyyyy!