UFC Fight Night: Holohan vs Smolka
Dublino, Irlanda

Pubblicità

Card stravolta praticamente il giorno prima dell'evento, il main event Poirier vs Duffy non si terrà a causa di una commozione cerebrale subita dall'irlandese in allenamento, mentre Miocic vs Rothwell è stata cancellato per via di un infortunio del primo. Per cui line-up rivoluzionata, promosso a main event Holohan vs Smolka nei pesi mosca, appena dopo il co-main event fra Parke e Madadi. Vediamo come è andato questo evento europeo in questa review qui di seguito:

 

Pesi mosca, Neil “Two Tap” Seery vs Jon Delos Reyes
Primo round tutto a favore del padrone di casa, Neil Seery, il quale entra bene con il gancio destro, ottimo timing per l'irlandese mentre Delos Reyes gira un po' a vuoto, soffre l'aggressività di Seery e va spesso fuori giri. Anche nelle situazioni di clinch e scramble, Seery sembra più in palla e sicuramente si porta in vantaggio alla fine della prima ripresa.
Nel secondo round, parte ancora bene Seery il quale applica una bella ghigliottina, ma non riesce a chiuderla per bene e quindi Delos Reyes si salva, ma è un round caratterizzato da parecchio lavoro a terra e lunghi clinch che rompono il ritmo e staticizzano la contesa. Comunque è sempre Seery che è in controllo, ma Delos Reyes sta salendo di colpi, un paio di buone ginocchiate, ma proprio quando sembra prendere il sopravvento, applica un pessimo takedown e Seery chiude velocissimo una gran ghigliottina, molto stretta, che costringe Delos Reyes alla resa per tap out. Ottima vittoria per il veterano Seery, pubblico ai suoi piedi.
Winner by submission: Neil “Two Tap” Seery

 

Pesi welter, Nicolas “Sharpshooter” Dalby vs Darren Till
Due lottatori imbattuti in UFC, meglio l'inglese in un primo round comunque povero di contenuti, contatti limitati, tanta difesa, I due per ora si nascondono abbastanza e l'incontro risulta abbastanza sottotono e per certi tratti noioso.
Anche il secondo round non è un granchè, tante scaramucce e nessuno dei due che cambia ritmo per carcare di sfondare la difesa dell'avversario. Till chiude un clinch, I due si muovono parecchio, ma la battaglia è poco appassionante, Buon calcio alto di Till e buon takedown di Dalby, veramente poco altro da segnalare.
Parte il terzo e ultimo round, Dalby trova un calcio in testa sporco e prova ad avanzare, aggredendo Till, altro clinch di Dalby condito da un takedown, Altro calcio alto, stavolta Till è preso in pieno, ganci, uppercut, ottimo finale di match per Dalby, il naso di Till sanguina pesantamente, takedown di Dalby, Till sembra a pezzi, molto stanco e nel takedown, Dalby inizia un lavoro logorante con pugni e gomitate che centrano in pieno Till il quale è in grande difficoltà e pronto alla resa. Si torna in piedi, Till si trascina per l'ottagono ormai sfinito, Dalby invece è carico e prosegue l'aggressione, ma non riesce a chiudere nonostante il dominio dell'ultima ripresa. Grande finale di match di Dalby che probabilmente si è garantito con questa accelerazione, la vittoria ai punti in un incontro che per due round ha offerto veramente poco.
I giudici invece non la pensano completamente così e decidono di assegnare un pareggio. Rispetto reciproco tra Till e Dalby a fine match.
Draw

 

Co-Main Event, Pesi leggeri, “Storming” Norman Parke vs Reza “Mad Dog” Madadi
Primo round molto tattico e strategico, veramente poco da segnalare ed anche il secondo non è assolutamente buono, Madadi trova un takedown seguito da un clinch, il pubblico è caldo, ma l'incontro è veramente bruttino, poco da raccontare, contesa molto statica.
Un po' più aggressivo Parke, ma il match offre pochi spunti di qualità, è una contesa abbastanza negativa, i due non sembrano in grandi condizioni fisiche, anche il loro footwork è obiettivamente molto limitato. Se ne va un brutto secondo round, Madadi ha uno zigomo gonfio ed in parte segnato.
Nel terzo round, l'incontro non si discosta molto dal leit motiv dei primi due round, Parke trova a metà round un bel takedown, i due restano a terra, ma lavorano poco. Si torna in piedi, Parke va in pressione con il clinch senza incedere, Madadi è solo in difesa, veramente un match a tratti inguardabile.
I giudici danno la vittoria a Norman Parke per decisione unanime, pubblico molto freddo, il match è stato obiettivamente terribile.
Winner by unanimous decision: “Stormin” Norman Parke

 

Main Event, Pesi mosca, Patrick “The Hooligan” Holohan vs Louis “The Last Samurai” Smolka
Pubblico scatenato per Holohan che parte immediatamente forte e mette a terra Smolka, I due lavorano parecchio al suolo, lungo scramble, ma la pressione di Holohan è notevole, continua ad attaccare a testa bassa e porta di nuovo a terra l'americano. Quando Smolka prova a ridurre la pressione, l'irlandese lo porta nuovamente a terra. Ritmo notevole per questi due fighter, contatti duri, ginocchiate, qualche calcio al corpo ed alto ed ancora Holohan prosegue con il suo incedere, stando addosso a Smolka senza dargli respiro. Smolka è molto meglio di Holohan nello striking, più preciso e potente, la guardia di Holohan non è altissima e l'irlandese pare già abbastanza stanco, fiato corto.
Secondo round eccellente, di nuovo il fulcro è la lotta a terra, eccezionale Holohan, ma anche Smolka lavora benissimo, riesce a liberarsi da una situazione non buona e trova la posizione di monta prima davanti e poi alle spalle dell'irlandese. Ganci, pugni e gomitate, Holohan non ce la fa più e Smolka connette una strettissima rear naked choke per il tap out di Holohan, costretto alla resa. Ottima vittoria per l'americano in un incontro che si stava rivelando molto complicato.
Winner by submission: Louis “The Last Samurai” Smolka

 

Bonus della serata:
Performance of the Night: Neil Seery, Tom Breese, Darren Till & Nicholas Dalby
Fight of the Night: Darren Till vs Nicolas “Sharpshooter” Dalby

 

Commento Evento:
Card spenta, pochi nomi pesanti come sempre in Europa ed evento decisamente fiacco.
Inizio sufficiente con la vittoria netta di Seery su Delos Reyes, Till vs Dalby personalmente non mi ha soddisfatto nonostante abbia preso il premio di Fight of the Night, pessimo, veramente pessimo l'incontro tra Parke e Madadi per un co-main event non all'altezza.
Infine, il main event è stato piacevole, due lottatori che non si sono risparmiati e che hanno combattuto a viso aperto. Smolka riesce ad avere la meglio su Holohan dopo aver faticato per un round e mezzo.
Voto: 5

 

Appuntamento al 7 novembre, UFC Fight Night: Belfort vs Henderson

MarcoManiac83
Il più "storico" di Zona Wrestling, grandissimo appassionato di basket NBA e fan UFC, ancora oggi in cerca dell'Eldorado. Festeggia quest'anno i 10 anni di collaborazione con ZW...oh my brother, testifyyyyy!