UFC Fight Night 100: Bader vs Nogueira
Ginásio do Ibirapuera in São Paulo, Brazil

Dopo Belfast, si corre in Brasile per un altro evento UFC. Un mese di stop ed ora 45 giorni di eventi senza termine fino a fine 2016. Stavolta in terra carioca come sempre vedremo tantissimi fighter locali ed il main event in cui un lanciato e sempre apprezzato Ryan “Darth” Bader avrà il suo secondo match contro Antonio Nogueira, cercando di andare 2-0 nel computo totale delle sfide. Vediamo come è andato l’evento in questa analisi qui di seguito:

Pubblicità

Pesi welter, Sergio Moraes vs Zak Ottow
Primo match della main card, parte bene Moraes che è aggressivo ed in pressione piuttosto velocemente, ma nei primi 90 secondi succede ben poco. Takedown di Moraes veramente ottimo, ma più che mettere Ottow contro la gabbia non fa. Il lavoro di entrambi è molto poco interessante, Ottow trova una gomitata a cui risponde il brasiliano con un paio di gomitate sporche. Veramente un brutto round iniziale, per il momento leggero vantaggio Moraes.
Secondo round, partenza forte del carioca, gomitata e ottimo destro mentre Ottow avanza, ma senza colpi degni di nota. Calcio alto di Ottow parzialmente bloccata, calcio al costato per lui. Front kick di Moraes, Ottow continua a muoversi ed avanzare, ma non colpisce. Entrambi vanno col destro, sporcati entrambi, gran sinistro di Ottow e calcio alle gambe sempre da parte sua per chiudere il round. Ottow pareggia i conti di un match veramente scadente.
Terzo e ultimo round, partenza solita aggressiva di Moraes e serie di colpi, leg kick per Ottow in risposta. Destro potente e preciso di Moraes che colpisce Ottow, il quale vola per terra. Scramble rapido tra i due, ma si torna in piedi ed i due colpiscono con calci alle gambe. Jab di Ottow, il brasiliano risponde con un sinistro molto buono, Ottow è colpito, calcio alto di Moraes e ancora pugni. Il carioca prende la schiena di Ottow, altro 1-2 notevole di Moraes…finalmente abbiamo un match ed un buon round. I due si staccano, calcio di Ottow e ancora calcio alle gambe e colpo al corpo per Ottow. Moraes pare molto stanco, altro colpo durissimo di Ottow al costato del carioca che accusa mentre la sirena segnala la fine del round e del match. Terzo round a favore di Ottow a mio parere. Eppure i giudici forse un po’ troppo casalinghi, danno la vittoria a Moraes per split decision. Onestamente, non sono d’accordo.
Winner by split decision: Sergio Moraes

Pesi welter, Warlley Alves vs Kamaru Usman
Match che parte, round numero 1, jab di Usman e risposta immediate col destro di Alves a cui segue un’ottima combinazione. Usman viene spinto contro la rete, jab continui di Alves che poi manca un head kick. Ottimo 1-2 in uscita di Usman, soprattutto il destro causa problemi ad Alves. Leg kick di Usman, risposta doppia col sinistro di Alves. Usman ancora con profondi pugni ed un fantastico body kick. Uppercut sempre di Usman, Alves risponde con un bel calcio mentre finisce il round. A favore di Usman, ma contesa piacevole e serrata. Secondo round, parte forte Usman che trova subito un takedown, Alvers cerca la ghigliottina, ma Usman ne esce subito. Clinch a terra, i due sono rialzati dall’arbitro, finta di takedown di Usman e doppio sinistro. Body kick per Alves, front kick e ottimo sinistro. Usman risponde con il jab ed una gran combo contro la rete. Sinistro violento di Usman che scuote parecchio Alves, altra combo per lui e Alves si chiude nel clinch. Foot stomps per Alves, calcio al corpo a favore di Alves e uppercut. Nuovamente Alves con una bella ginocchiata. Round in equilibrio, direi ancora meglio Usman rispetto il carioca.
Terzo e decisivo round, subito Alves con un bel colpo, ma Usman risponde alla grande con una serie di jab piuttosto duri, calcio al costato pesante di Usman, ancora lui con tre colpi a fila ed una gomitata sontuosa. Takedown di Usman che va per giugulare, Alves pare esausto, ma cerca comunque una ghigliottina senza però chiudere abbastanza, la presa non è stretta e Usman tiene la posizione senza soffrire particolarmente. All’improvviso esce dalla ghigliottina e inizia una serie di pugni notevoli in posizione di monta, gomitate veloci e corte, Alves usa la gabbia per scappare, ma non riesce. Usman cerca l’arm triangle, cerca di stringere pesante, ma è troppo vicino alla rete e non riesce a chiudere l’incontro prima del limite. Eccellente terzo round per Usman completamente dominato Alves che viene correttamente sconfitto ai punti per decisione unanime.
Winner by unanimous decision: Kumaru Usman

Pesi medi, Thales Leites vs Krzysztof Jotko
Terzo match della main card, primo round e subito head kick di Jotko, ma Leites risponde con il destro. I due chiudono un clinch, ginocchiate di Jotko mentre Leites cerca una single leg takedown senza fortuna anche perché la difesa di Jotko è veramente superba. Sinistri incrociati per entrambi abbastanza sporchi e non a segno. Jotko va con la ginocchiata, ma non arriva a bersaglio e la contesa vola per terra. Si lavora, ma Jotko esce bene da una posizione sfavorevole, ma Leites gli prende il braccio e cerca la kimura, Jotko è in pericolo, ma fortunatamente Leites non riesce a chiudere la presa ed il primo scivola via senza altri sussulti. Vantaggio per il brasiliano. Round 2, Leites parte cercando subito un takedown, Jotko lo rifiuta alla grande e attacca con un body kick, spinning kick a segno per lui, poi head kick e cerca un takedown, grande vivacità per Jotko che non riesce però a portare a terra Leites. Non si abbatte, destro notevole, Leites stavolta cerca e trova il takedown, ma Jotko va velocemente in posizione di monta, alcune gomitate per lui, tuttavia l’arbitro dopo diversi secondo di non azione, li riporta in piedi. Super destro di Leites, risposta a vuoto di Jotko che avanza e connette un takedown, destri a terra per lui, ottimo round per quest’ultimo e se lo porta a casa. Match interessante ed in grande equilibrio, ritmo molto interessante. Round finale, parte Jotko con un gancio destro importante e subito dopo un sinistro. Leites cerca la ghigliottina su un attacco di Jotko e poi un takedown, ma grande risposta di Jotko con un destro e sinistro in posizione di scarso equilibrio. Tuttavia Leites riesce a mettere a terra Jotko, ma ancora una volta quest’ultimo con un grande lavoro, trova la posizione di monta. Jotko attacca forte a terra, Leites sembra stanco e rassegnato. Gomitate e pugni per Jotko, ma poco profondi e sempre sporci, la guardia di Leites per ora è tranquilla. Altri ganci destri in pieno viso a favore di Jotko, Leites sanguina, punizione severa in questo finale per il carioca, ma Jotko non ha modo di chiudere il match e quindi si va dai giudici che concedono giustamente la vittoria a Krzysztof Jotko.
Winner by unanimous decision: Krzysztof Jotko

Pesi paglia donne, Claudia Gadelha vs Cortney Casey
Match femminile alle porte, partenza lenta del primo round, ma primo colpo della Gadelha con un gancio destro, le due si agganciano e si colpiscono in modo ravvicinato. La Casey spinge l’avversaria contro la rete, gran reverse per la Gadelha che trova due ottimi ganci ed un colpo d’avanbraccio destro. Ottimo takedown della Gadelha che però manca un gran destro al volto di Casey. Scramble tra le due, judo eccellente per la Casey, ma la Gadelha non molla la posizione di monta. Round sottotono, ma vantaggio Gadelha. Seconda ripresa, partenza a ritmo alto per entrambe, colpi col destro piuttosto duri per entrambe e stavolta la Gadelha spinge la Casey contro la rete, doppio gomitata per lei non appena si esce dal clinch. Body kick per la Casey che cerca la rissa da strada, ma la brasiliano risponde con il gomito e un gancio sinistro. Altro combo per la carioca, gancio destro e takedown, Gadelha on fire e Casey che non ha risposte attendibili. La Casey trova il modo di tornare in piedi con gran velocità e di stampare un bel gancio, tuttavia la Gadelha chiude il round con un altro takedown che frustra i tentativi della Casey. Anche il secondo round è per l’idolo di casa.

Round finale di un discreto match, primo minuto senza niente da segnalare, ma appena alza il ritmo la Gadelha per la Casey sono dolori, jab ed eccellente takedown, la Casey cerca di rialzarsi, ma la Gadelha la scalcia in testa in modo illegale e scorretto, l’arbitro sorvola, ma ci stava la squalifica, niente penalità per di più…pazzesco. La Casey continua, ma si vede che è sotto shock, abbaglio dell’arbitro, riprende la battaglia, ma la carioca ha ormai un vantaggio pazzesco, serie di pugni sulla povera Casey completamente annebbiata e nuovo takedown. Lungo periodo a terra, la Casey ormai non ha più niente da dire, si difende e basta, mentre la Gadelha prova l’arm triangle senza chiudere al meglio. Finisce il round, match pesantemente condizionato dall’arbitro, vittoria per la Gadelha ai punti, ma che scandalo la mancata squalifica della brasiliana.
Winner by unanimous decision: Claudia Gadelha

Co-Main Event, pesi gallo, Thomas Almeida vs Albert Morales
Siamo al penultimo match di serata, il co-main event, molto interessante. Calci interni bassi per Almeida, finta di gomitata e nuovo calcio, risponde Morales con un bel jab. Leg kick nuovamente per Almeida, il cui successivo calcio è bloccato. Qualche colpo per Morales che sembra ancora con il motore a giri bassi, ma accelera improvvisamente e colpisce tre volte l’avversario. Risposta ottima di Almeida e nuovo calcio interno per lui. Gancio sinistro per Morales, Almeida risponde con un doppio destro che scuote in modo pesante Morales, il quale cerca il takedown e lo trova. Cerca il retro di Almeida per provare una choke, ma niente da fare ottima difesa per Almeida. Si torna in piedi, è rissa da strada, uppercut pazzesco di Almeida e risposta immediata di Morales. Finisce un gran bel round, molto a viso aperto. Vantaggio Almeida, ma combattimento aperto a tutte le soluzioni. Si apre il secondo round, leg kick per Almeida, risponde Morales con un jab. Spinning back kick per Almeida e risposta con calci bassi alle gambe per Morales. Si va avanti così, ma Almeida aggredisce duro e trova un gancio sinistro notevole che manda per terra Morales, Almeida è sopra di lui e lo distrugge di hammerfist e pugni, almeno 10-12, una fine brutale di match, l’arbitro si butta in mezzo e termina qui. Mamma mia Thomas Almeida, altra vittoria squassante per questo talentissimo UFC. Morales tiene botta un round, poi è costretto a soccombere.
Winner by TKO: Thomas Almeida

Main Event, pesi massimi-leggeri, Ryan “Darth” Bader vs Antonio Nogueira
It’s main event time! Rematch tra Bader e Nogueira, parte bene il primo con calci bassi esterni, jab rapido e destro per Bader che è entrato molto meglio nel match. Gancio destroy a segno per il brasiliano, ne cerca un altro, ma va a vuoto così Bader lo porta subito a terra. Nog risponde con sinistri leggeri ed è contro la rete, Bader risponde con signori destri, rapide gomitate e cerca l’armlock, ma niente da fare e quindi nuova gomitata di Bader, anzi diversi gomitate per Bader, devastazione per Nogueira che non molla. Primo round di puro dominio per Ryan Bader, Nogueira mai in partita. Round numero 2, Bader parte aggressivo, cerca e connette subito un takedown. Nogueira cerca di uscirne senza grande costrutto, destri di Bader potenti ed a segno, Nog sanguina pesantemente. Gomitate veloci e corte per Bader che cerca una choke, ma Nogueira rotola e la evita, altre due gomitate per Bader. Tutto cuore Nogueira, ma Bader sta disponendo di lui come e quando vuole, un disastro per il brasiliano mentre Bader mostra ancora una volta di essere pericoloso ed in grandi condizioni, secondo round nettamente a suo favore.

Terzo round ed è già un miracolo che Nog sia sopravvisuto. Head kick per Bader, sinistro di Nogueira in risposta. Calcio al corpo pesante per Bader che trova un altro takedown, altri pugni, ma stavolta l’aggressività dei primi due round è un po’ scemata in lui. Bader lavora al corpo con gomiti e pugni, tuttavia Nogueira risponde bene stavolta e non risente troppo grazie ad un ottima attività con le braccia. Dal nulla, sinistro pesante di Bader, Nog cerca di rispondere da terra, senza impensierire Bader che lo finisce brutalmente con altri colpi che schiantano il brasiliano! Wow! Che affermazione per Ryan Bader, tre round a distruggere il povero Nogueira ormai destinato al tramonto di una carriera di grande livello e rispetto.
Winner by TKO: Ryan “Darth” Bader

Bonus della serata:
Fight of the Night: N/A
Performance of the Night: Thomas Almeida, Cezar Ferreira, Gadzhimurad Antigulov & Pedro Munhoz

Commento Evento:
Partito male con il primo match da dimenticare subito, l’evento è salito di colpi e di livello col passare dei minuti. Furto subito da Ottow contro Moraes, il quale non ha meritato la vittoria assegnatagli dai giudici, mentre successivamente ottimo match vinto da Jotko, solido per tutto l’incontro ed anche l’affermazione di Usman è stata decisamente di buon profilo. Peccato per l’incontro femminile che è stato vinto dalla Gadelha grazie ad una scorrettezza lampante a tutti, tranne che all’arbitro che ha volutamente evitato di vedere, infine le due portate principali. Almeida annienta Morales, il 2017 sarà il suo anno, me lo sente, è veramente un fighter grandissimo e di prospettiva. Per non parlare di Bader che fatica nei super fight, ma quando trova un avversario alla sua portata, lo distrugge senza troppa pietà. Nogueira può confermare, vittoria nettissima di Bader che difficilmente avrà una title shot in futuro perché non sembra comunque al livello dei top fighter, ma comunque è un lottatore notevole, preciso, potente e piacevole da vedere. Insomma, quando è nella card, vale la pena dargli un occhio.
Voto: 6,5

Appuntamento al 26 Novembre, UFC Fight Night 101: Whittaker vs Brunson. E’ tutto, alla prossima!

Corey
Dal 2007 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia e Coppa dei Campioni. Attualmente coordinatore ad interim del sito.
  • BelieveInHero

    Davvero brutta la scelta di ignorare il calcio della Gadelha per quanto potesse essere considerato involontario (per me non lo è stato), soprattutto alla luce di squalifiche decisamente clamorose per colpi meno evidenti (sono sicuro che a Jones la sconfitta con Hamill rode ancora).
    Almeida ottimo ma con un avversario secondo me non del suo livello. Stesso dicasi per Bader che umilia un ormai impresentabile Minotouro. Spero di vederlo in una sfida con Gustavsson magari come title eliminator perchè no