UFC on Fox 23: Shevchenko vs Pena
Pepsi Center, Denver, Colorado, Stati Uniti

Pubblicità

Evento molto importante e che è passato un po’ in sordina all’interno della UFC, ma è indubbiamente uno degli spettacoli principali di questa prima parte di 2017 per la federazione di MMA, infatti chi otterrà la vittoria nel main event, molto probabilmente andrà a sfidare quella Amanda Nunes capace di sconfiggere, anzi, annientare Ronda Rousey in 48 secondi lo scorso 30 dicembre. Come è finita tra la Shevchenko e la Pena? Lo scopriamo in questa prossima analisi di UFC on Fox 23:

Pesi piuma, Alex Caceres vs Jason Knight

Primo incontro della main card, partenza veloce per night con il destro, ma Caceres risponde bene con I calci, altro calcio basso per lui, mentre Knight cercail takedown. Caceres si muove bene, sinistro importante per lui, risposta di Knight nella tasca, calci bassi e grande gancio destro. Caceres continua il suo ottimo movimento, calcio al petto mentre Knight manca un gran destro, Caceres continua a far lavorare le gambe. Knight a vuoto con l’high kick ed allora cerca di spingere Caceres contro la rete, ma quest’ultimo si difende alla grande. Sinistro importante di Caceres, calci bassi ancora per lui. Knight troppo fermo sul posto, ma connette un bel destro che manda Caceres a terra per un breve periodo, takedown di Knight che cerca la rear naked choke senza chiuderla perfettamente perché il round finisce. Equilibrio, leggero vantaggio Caceres, ma il finale di Knight mostra che la battaglia è decisamente ni bilico. Round 2, Caceres inizia ancora a muoversi piuttosto rapidamente, sinistro al petto per lui, mentre Knight sosta in mezzo alla gabbia, ganci destri per lui, entrambi attaccano piuttosto vivacemente. Calcio alto di Knight bloccato, clinch per lui e si va a terra. Scramble e Knight cerca di prendere la posizione alle spalle di Caceres e la trova. Caceres protegge il suo collo, pugni alle spalle per Knight, Caceres solo sulla difensiva, sinistro a segno di Knight, Caceres cerca di rotolare, ma Knight tiene benissimo la posizione dominante ed ha una presa solita. Pugni in testa e gomitate per Knight, che ancora cerca il collo e stavolta lo trova. Presa strettissima, Caceres è costretto alla resa con un veloce tap out. Che vittoria per Jason Knight, finale folgorante.
Winner by submission: Jason Knight

Pesi massimi, Andrei “Pitbull” Arlovski vs Francis Ngannou
Incontro molto interessante tra due pesi massimi dalle mani decisamente pesanti. Parte subito forte Ngannou che colpisce duro Arlovski con il proprio gancio destro. Arlovski calcia le gambe del rancese, entrambi stanno molto coperti, sanno bene che il knockout può arrivare da un momento all’altro in questi casi. Altro destro di Arlovski che scivola, ma si ristabilisce subito, tuttavia è sorpreso da un violento uppercut di Ngannou che lo stende al suolo, il francese vola per il ground & pound, Pitbull non può nulla e dichiara la resa. Brutale k.o. di Ngannou, Arlovski completamente schiantato. 90 secondi di match e Pitbull nel mondo dei sogni. Super Ngannou!
Winner by TKO: Francis Ngannou

Co-Main Event, Donald “Cowboy” Cerrone vs Jorge Masvidal
Siamo al pre-main event, due spettacolari fighter, Cerrone parte con I suoi calci bassi, il pubblico è tutto dalla sua parte, ma Masvidal è osso duro, destro potente per calmare subito gli animi. Fronte kick per lui, risposta del Cowboy con un calcio al corpo. Altro calcio basso tagliente per Cerrone, Masvidal lavora con il jab, destro importante di Masvidal, ma Cerrone risponde bene col sinistro. Entrambi lavorano bene, si muovono bene, sembrano in splendida forma. Cerrone continua a lavorare con le gambe, mentre Masvidal cerca di affondare i suoi pugni, in particolare i jab. Spinning kick mancato per Masvidal ed allora Cerrone cerca il takedown, tuttavia Masvidal si difende alla grande. Ottimo backfist rovesciato per Masvidal, entrambi sono molto concentrati sull’obiettivo. Calcio rovesciato per Masvidal, mentre Cowboy prosegue il suo fiaccante lavoro alle gambe dell’avversario. Scambio con i sinistri, Masvidal con un bel destro attacca e prende al volo un calcio di Cerrone, ma non riesce a capitalizzare.

Destro incredibile di Masvidal, Cerrone al tappeto, ma suona la sirena… rischio knockout per Masvidal, che fortuna per Cerrone. Primo round nettamente a favore di Masvidal. Si riparte con il secondo round, Cerrone chiede l’intervento del dottore, pare veramente sofferente, in difficoltà, ma comunque si riparte, di nuovo aggressivo Masvidal con il destro e ancora, Cerrone è già in clamorosa difficoltà a difendere, sente ancora gli effetti del primo round. Cerca il clinch, ma Masvidal lo spinge via, allora Cowboy cerca le gambe dell’avversario senza fortuna perché Masvidal è sgusciante e picchia un altro pugno che manda per terra Cerrone. L’arbitro sospende subito il match, Cerrone non protesta, ma è chiaramente arrabbiato probabilmente con sé stesso. Che vittoria importante per Jorge Masvidal, scalpo ad un fighter dal pedigree eccellente.
Winner by TKO: Jorge Masvidal

Main Event, pesi piuma donne, Valentina Shevchenko vs Julianna “Venezeluan Vixen” Pena
Siamo all’incontro principale della serata su Fox, chi porterà a casa la vittoria molto probabilmente riuscirà ad ottenere la title shot contro Amanda Nunes. Si parte, la sudamericana è molto guardinga, attacca flebilmente con il jab e sposta l’azione contro la gabbia. La Shevchenko difende bene contro la rete, la Pena attacca con le ginocchia, l’ucraina cerca di portare a terra la Pena e ce la fa, ma la venezeluana si rialza subito. Clinch stretto tra le due, la Pena lavora con le ginocchia e cerca il takedown, la Shevchenko accetta di buon grado. Due striker che decidono di lottare per terra, veramente strano, la Shevchenko ha il controllo laterale, la Pena cerca di lavorare sul braccio dell’avversaria, la quale si difende bene. Posizione di monta per l’europea, la Pena ha il suo viso contro la gabbia e non riesce a lavorare parecchio, la pressione dell’avversaria è notevole.

La venezeluana cerca ancora di prendere il braccio dell’avversario, la Shevchenko si libera ancora bene. Finale di round molto combattuto, vantaggio Shevchenko. Secondo round, parte la Pena con un calcio a vuoto e cerca subito il clinch, spingendo la Shevchenko contro la rete. Altre ginocchiate per la sudamericana, azione dura contra le rete, la Pena cerca il takedown, ma gran difesa della Shevchenko. Scambio di ginocchiate tra le due, lungo clinch, le due vanno a terra, la Pena è in buona posizione e cerca di colpire duro l’avversaria con i pugni, quindi lavora sul corpo, timida risposta dell’ucraina. La Pena cerca una sottomissione con le gambe decisamente pretenziosa, poi si stacca dall’avversaria che cerca l’arm bar, ma la Shevchenko non molla e trova stavolta un ottimo arm bar, stretto e doloroso, la Pena si dimena cercando una via d’uscita, ma è davvero troppo stretta la presa dell’ucraina che continua a stringere duramente, la Pena è costretta a battere prima di vedere il braccio rotto. Che finale pazzesco! Dimostrazione di forza della Shevchenko che trova la via della vittoria a terra con un eccellente arm bar. Rimandata la Pena, match comunque piacevole e gradevole in ogni sua fase.
Winner by submission: Valentina Shevchenko

Bonus della serata:
Fight of the Night: N/A
Performance of the Night: Valentina Shevchenko, Jorge Masvidal, Francis Ngannou & Jason Knight

Commento Evento:
Tutto bene dall’inizio alla fine, a parte il nostro Di Chirico che è stato costretto al tap out dopo solo due minuti contro un osso duro e veterano come Spicely. Sicuramente meno bene che Vettori, ma Di Chirico speriamo possa rifarsi prestissimo.
La main card è stata tutta piuttosto buona, Ngannou mette a dormire dopo pochissimo Andrei Arlovski, sorpresa Masvidal che distrugge il lanciato Cerrone in poco più di un round.
Ed infine un bel main event, Valentina Shevchenko vola verso Amanda Nunes, battendo chiaramente e nettamente Julianna Pena. Peccato solo per l’inguardabile balletto a celebrare la vittoria per Valentina Shevchenko, veramente orribile, il resto invece tutto di grande qualità.
Voto: 7

Appuntamento al 4 febbraio, UFC Fight Night 103: Bermudez vs Korean Zombie

MarcoManiac83
Il più "storico" di Zona Wrestling, grandissimo appassionato di basket NBA e fan UFC, ancora oggi in cerca dell'Eldorado. Festeggia quest'anno i 10 anni di collaborazione con ZW...oh my brother, testifyyyyy!
  • Jack_95

    Ngannou entro fine anno o inizio 2018 è campione. Lo pensò da mesi e l’ho ribadito negli Awards di fine anno.

    Cowboy che perde m’ha davvero colpito, se non sbaglio aveva una streak bella importante dietro. Mi dispiace che purtroppo non vedrà un granché di chances titolate.

    Di Chirico meh, stanno messi maluccio gli italiani, Alessio non ha avuto grandi vittorie e Marvin è obbligato a vincere il prossimo, speriamo bene perché rischiano il taglio.

    • LORD_SUNSHINE

      Cerrone aveva vinto 4 incontri di fila da quando era passato ai welter, purtroppo mi sa che è ancora affatticato , anche perchè non solo si allena e basta, è un tipo che fa diverse cose, non sta molto fermo”

      • Jack_95

        E fa un incontro al mese contro praticamente chiunque gli offrano, c’ha da sfogarsi secondo me ?

        • LORD_SUNSHINE

          cosi però si fotte la scalata al titolo, lui merita secondo me un match per il titolo.

          • Jack_95

            Eh lo so, non ci ha mai puntato tanto anche in ambito extra-ring, eppure è uno con una buona fan-base, io spero si decida a scegliere categoria e ambire al #1 contender.

          • LORD_SUNSHINE

            bhe i welter sembrano il suo campo ideale, lui stesso ha ammesso che si trova in forma e non soffre problemi a mantenere il peso per la categoria.

            Lui stesso ha ammesso che ama lottare, ma se per amore delle arti marziali rischi di rovinarti la tua carriera in ufc, forse non ne vale la pena,
            Penso che Se avesse affrontato masvidal in un secondo momento sicuramente non andava ko al primo / secondo round, non dico che vinceva , ma sicuramente non lottava male, sembrava vereamente andare con le marce lente.

  • _Romanov_

    I due ragazzetti italiani si sono decisamente montati la testa. Soprattutto Vettori, che ha fatto qualche fuoriuscita ridicola. I clown dovrebbero stare al circo , specialmente senza un grande talento. Comunque bello l’evento, mi sono divertito. Grande Shevchenko, il finale è stato da paura. Cosa diavolo mi combina il cowboy? Bisogna dire che combatte decisamente troppo.

    • Davide

      Ancora con sta cavolata che Vettori si è montato la testa… Ha semplicemente come capito questo business. Il mondo delle MMA ormai è anch’esso parte dello sport-entertainment, quindi devi essere capace di portare in scena entrambi gli aspetti. Lui con il suo carattere riesce a creare discussione e portare attenzione su di sé e sulle MMA, vasti vedere che l’unica volta che il sito della Gazzetta ha dato attenzione a lui e Di Chirico è stata quando Vettori ha fatto quel post contro Russo.
      Dandogli del clown sei tu che ti avvicini più a essere un pagliaccio. Si ritrova a 23 anni in una divisione che è estremamente competitiva ed è pieno di talento, sennò non si allenerebbe alla King’s MMA. Non è stato distante dal vincere l’ultimo incontro e quindi può tranquillamente rifarsi.

      • _Romanov_

        Ha combattuto il primo incontro contro un lottatore scarsissimo, ha perso il suo secondo incontro contro un lottatore mediocre. Il buffone lo puoi fare se sei un Mcgregor, un Lesnar o una Rousey, non se sei un bimbetto italiano appena arrivato. La prima parte è inesatta in quanto l’UFC è piena di campioni che non fanno i buffoni nelle interviste. Poi da quando è la palestra in cui ti alleni a stabilire il tuo talento? Punk si allena nella Roufusport MMA Academy eppure di talento ne ha ben poco. Continua a difendere il pagliaccetto, ne riparliamo quando tornerà in Venator con la coda tra le gambe. Due incontri , di cui uno vinto con una mezza sega e uno perso con un lottatore normale, e fa il fenomeno? Ahahahah “ha capito il business” forse sei tu che non capisci che gli americani manco se lo cagano il fenomeno.

        • Davide

          Mi pare che i campioni che non fanno interviste stentino a vendere e a ricevere ciò che meritano, mentre gente di livello inferiore ma che si sa vendere ricevere opportunità molto più in fretta, specialmente in questa nuova era targata WME|IMG.
          La palestra non determina il talento, ma se non ne hai abbastanza non ti accettano, quindi se fai parte di una palestra di livello sicuramente non sei il primo che passa. Per quanto ne sappiamo Punk potrebbe essere usato come pubblicità anche dalla stessa palestra.
          E’ chiaro che gli americani ancora non se lo cagano molto, come non si cagano molto la quasi totalità dei lottatori in Prelims ed Early Prelims, ma se già riesce a smuovere i fan italiani è un buon inizio, visto il chiaro interesse che la UFC ha verso il nostro Paese.

          • _Romanov_

            L’interesse del paese verso la UFC , di certo non è data da sto ragazzino, ma dai big name che sanno far parlare di sè. I fan lo seguono per compassione, come seguivano Nunzio in WWE. Aldo non è un chiacchierone eppure risultati sembra ne abbia avuti. Pettis nemmeno, Silva neanche, Federor nemmeno, Cerrone e mille altri tutti senza risultati? Devo farti tutti i nomi o mi fermo qui?

  • LORD_SUNSHINE

    è stato un’evento che mi ha fatto leccare i baffi.
    veramente bello, contento per la vittoria di Ngannou (veramente sto ragazzo sta facendo benissimo in ufc) e la mia adorata Valentina <3 che sconfigge la pegna nel suo stesso campo.

    All'inizio sono rimasto sorpreso della vittoria di Masvidal, ma ammetto che dopo aver sentito le dichiarazioni di D.White e rivisto il match con Brown mi sono reso conto che Cerrone difficilmente poteva uscirne vittorioso, come ha detto Dana, " Cerrone ha fatto un bel po di soldi con gli ultimi incontri disputati, che si prenda una bella pausa e poi ritorna a lottare"