Un main event che profuma di rematch tra due atleti meravigliosi e che sono al top della loro categoria. E poi tanto Brasile e tanti brasiliani in questa card, vediamo cosa è successo in questo evento UFC andato in onda da Natal, Brasile.

Pubblicità

Pesi piuma, Rony Jason vs “Super” Steven Siler

Parte subito col botto quest'evento, dopo circa 1:15 minuti, Jason esplode con un super gancio destro che fa barcollare Siler che viene poi “terminato” con un altro violentissimo gancio sinistro che costringe l'arbitro a intervenire per sospendere l'incontro. Grande vittoria per il brasiliano, che inizio di evento.

Winner by TKO: Rony Jason

 

Pesi leggeri, Michel “Tractor” Prazeres vs Maribek Taisumov

Primo round tutto a favore del brasiliano che mette la contesa a terra, portando al suolo per ben due volte il suo avversario e mantenendo il controllo e la posizione di monta. Taisumov viene pure penalizzato di un punto per una difesa proibita.

Secondo round non eccezionale, i due calano i colpi, il brasiliano decide di non portare più a terra il suo avversario che cade ancora in un'altra difesa illegale che gli provoca un altro punto di penalità. Il match, dopo un discreto primo round, è decisamente affondato di tono.

Il round finale è ancora a favore del “Tractor” che attacca bene, è preciso e puntuale sia in piedi sia nel portare i tentativi di takedown. Altro warning per difesa illegale nei confronti di Taisumov, che proprio non capisce che non deve agganciarsi alla rete quando il suo avversario prova a portarlo a terra. Vince nettamente Prazeres per decisione unanime.

Winner by unanimous decision: Michel “Tractor” Prazeres

 

Pesi massimi-leggeri, Fabio Maldonado vs Gian Villante

Primo round molto sottotono, i due lottano a terra, Villante ha la meglio, ma il lavoro dei due a terra è veramente poco appassionante, lento, lunghi clinch e poco lavoro. Il pubblico fischia ed ha ragione.

Il round numero 2 alza l'intensità in modo pazzesco, tutto nasce da una bella ginocchiata di Villante su Maldonado che apre un'estesa ferita sulla fronte di quest'ultimo. Da lì, Maldonado cambia marcia, inizia a picchiare duro sul corpo e sul viso di Villante che accusa seriamente i colpi dell'avversario, Villante sembra anche molto stanco, guardia bassa e visibilmente scosso. Il pubblico si esalta, anche Maldonado non sembra essere in grandi condizioni, ma ha un cuore che fa provincia.

Anche il round finale è tutto nelle mani di Maldonado, Villante non ne ha più e non attacca nemmeno più, attende la fine del round, ma è molto lunga la strada perchè Maldonado è straordinario, i suoi pugni sono pesanti come macigni, viso, corpo, ganci, uppercut, una compilation micidiale che non mandano k.o. Il povero Villante per poco. Il round finisce, il pubblico è estasiato e applaude convinto Maldonado, autore per l'ennesima volta nell'ottagono di un grande spettacolo.

E giustamente i giudici lo premiano con la vittoria per decisione unanime.

Winner by unanimous decision: Fabio Maldonado

 

Pesi leggeri, Leonardo Santos vs “Starving” Norman Parke

Round 1 veramente pessimo, pochissima azione, lunghi clinch, un mezzo disastro anche se pare leggermente in vantaggio l'idolo di casa pur senza emozionare e strafare. Pubblico freddino e ci sta, per ora il match è tutt'altro che appassionante.

Il round centrale è un disastro, troppi abbracci, troppi clinch, i due si scambiano qualche colpo e poi finiscono sempre in clinch, veramente un brutto incontro ed il pubblico non manca di far sentire il proprio punto di vista per un incontro imbarazzante.

Niente da fare, i due non riescono a salire di livello, l'incontro ristagna anche nel terzo round, pugni e clinch, nessun tentativo di takedown. Veramente un pessimo spettacolo ed anche i giudici non scelgono un vincitore e danno un pareggio. Non se la sono sentita di arrivare ad un vincitore, incontro inguardabile, nessuno dei due meritava la vittoria. Grandi aspettative su Santos, un protetto di Josè Aldo, ma è grande la delusione su questo talento.

Majority Draw

 

Co-Main Event, Pesi Medi, CB “The Dobermann” Dollaway vs Cezar Ferreira

40 secondi di incontro, non di più, Dollaway shocka l'arena con un gancio sinistro potente che mette a terra Ferreira, il quale è costretto alla resa dopo il ground & pound di Dollaway. Pubblico ammutolito, Dollaway è pronto per un top 10 della categoria perchè ha dato l'ennesima dimostrazione di grandissima forza e di essere un talento. Ferreira troppo arrebbante, senza una grande difesa ed alla fine ha pagato questa strategia folle.

Winner by TKO: CB “The Dobermann” Dollaway

 

Main Event, pesi massimi-leggeri, Mauricio “Shogun” Rua vs Dan “Hendo” Henderson

Due grandissimi dell'ottagono di affrontano in un rematch di quello straordinario UFC 139.

Primo round sottotono per 4 minuti, i due si studiano, ma non attaccano, non sono aggressivi come al solito…ma l'ultimo minuto è inaugurato da un attacco infernale di Hendo, seguita da una difesa con controattacco straordinaria di Rua che mette per terra Henderson dopo la sua raffica, Hendo si salva per il rotto della cuffia, ma deve aver risentito parecchio della furia e della forza del brasiliano in questo finale di primo round. Contesa che sta alzando il volume…

Il secondo round parte bene, i due quando accelerano e attaccano, fanno paura. A metà round, Rua trova un uppercut con perfetto timing e potenza, Hendo va a terra, ma non molla. Lungo lavoro a terra inftuttuoso per Shogun che sembra favorito anche perchè il suo avversario sembra in debito d'ossigeno e scosso dalle accelerate dell'ex campione pesi massmi-leggeri della UFC.

Ed ecco il momento clou dell'incontro, dopo circa un minuto e mezzo di schermaglie, i due si prendono in clinch, ma si mollano subito e proprio in questo istante di esitazione, Henderson entra con un pugno che un treno in pieno volto di Rua che vola in terra, colpito ancora da Hendo in pieno naso e finito col ground & pound. Rua è a pezzi, a terra, non riesce a rialzarsi…stratosferico ko di Henderson che vince il match quando è sembrato più vicino alla sconfitta. Urge un terzo match tra queste due figure leggendarie. Rispetto monumentale per entrambi, ma Henderson quando finirà di stupirci??? Ha 43 anni (!!!!).

Winner by TKO: Dan “Hendo” Henderson

 

Bonus della serata:

Fight of the Night & Performance of the Night: Mauricio “Shogun” Rua vs Dan “Hendo” Henderson + Godofredo Pepey (preliminary fight)

 

Commento Evento:

Buon evento da parte della UFC in Brasile dopo qualche battuta d'arresto di troppo.

Main event eccellente, co-main event ingiudicabile, ma Dollaway è pronto a salire di livello.

Grande affermazione in come back di Fabio Maldonado che come al solito mostra una grinta, una resistenza ed un cuore incredibile.

Buon match anche tra Prazeres e Taisumov, nonostante la prova di quest'ultimo, mentre pessimo quanto visto tra Santos e Parke. Opener discreto chiuso con un ottimo knockout che ha subito elettrizzato il pubblico. Decisamente un evento piacevole dall'inizio alla fine.

Un inchino per Rua e Henderson, atleti e fighter straordinari, infiniti, due esempi fantastici di questo sport.

Voto: 7

 

Appuntamento a UFC Fight Night: Nogueira vs Nelson del prossimo 11 aprile.

 

MarcoManiac83
Il più "storico" di Zona Wrestling, grandissimo appassionato di basket NBA e fan UFC, ancora oggi in cerca dell'Eldorado. Festeggia quest'anno i 10 anni di collaborazione con ZW...oh my brother, testifyyyyy!