Pubblicità

Al termine dell’ultima puntata di Raw, sul WWE Network, è andato in onda il podcast di Steve Austin con ospite Vince McMahon. Il confronto, molto diretto e “fuori dai personaggi”, è durato poco più di un’ora e ha consegnato diversi spunti interessanti che, noi di ZonaWrestling, abbiamo deciso di tradurre e trascrivere per voi. Di seguito le parole del Chairman a proposito di Cesaro:

 

Ho parlato con Cesaro nel backstage. Ha un sacco di qualità fisiche, è un tipo forte, grande lavoro sul ring, cosa gli manca per affermarsi?

“Non si è ancora affermato ma spero che ci riesca presto. Ha ancora qualche piccolo problema di carisma e qualche lacuna al microfono. Forse è il fatto di essere svizzero, forse è lo stile europeo. Però ha straordinarie capacità fisiche.”

 

Dopo che è stato separato da Jack Swagger e Zeb Colter, e dopo essersi guadagnato molto rispetto grazie alle sue prestazioni sul ring, è stato affianco da Paul Heyman, un manager heel. Il messaggio che passava era: “Ehi, dovete odiare questo ragazzo per via del suo rapporto con Heyman”. Poi è tornato a lavorare da solo. È come se si fosse perso nel casino, non c’era una direzione chiara. Mi sembra che abbia perso il suo momentum con l’affiliazione ad Heyman. Da un punto di vista del booking, cosa si può fare?

“Non ho la risposta, ascolto tutti i consigli e il volere del pubblico. Non mi arrenderò, ha un grande talento. Gli manca qualcosa ma non saprei come intervenire per dare una svolta alla sua carriera.”

 

Traduzione e Trascrizione a cura di ZonaWrestling.net