NJPW Wrestle Kingdom 9 In Tokyo Dome 04.01.15

Pubblicità

Eccoci con un po' di ritardo per problemi di linea web a seguire il ppv NJPW Wrestle Kingdom 9 da Tokyo, dove non siamo davanti al pienone ma comunque ad un evento molto seguito in termini di contatti. Sono sul piatto ben 6 titoli, per altrettanti 6 match ad alto livello. Cosa ci siamo persi?

I ReDragon hanno difeso a sorpresa il titolo junior tag team IWGP difendendolo dall'attacco dei Time Splitters, Forever Hooligans e soprattutto Young Bucks, autentici mattatori della scena. Fish e O'Reilly hanno chiuso con la Facing The Dragon su Klozlov. Un match fantastico, che si arroga il diritto di essere tra i papabili al titolo di match dell'anno. I reDragon quindi tornano in USA con le cinture mentre altri due detentori hanno dovuto abdicare: Tomohiro Ishii ha perso il titolo NEVER contro Makabe subendo un flying knee drop al termine di una contesa violentissima, in pieno stile nipponico; Kenny Omega ha strappato il titolo Junior a Taguchi con la Winged Angel dopo una discreta performance di entrambi.

Nel pre-show, Nagata ha superato 14 uomini nella battle royal indetta dalla NJPW per coprire il roster; Il Bullet Club ha dovuto cedere ai TenKoji e soprattutto a Honma in un incontro molto veloce quanto buono solo per dare spazio a Jeff Jarrett; Marufuji, TMDK e Yano hanno superato con una certa sicumera i Suzuki-Gun in uno dei match più veloci della serata;  Minoru Suzuki ha la meglio su Sakuraba in un bel match, sorprendente per le poche aspettative riposte in loro.

ATTENZIONE: Nuovo cambio titolato a Wrestle Kingdom con Goto e Shibata che si sbarazzano con evidente facilità dei campioni Anderson e Gallows. Per ora il Bullet Club le sta prendendo da tutti e deve ringraziare Omega se può ancora avere un titolo. Ora tocca ad AJ Styles.

Jim Ross e Matt Striker ottimi fino ad ora, sembrano parteggiare per AJ nel confronto con Naito. AJ Styles vicino alla chiusura per sottomissione ma Naito non si arrende e rischia di chiudere a sua volta con una Dragon Suplex ma niente da fare. L'ex No Limit evita una prima  Styles Clash, con AJ che viene spedito fuori ring e rischia di perdere per count out. Naito prova a chiudere con una Hurricarrana ma AJ stoppa e va per la STYLES CLASH DAL PALETTO!!!! AJ vince! Il leader del Bullet Club vince e può aspettare il main event per far ripartire la caccia al titolo. Naito viene portato via a braccia ma pare tutto ok per lui.

Ricochet, da me interpellato, mi dice: "Felice per Omega, ma quella gimmick fa cagare i polli. Spero in Kota (Ibushi) ma Nakamura è un fenomeno, ambisce ad un obiettivo troppo alto per lui".

Palese per ora la superiorità di Shinsuke per la gioia del pubblico che impazzisce per lui. Ma che reazione di Ibushi, enfatizzata da Striker e dagli elogi di Ross.Hurricarrana di Ibushi! 1…2.. no!! Powerbomb! Standing Star Press! Kota ci sta provando, ma il campione regge ancora!! Ibushi imita Nakamura, va per il Boma Ye dell'avversario ma il campione reagisce subito! Neanche il tempo di tentare il pin. Jim Ross asserisce che questi due possono essere delle star in qualunque federazione del mondo, visto lo spettacolo ha pienamente ragione.

Outta Nowhere Nakamura batte Ibushi con ben due Boma Ye (!!!!) e mantiene il titolo Intercontinentale al termine di un match ricco ma dove ha sofferto come poche volte negli ultimi tempi. Ha subìto parecchio ma per Ibushi non c'è stato nulla da fare. Parecchio strana la decisione di non fargli sellare le mosse più dure di Nakamura, così come quel sorriso strano dopo ogni mossa subita.

Joey Ryan mi dice: "Questo è lo show che tutti dovrebbero vedere. C'è vita oltre le solite cose. Sono molto felice che ragazzi come AJ, Ibushi, Bucks, Dragons siano lì a fare la voce grossa".

Striker chiede: "Ehi Jim, are you ready?" e Ross risponde di sì. Si sente l'eccitazione per il main event sin dalla musica d'ingresso di Okada. Intanto arriva il dato ufficiale: ci sono 36 mila persone a guardare questo ppv dal vivo a Tokyo, numero di gran lungo superiore ad un anno fa. Striker parla di Tanahashi come del miglior wrestler al mondo, che negli ultimi quattro anni ha saputo cambiare il wrestling più di chiunque altro.

Inizio statico ma è l'anticamera di un grande incontro. Okada piazza un ddt dalle transenne e un Jawbreaker sulla rampa, Tanahashi risponde con una Senton dal paletto ma non vale il conto di tre. Okada prova a far cedere il campione ma questi arriva alle corde. Quindi è un susseguirsi di colpi e di buone difese sulle power moves: Okada fallisce il Lariat e Tanahashi il moonsault. CROSSBODY DI TANAHASHI  da dentro all'esterno del ring a colpire Okada!! Tombstone Piledriver del campione!! Frog Splash!! 1..2.. NO!!! Jim Ross grida "I can't believe it!!", che spettacolo signori!!

LARIAT OUTTA NOWHERE DI OKADA!!! Tanahashi si salva a sua volta! Il pubblico rumoreggia, Jim Ross è in forma Wrestlemania e sta conducendo benissimo il commento con un dosato quanto preciso Matt Striker ad alzare sensibilmente il livello della loro performance.

Serie di schiaffi, colpi proibiti di Tanahashi, german suplex e dragon suplex: 1…2..no!! Frog Splash del campione: 1…2…3!!! Tanahashi mantiene il titolo al termine di un match lungo quasi trenta minuti e combattutissimo. Okada esce in lacrime tra i cori del pubblico, grande prova la sua ma serviva qualcosa in più per battere il campione. Per lui forse anche un infortunio ad una caviglia, Tanahashi gli dà l'onore delle armi, è stata una grande sfida la loro. Infine il campione festeggia mimando l'air guitar col pubblico in delirio, soprattutto le ragazzine.

Termina qui un ppv bellissimo nei suoi match principali, forse con troppi match nel lowcard che ne annacquano la perfetta riuscita. Però è stato il ppv che tutti dovreste vedere, e non è solo per allargare gli orizzonti ma anche per vedere del wrestling senza fronzoli e senza scelte insensate figlie del gusto becero al nonsense degli americani.

Molto bene il commento inglese, soprattutto Striker. Per Ross, oltre agli anni che passano, ci stava pure la lontananza dal quadrato e dal commento che singolarmente l'ha reso sufficiente. Striker ha elevato la qualità, fornendo una prova ottima, e che potrà tornare utile per la GFW di Jarrett.

Jarrett ha sicuramente fatto un gran colpo a mandare in onda e produrre questo ppv per gli USA. Occorre capire come gli USA hanno risposto all'invito e come, e quando la GFW si paleserà realmente, se inizierà la registrazione di tapings tv a breve oppure se verrà comunque annunciato qualcosa di nuovo ora che Wrestle Kingdom è passato agli annali.

Per oggi è tutto, nei prossimi giorni Zona Wrestling parlerà ancora di WK con alcuni dei suoi staffer, perciò non mancate di tornare su questo sito. Grazie a tutti per essere stati in mia compagnia.

Corey
Dal 2007 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia e Coppa dei Campioni. Attualmente coordinatore ad interim del sito.