Vale la pena notare che nel nuovo titantron sfoggiato da Rusev negli ultimi giorni non c'è più alcun riferimento alla Russia ed, alcuni di essi, si sono trasformati in riferimenti alla Bulgaria, che è in realtà la patria d'origine dell'ex US Champion. I commentatori a bordo ring, inoltre, stanno continuamente ricordando il fatto che Rusev abbia parlato in bulgaro anche durante il suo match contro John Cena a Payback

Pubblicità

Non si sa, infine, se Rusev potrà nuovamente venir indicato come "Bulgarian Brute", soprannome che aveva a NXT e quando ha debuttato nel main roster.

Fonte: WZ.com & ZonaWrestling.net

Giuseman
Un non più teenager con la passione per lo sport in generale, ma che predilige quello sul ring a noi congeniale e con il logo WWE sullo stage. Su ZonaWrestling dal marzo 2015.