In risposta al sito The Motley Fool, il quale ha messo in dubbio le possibilità del WWE Network di gestire senza problemi l'elevato numero di spettatori che,  molto presumibilmente, si sintonizzerà per guardare Wrestlemania XXX, la WWE ha inviato al medesimo sito un comunicato con il quale ha assicurato che sarà fatto il massimo sforzo per garantire una trasmissione priva di qualsivoglia problematica:

Pubblicità

 

"Nonostante Il WWE Network abbia suscitato reazioni assolutamente positive, vogliamo assicurare la migliore esperienza possibile agli abbonati che guarderanno sia Wrestlemania XXX che il resto della nostra programmazione, ed è per questo che abbiamo introdotto imporanti garanzie di qualità. Fra questi progressi vi sono una migliorata capacità di gestire un elevato numero di abbonamenti, login e programmi in diretta, l'effettuazione di "probanti" test giornalieri su tutte le piattaforme per un periodo prolungato e l'assuzione di esperti di tecnologia per rivedere il nostro progetto e le nostre procedure. Siamo fiduciosi sul fatto che, domenica 6 aprile (giorno in cui si terrà Wrestlemania, ndr) ci faremo trovare pronti."

 

Fonte: Lordsofpain.net & Zona Wrestling

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.