Nell'ambito dei tagli al personale effettuati negli ultimi mesi in quel di Stamford, la WWE ha messo alla porta anche Eddie Feldmann, Vice Presidente del Creative Team, insieme ad altri dipendenti dello stesso settore creativo. Peraltro, pare che i tagli che, nel corso della sola ultima settimana, hanno portato ad una riduzione del 7% del personale, determineranno perdite per una cifra pari a 5,4 milioni di dollari nelle casse della WWE, con cui si provvederà al pagamento delle indennità di fine di rapporto. Inoltre, in questo contesto di spending review, si va alla ricerca di nuovi stratagemmi atti a ridurre e razionalizzare le spese, come la registrazione in un'unica sede di Raw e Smackdown, o la scelta di arene meno costose ove far disputare i Live Event. Sono poi emersi ulteriori dettagli circa la chiusura del WWE Magazine, decisione frutto anch'essa di questa politica di abbattimento dei costi; infatti, i guadagni provenienti dalla rivista erano del tutto marginali e, per di più, le vendite erano in costante declino. In particolare, gli introiti provenienti dal Magazine, con riferimento a questo quadrimestre, erano inferiori di ben 500.000 dollari rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ciononostante, pare che a Stamford non siano state le chiuse le porte ad un ritorno nel mondo della carta stampata poiché, a breve, la WWE concederà il proprio nome in licenza ad un gruppo editoriale, il che potrebbe costituire il preludio ad un nuova rivista cartacea.

Pubblicità

 

 

Fonte: LordsOfPain.net & ZonaWrestling.net

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.