Come visto nell’ultima puntata del Talking Smack, sia AJ Styles che Baron Corbin si sono lamentati di John Cena e del suo essere, a questo punto quasi a tutti gli effetti, un wrestler part-time. Il General Manager dello show blu, Daniel Bryan, ha ulteriormente rincarato la dose, attaccando duramente questa “cerchia” di wrestler come, ad esempio, Brock Lesnar e Goldberg:

Pubblicità

“Ho sentito le stesse sensazioni quando lottavo, ma c’è lo stesso problema oggi” – ha affermato Bryan, dicendo che Dean Ambrose è stato nel “99% dei main event negli show dal vivo (da dopo il draft ndr), ma che viene messo da parte quando si avvicina il periodo di Wrestlemania. Solitamente in quel periodo alcuni part-timer arrivano e si prendono tutti gli spot che contano per ‘Mania”.

L’ex WWE World Champion ha affermato che può essere “frustrante” tutto ciò, ma che il discorso non può valere per John Cena visto il grande lavoro che quest’ultimo ha sempre fatto per la compagnia. L’ex ROH, in chiusura, ha detto che ora può parlare anche dal lato creativo, conoscendo l’ambiente, dicendo che capisce il voler proporre grandi spettacoli con grossi nomi (tra cui i part-timer), ma che “bisogna creare il giusto mix, dando opportunità ai ragazzi che lavorano tutto l’anno”.