Jim Ross, come di consueto, ha affidato i propri pareri sull'ultima puntata di Raw, e non solo, al proprio blog jrsbarbq.com. Ecco a voi  le dichiarazioni più interessanti di "Goodall" J.R. :

Pubblicità

 

 

"E' vero che non io faccia più parte dell'organico WWE, ma da appassionato non riesco a capire l'utilità di un mini-toro, un mini-alligatore e di un coniglio gigante. Proprio non ce la faccio a comprendere tutto ciò, almeno di primo acchito. Forse, è l'influenza della matrice disneyana che sta alla base della natura PG dell'attuale WWE, solo da questo punto di vista la cosa avrebbe un senso."

 

"Vorrei vedere sempre più spesso incontri fra AJ Lee e Paige, magari includendo anche Natalya e Charlotte al fine di potenziare la competizione femminile, il che non impedirebbe alla WWE di pubblicizzare Total Divas, e capisco perché non possano esimersi dal farlo."

 

"Rimango ottimista sul fatto che Dolph Ziggler possare ridare lustro all'Intercontinental Title, e continuo a essere uno dei sostenitori dell'idea secondo la quale la WWE dovrebbe inglobare lo United States Championship in quello Intercontinentale e, al contempo, turnare Sheamus heel." 

 

"Durante l'ultima puntata di Raw, la tensione che si è venuta a creare tra John Cena e Dean Ambrose ha attirato la mia attenzione e sono curioso di vedere in cosa potrebbe sfociare. L'avere a che fare con Cena potrebbe aiutare Ambrose a diventare uno dei principali beniamini del pubblico di cui la WWE, al momento, è gravemente priva."

 

"Sarà la mia testardaggine nell'essere old school, ma si sto stufando sempre più di così tanti tag team match fini a sé stessi e dei troppi Triple Threat match che stanno diventando troppo frequenti, perdendo così la propria particolarità e la propria unicità"

 

Fonte: LordsOfPain.net & ZonaWrestling.net

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.