L’ex campione dei pesi massimi della WWE Bill Goldberg é stato intervistato da Jonathan Coachman durante il segmento “off the rope” in onda su Espn Sportscenter.
Dopo aver discusso della sua comparsa nel videogame WWE 2k17 e della sua carriera NFL con gli Atlanta Falcons, il lottatore si é aperto riguardo ad un possibile ritorno in WWE.

Pubblicità

Goldberg ha affermato che la sua relazione con la WWE é stata abbastanza travagliata negli scorsi anni, tuttavia le cose sono cambiate nei recenti mesi. Adesso che suo figlio ha 10 anni, Goldberg ha tutte le intenzioni di mostrargli cosa era e chi era suo padre. Questo é sicuramente il motivo che lo ha spinto ad accettare la collaborazione con WWE 2k17 e il relativo inserimento nel gioco, in modo tale che anche suo figlio potesse vedere il lato eroico di suo padre.
Alla domanda su quali siano i rimpianti e i ricordi più felici della sua breve carriera in WWE, Goldberg ha risposto che si é molto divertito durante il suo stint ma, allo stesso tempo é stato un periodo tumultuoso per lui. Vorrebbe esser stato una persona più matura ai tempi ma é grato dell’opportunità che ha ricevuto e come sia riuscito, in breve termine, a diventare un supereroe per i ragazzini.
Coachman ha inoltre chiesto all’ex WWE come fossero gli attuali rapporti con Vince Mcmahon. Goldberg ha risposto che non parla con Vince da quando ha lasciato il business ma é sicuro che si riparleranno prima o poi, in quanto ormai molte cose sono cambiate rispetto ai tempi. Far parte del videogame, gli ha dato la possibilità di pensare alle cose che in questi anni ha perso, e a cui é mancato.
Infine, alla DOMANDA – che tutti i fans da anni non hanno smesso di chiedere- riguardo al suo possibile ritorno in ring, Goldberg ha risposto che si sta preparando per rispondere a quella domanda da 12 anni. È vero, ormai ha 49 anni e non é più giovane. Ric Flair é riuscito a fare match di calibro nonostante l’età, tuttavia lui non sa se ci riuscirebbe ancora. Ha una moglie e un figlio che non lo hanno mai visto combattere ed é vero che ormai un’intera generazione di ragazzini non sa chi Goldberg sia e, nonostante questo, lui vuole mostrare di che stoffa é fatto. Bill aggiunge che vorrebbe essere nuovamente il wrestler che un tempo tutti conoscevano, tuttavia non vorrebbe mettere a repentaglio la sua legacy, tornando a lottare a questa età. Vorrebbe davvero farlo, ma realisticamente parlando, non sa se sia una mossa intelligente. Continuando L’intervista, Goldberg ha riaffermato che non deve nessuna rivincita a Brock Lesnar visto che lo ha distrutto nel primo match, battendolo. Tuttavia, ha affermato che se dovesse tornare, quello sarebbe IL match. E ha concordato sul fatto che Brock attualmente sia IL wrestler da battere.
Alla domanda su quanto tempo gli ci vorrebbe per prepararsi fisicamente per un suo ritorno sul ring, Goldberg ha risposto di non saperlo ma mai dire mai e se c’è un uomo che può riuscire in questa impresa, questo é lui. “datemi tempo almeno fino alla fine dell’anno, per D**”.

  • “Eh ma il lottato in WWE fa schifo, figuriamoci con la brand extension”

    “GOLDBERG? DATEMELO SUBITO”

    Fate cagare.

    • 3:16

      il lottato non è tutto, altrimenti gente con Hogan non avrebbe avuto il successo che ha avuto.

      • Hogan è lo schifo fatto a Wrestler (e persona pure). Ma erano altri tempi, ancora si era agli inizi con il wrestling a quei livelli, e si badava molto di più all’intrattenimento piuttosto che al wrestling puro.

        • 3:16

          Hogan è il Wrestling in persona, studia un pò la storia del wrestling. Io nel wrestling voglio una storia, lo star power e anche il lottato, altrimenti se voglio solamente vedere gente che fa capriole e voli e e prese a terra guardo il circo o la lotta greco romana

          • Guarda, smetto di andare a scuola per studiare la carriera di Terenzio Bollea, il SOPRAVVALUTATO per eccellenza.
            Comunque, che brutto modo di vedere il wrestling, ti seghi anche su The Rock e Brock Lesnar magari?
            “Zack Sabre Jr.? Chi? Nah, meglio lo STARPAWAH”.

          • 3:16

            Il tuo è un modo malato di concepire il wrestling , un mondo freddo e senza quella emozione che deriva dai grandi personaggi con carisma 1000 volte superiore a Sabre. E si, 100 volte meglio un Match di rock e lesnar che uno di quei “tecnicamente bravissimi , ma carisma 0” dei cruser di Raw . E Grazie agli indie- nazi come te che il wrestling non ha più il fascino di un tempo .

          • Non mi hanno mai chiamato “Indie-Nazi”, è una strana sensazione. Preferisco mille volte un match di Sabre, piuttosto che uno Sting Vs HHH, che, cito testualmente una persona, è stato: “una puttanata colossale di una bega tra vecchi alla bocciofila”.

          • Alessio Massa Micon

            LOL. Hogan non è il wrestling, gente come Flair, Bret Hart e Michaels sono il wrestling.

          • 3:16

            Hogan ha fatto conoscere il wrestling a livello mondiale, gli ha fatto fare un salto al livello successivo in popolarità . Per importanza storica Hogan è il N.1, nessuno sopra lui

  • Contro Nessuno

    Gli passo la bestemmia alla fine. Ma non il fatto del match con Lesnar…

  • The Chosen One

    Dipende da quanta pecunia gli offre Vince.. Se gli danno tipo 1 milioncino o 2 secondo me lotta domani mattina..Anche se non è in grado..

  • koikoioni

    no, aspetta…avete censurato “per dio”? Ma che davvero?

  • wakko

    Moh