Pubblicità

Ecco a voi la review completa di Hell in a Cell, ultimo PPV targato WWE. Nel Main Event abbiamo assistito alla sfida finale fra Brock Lesnar e Undertaker. Chi avrà vinto? Inoltre un avversario misterioso ha provato a strappare la cintura degli Stati Uniti dalle mani di John Cena. Chi è? Sarà riuscito nell'impresa? A dare i voti BazingaHWF.

Pre Show Match: Cesaro & Dolph Ziggler def. King Barrett & Sheamus & Rusev

Sfida tre contro tre di routine, che si rivela un antipasto sufficiente, con la squadra dei beniamini del pubblico che ottiene la vittoria, con una combo Giant Swing di Cesaro e Red Arrow di Neville, ai danni di King Barrett. Nulla da segnalare.

Voto: 6

 

United States Championship Match: Alberto Del Rio vs John Cena (c). Winner and new United States Champion: Alberto Del Rio

La WWE richiama Alberto Del Rio e mette in scena l’Open Challenge più brutta di quelle realizzate da John Cena, che, al contrario, si erano contraddistinte sempre per la loro buona qualità. Cena perde in maniera netta e pulita, al termine di un incontro durato pochissimi minuti. Sta di fatto che l’uscita di scena di John è stata molto strana, forse fatto volutamente e la vittoria di Del Rio, pur in teoria portentosa, non viene percepita come tale, , forse perché arrivata in poco tempo, in un brutto match e in un momento anticlimatico.
La WWE non ha bisogno di Alberto Del Rio, questa è la mia posizione, che ripeto da alcuni giorni. Qualsiasi debuttante di NXT avrebbe suscitato più clamore sia nei fan all'arena, che da casa. A sto punto perchè non dare il job pulito a qualcuno che già avevi in casa e che ha dimostrato di andare over, semplicemente mettendo in scena contese di livello? Il nome è ovviamente quello di Cesaro. L'open challenge era diventato un piccolo tesoro da poter capitalizzare in maniera molto più intelligente.
Nonostante questo, Alberto a Raw mi è piaciuto come ha combattuto, risultando un picchiatore chirurgico, che sa vincere al momento giusto con la mossa giusta, senza ricorrere a sequenze prestabilite. Tuttavia rimango fermo nelle mie idee: un Cesaro al suo posto garantirebbe la medesima qualità, se non maggiore.

Voto: 5

 

Hell in a Cell match: Roman Reigns vs Bray Wyatt. Winner: Roman Reigns

Match, che pur partendo lentamente, ha poi preso velocità ed è stato sicuramente piacevole da vedere, con i due che se le sono date, mettendo anche in scena sequenze divertenti. Roman vince una faida importante, mentre Bray perde l’ennesima di livello, dirottandosi su nuovi lidi. Lo stesso dicasi per Roman, che ha comunque dimostrato di essere un buon performer, a mio avviso ancora non pronto per il titolo mondiale, per il quale si appresta però a battagliare (giustamente in chiave storyline dopo la rivalità vinta e il fatal 4 way vinto).

Voto: 7

 

Tag Team Championship Match: New Day (c) vs Dudley Boyz. Winner and Stille Tag Team Champions: New Day

Ennesima contesa sufficiente, che consegna ai ragazzi del New Day una nuova vittoria, che potrebbe anche chiudere il feud con I Dudley. La conferma è arrivata comunque con l’ennesima scorrettezza, quindi mai dire mai per la possibile fine definitiva della rivalità.

Voto: 6

 

Divas Championship Match: Charlotte (c) vs Nikki Bella. Winner and Still Divas Champion Charlotte

Charlotte vince la battaglia finale con Nikki Bella, che lascerà il posto di prima sfidante a Paige probabilmente. Incontro più che sufficiente fra le due ragazze, costruito abbastanza bene, con una buona logica e con alcuni spot di buon livello. Anche Nikki, spesso criticata fino ad arrivare agli insulti che nulla c’entrano con il Wrestling, ha fatto la sua buona prestazione.

Voto: 6,5

 

WWE World Heavyweight Championship Match: Seth Rollins (c) vs Kane. Winner and Still WWE Champion: Seth Rollins

Finalmente arriva in PPV una vittoria pulita per il campione mondiale Seth Rollins, che sconfigge Kane, al termine di un altro incontro sufficiente. Il Demone è stato il perfetto avversario di transizione, seppur in una storyline a tratti divertente a tratti idiota. Il match è stato studiato bene ed è stato tratto il massimo da quello che potevano dare i due contendenti in questo scontro.

Voto: 6+

 

Intercontinental Championship Match: Kevin Owens vs Ryback. Winner and Still Intercontinental Champion: Kevin Owens

Ennesimo match deludente per i due, che non hanno tutta questa alchimia. Kevin Owens vince, in maniera non proprio pulita, ma vince e si libera finalmente di Ryback, che personalmente non mi è mai piaciuto. Si spera adesso che il campione riceva un trattamento più rilevante a Raw, già il Main Event dell’ultima puntata è un buon segno, sperando inoltre che il prossimo sfidante sia di buon livello, in modo tale da poter garantire una buona storyline e degli incontri di spessore. Onestamente vedendo la qualità elevata del roster non ci vorrebbe molto a selezionare un avversario di qualità. I due titoli secondari adesso sono in mano a due heel: curioso di vedere come si evolveranno entrambe le situazioni.

Voto: 5-

 

Hell in a Cell Match: Brock Lesnar vs Undertaker. Winner: Brock Lesnar

Ottimo incontro, raccontato in maniera egregia dai due protagonisti, il cui starpower straborda da tutti i loro pori. L’incontro è stato violento, con Taker che ha dato tutto quello che aveva per poter vincere, ma con un Lesnar che è apparso a tratti in difficoltà, ma non è mai stata data l’idea che potesse realmente perdere, scelta giustissima. Il sangue, che per me non è una cosa essenziale, anzi tutt’altro, in questo caso ha dato un piccolo tocco in più al match. Brock Lesnar alla fine ricorre al Low Blow, in maniera legale a differenza di quanto fece Undertaker in quel di Summerslam, restituendo così il torto del PPV estivo. Vittoria che pone fine a questa epica rivalità, dalla quale il Deadman ne esce fortemente umanizzato, pur rimanendo un’entità superiore. Lesnar gli ha tolto la Streak, lo ha fatto cedere a Summerslam (pur non vincendo) e lo ha definitivamente abbattuto a Hell in a Cell. La Bestia si colloca prepotentemente al top e sarebbe quasi assurdo se in futuro non dovesse puntare nuovamente al titolo mondiale. Il finale con Bray Wyatt è ok. Si profila una sfida a squadre contro la Family, che darà la passerella alle Series a Taker, per i venticinque anni di carriera. Chi saranno i suoi compagni? Kane ovviamente… e poi? Orton? Ryback? Chris Jericho?

Voto: 8

 

PPV: Evento sufficiente, con un ottimo Main Event e contese godibili durante tutto il corso di svolgimento della kermesse, esclusa la delusione Ryback/Kevin Owens e la sorpresa amara nell’Open Challenge.

Voto PPV: 6,5