Come vi abbiamo riportato pochi minuti fa, la vedova di Nelson Frazier jr, Cassandra Frazier, ha presentato nella giornata di ieri una causa legale nei confronti della WWE, ad un anno esatto dalla morte del marito. Adesso è possibile leggere online, tramite PDF, le 124 pagine della causa in questione. Eccone un breve riassunto:

Pubblicità

 Al suo interno innanzitutto vi sono riferimenti alla morte di Chris Benoit e alle dichiarazioni di CM Punk nel podcast di Colt Cabana. Cassandra inoltre sostiene che la morte del marito sia il risultato dei numerosi infortuni subiti durante il periodo di lavoro per la WWE. In particolare si parla di un numero elevato di commozioni cerebrali e di altri danni ritenuti permanenti e disabilitanti. La Frazier inoltre accusa la WWE di nascondere molte informazioni mediche e di non comunicare ai suoi dipendenti quali siano le loro reali condizioni di salute. 

Al defunto si erano formati dei grumi permanenti all'interno della testa, a causa di ferite e cicatrici mal curate e trattate. Inoltre la causa sostiene che Frazier jr avesse diversi sintomi di malattie neurologiche e diversi altri problemi all'encefalo, come ad esempio numerose emicranie, che poco prima di morire erano molto soventi. Sempre secondo quanto riportato dalla causa legale, Frazier aveva iniziato a soffrire di depressione. Ecco un piccolo estratto letteralmente tradotto: "Frazier ha subito gravi e permamenti danni al cervello a causa del suo periodo di lavoro in WWE e, nonostante quando sia morto versava in una profonda crisi economica, ha dovuto pagare in contanti tutte le spese mediche antecedenti al decesso."  

Si evince inoltre che anche adesso la famiglia Frazier non viva una situazione economica florida, ma nonostante questo, sta procedendo ugualmente nell'intentare una causa alla WWE.

È da ricordare che, dopo l'abbandono della WWE, Nelson Frazier jr ha comunque continuato a svolgere l'attività di pro wrestler, anche nel 2014, anno della sua morte.

Fonte: LOP.net & Zonawrestling.net