Questa mattina la WWE ha rilasciato il “Q4 2016 Financials” e ha annunciato che gli incassi dai live event hanno registrato un aumento del 16% rispetto all’anno precedente. Quest’anno la compagnia ha guadagnato 144.4 milioni di dollari dai live event rispetto ai 124.7 milioni del 2015. Questo dato è dovuto a un aumento del 9% del prezzo dei biglietti degli eventi nel Nord America (Wrestlemania inclusa), un aumento nelle vendite degli show all’estero e un tour più esteso per il brand di NXT. La compagnia ha tenuto 15 eventi aggiuntivi di NXT, di cui 8 nel mercato internazionale.

Pubblicità

Riguardo ai proventi degli ascolti televisivi, la WWE ha annunciato un aumento del 23%, guadagnando ben 68.6 milioni di dollari rispetto ai 55.6 milioni dell’anno precedente.

FONTE411mania & Zonawrestling
Personaggio che è entrato a far parte del mondo oscuro del wrestling web dal 2014. Reporter, newser, blogger precario presso Zonawrestling. Quando non parla di wrestling è uno studente universitario disperato presso la facoltà di Economia Aziendale. Terrone DOC, ma guai a toccargli la Juventus. Federazioni seguite: WWE; TNA; Lucha Underground; PWG; NJPW; PROGRESS
  • giovy2jpitz

    Capito perché continuano a pushare Roman Reigns? Perché questi dati dicono che lavorare in questo modo aumenta i guadagni, fosse anche perché la gente vuole vederlo perdere. E’ questo vale per tutte le cose che non piacciono ma loro si ostinano a presentare.

    • NM Punk

      Perfetta analisi, questa News risponde a tutto.

    • Daken Akihiro

      ma al solito infatti, alla fine chi dà soldi? lo smark/smart adulto o il bimbo mark che si beve tutto e chiede i soldi ai genitori?

      • Simone Giuliani

        Ricordiamo che un buon 40% degli adulti guarda i programmi gratis via streaming, quindi se li guardano o no non cambia nulla.

        • Daken Akihiro

          appunto

          • Alberto Iizuka

            Però c’è da dire che è un discorso limito. In realtà la WWE cerca e riceve soldi da tutti. In questo si vede il tentativo di differenziazione del buquet offerto dal Network. Se da un lato negli show generalisti si cerca di fideizzare una o più fascia di utenza potenziale, vi sono altri settori che vengono attratti da un wrestling più qualitativo presente in prodotti come il CWC o Nxt o classico con gli archivi. Il tutto ad un prezzo ragionevole.
            Se riescono a creare una fideizzazione maggiore il discorso cu chi spende di più è relativo.

          • Daken Akihiro

            sì, ma se conti il lato di grande vendita, è il mark che conta, è quello che partecipa alle iniziative social, quello che compra più merch dei face, quello che presenzia di più ai live event, quello che compra i ppv che sono un grosso guadagno… solo ora diversificano il prodotto per attirare una parte di mercato che gli sta sfuggendo

          • Alberto Iizuka

            Infatti, quello è il cliente fidelizzato che ti coccoli e a cerchi di offrire il meglio perchè a medio-lungo periodo ti garantisce una base solida di guadagno. Con l’ampliamento del prodotto si cerca di fare un discorso simile ma con contenuti diversi dove comunque puoi cercare di crearti uno zoccolo duro da cui introitare, anche solo da un mercato “di nicchia”. So’ soldi comunque 😀

    • Simone Giuliani

      Che poi, bisognerebbe fare un discorso sul fatto che i push a Reigns sono ormai una presa per il culo al pubblico, dato che arriva sempre a un passo dal vincere e poi perde.

  • Eddie Guerrero

    un buon guadagno per la WWE, però devono offrire un prodotto migliore per quanto riguarda Raw.