Si è molto parlato del controverso finale del match tra Randy Orton e Brock Lesnar di domenica scorsa a SummerSlam.

Pubblicità

Come è noto, la contesa è terminata per KO tecnico dopo che Brock Lesnar ha colpito con furia alla testa l’avversario, fino a farlo sanguinare, causando anche la reazione nel backstage di Chris Jericho, che avrebbe accusato Lesnar di aver esagerato.

Sembrerebbe che quello di una settimana fa non sia stato il primo episodio in cui la tensione tra Jericho e Lesnar sfociasse in uno scontro. Già durante la Royal Rumble il canadese avrebbe fronteggiato Lesnar nel backstage, venendo colpito da diversi pugni. Anche Alberto Del Rio sarebbe stato colpito alla schiena durante lo scontro. Del Rio è uno dei personaggi più apprezzati nello spogliatoio.

Sembra che ci fosse Jericho dietro la frecciatina di Orton a Lesnar durante Battleground, quando in un promo la vipera disse sibilinamente “No enhancements required”, traducibile come “Senza bisogno di aiutini”. Il riferimento, evidente, era ai test antidoping falliti dal Lesnar prima di UFC 200.

Alcune fonti che hanno cercato di ricostruire la lite di SummerSlam avrebbero riferito che Jericho ha cercato di ottenere informazioni sul match da Michal Hayes ma non ottenendo molto abbia detto “This is bullshit!” e che Lesnar si sia arrabbiato pensando che fosse riferito alle sue azioni sul ring. Sarebbe quindi stato questo malinteso a far scattare la scintilla tra loro.

Altre fonti dicono che sarebbe stato Lesnar ad insultare Jericho, chiamandolo fighetta e invitandolo a farsi i fatti suoi. Jericho avrebbe risposto e così i due sarebbero arrivati al faccia a faccia. Lesnar avrebbe infatti spinto via Jericho e il canadese avrebbe risposto. Si sarebbe arrivati quindi a quello che è stato riferito nei giorni scorsi, con Lesnar con i due contro il muro e Lesnar che invitava Jericho a baciarlo o schiaffeggiarlo.

Un’altra versione della storia è che Lesnar si sia messo le mani dietro laschiena sfidando Jericho a colpirlo. Triple H ha cercato di dividerli e quindi è arrivato Vince McMahon ad intimare ai due di essere professionali, spiegando che quanto accaduto sul ring, anche dopo il match, era stato deciso a tavolino. Secondo questa versione Jericho era per conto suo quando Lesnar lo ha provocato, o almeno così avrebbe detto Triple H al Chairman.