Chirs Jericho ha recentemente rilasciato una lunga intervista a Digital Spy. Di seguito trovate le parti più interessanti:

Pubblicità

 

Cosa pensi della fine della Streak e come pensi che questa sia potuta arrivare?

“Mi è piaciuta, ho pensato fosse grandioso. Ero legittimamente scosso, ne parlavano tutti. Penso che sia stato scelto il ragazzo giusto, molto credibile. Come molte persone, fans e giornalisti anche io credo che Undertaker non abbiamo molti match davanti a se. Magari non vorrà più lottare. Magari sa di non poter dare più il suo contributo.”

“È pesante e ti logora fisicamente lottare così, poi farlo una volta all’anno… Non vorrei mai dover lottare solo una volta all’anno. È anche più pesante che lottare 200 volte all’anno, il tuo corpo non è abituato. Più invecchi, più diventa dura e più dolore senti.”

“Magari Undertaker ha deciso così: ‘Non voglio più doverlo fare’. Molti fans sperano di vederci lottare fino a 90 anni, fino al giorno della nostra morte, fino a quando non esplodiamo in una polvere di stelle sul ring. A volte devi prendere questo tipo di decisioni.”

“Brock era il ragazzo giusto, penso sia stato fantastico. Avrei odiato, odiato, odiato se Undertaker si fosse ritirato senza una sconfitta a WrestleMania. Penso sarebbe stato un finale orribile, sono davvero contento che la Streak sia stata interrotta.”

 

Pensi che Bryan, ora che ha le cinture, sarà in grado di mantenere e magari accrescere il proprio successo?

“Non lo so, è qualcosa che dovreste chiedere a lui. Ho sempre saputo che sarebbe arrivato a questo livello, che sarebbe arrivato al top per tutto quello che aveva fatto prima in altre federazioni. Non è stata una sorpresa per me.”

“Sarà in grado di reggere? Credo dipenda da lui, da come sarà bookato ma sono sicuro che abbia le qualità per continuare a lungo. È una grande performer, ha una grande connessione con i fans. Dopo averlo visto patire a lungo, ora vedono il suo sogno realizzato. Spero che continuino a supportarlo così ancora a lungo.”

 

Cosa pensi dei rumors su un possibile ritorno di CM Punk?

“Non lo so amico, chi lo sa. È una domanda alla quale solo lui può rispondere. Per me, se non è ancora tornato allora… Ho lasciato la WWE per due anni  e mezzo nel 2005. L’unica differenza è che io lasciai a contratto terminato, però sparii anche io, non ne potevo più. Non ce la facevo più, non mi interessava continuare a far parte di quel mondo, ero infelice. So cosa significa.”

“Non avevo intenzione di tornare. Due anni e mezzo dopo, però, vidi Shawn Michaels vs. John Cena a WrestleMania 23 e quel match mi diede la carica giusta per tornare, però ci ho messo due anni e mezzo prima di tornare.”

“In definitiva la mia risposta è ‘Non lo so’, però so cosa si prova. Mi ci volle tanto tempo prima di rientrare, credo di aver avuto la stessa età che ha Punk oggi. Magari starà passando quello che ho passato io e, dopo qualche anno, tornerà.”

 

Cosa ne pensi di un possibile arrivo di Sting in WWE?

“Personalmente non ho una vera opinione in merito. Se arriverà in WWE, bene per lui, grandioso. L’ho visto un paio di volte in TNA e più o meno sai quello che potrebbe fare in questo momento. È una leggenda, averlo in WWE per la prima volta sarebbe grandioso ma, dopo due o tre settimane, cosa gli fai fare?”

“Se sei un suo fan sfegatato allora potrebbe essere figo, per me, non importa se arriva o meno; se è questo quello che vuole fare bene per lui, spero si faccia vedere. Se non è così, non credo che farebbe tanta differenza per il business WWE. Non siamo più nel 1998.”

 

Parlando di te, stai programmando uno dei tuo clamorosi ritorni?

“Anche se fosse, non te lo direi! Abbiamo un accordo aperto, io e la WWE, dove ci siamo accordati per un mio ritorno in futuro… Amo il wrestling, lo amerò per sempre. Sono molto impegnato ora.”

“Ho un sacco di cose per le mani. Quattro o cinque anni fa ho realizzato che non avrei lottato per sempre, che non avrei voluto lottare per sempre e che non ne sarei stato in grado. Il giorno in cui non potrò avere un match che reputo degno per Chris Jericho, non lo farò. Può essere ora come può essere tra dieci anni, ma una volta smesso di lottare cosa farò?”

“Quando i tempi saranno maturi, sia per me che per la WWE, ritornerò. Sicuramente non sono li ad aspettare che ritorni Chris Jericho, hanno tante altre cose a cui pensare. Cosa farò quando tornerò?”

“Ho parlato con la federazione a Novembre per un mio ritorno a Gennaio, ma nessuno dei due era veramente d’accordo su quello che avrei fatto, non in termini cattivi sia chiaro. Per esempio, non sapevamo come inserirmi a WrestleMania.”

“Vediamo: c’era il ritorno di Batista, il ritorno di Brock, il ritorno di Undertaker, il ritorno di Hulk Hogan: poi c’era Bray Wyatt, c’era lo Shield, c’era Cesaro e c’era Daniel Bryan. Dove mi avrebbero potuto inserire?”

“La gente era tutto un ‘Tornerai per la Andre the Giant Battle Royal?’ Assolutamente no. Non sarei mai tornato per quello. Non che ci fosse qualcosa di sbagliato, ma vogliamo veramente far tornare Chris Jericho, un sei volte campione del mondo, e vederlo in una Battle Royal? Non avrebbe avuto senso. Doveva essere qualcosa che, nella mia mente, avrebbe avuto senso.”

“Questo non vuol dire che tornerò solo per lottare per il titolo del mondo, tornerò e lottero con chiunque, ma dovrà esserci una storia ben costruita e una motivazione ben delineata. Se non sarà così, non tornerò.”

“Lo stesso vale per la WWE, come ho già detto, abbiamo un buon rapporto ma il progetto deve funzionare anche per loro, se non funziona non se ne fa nulla. Quando il tempo sarà maturo, tornerò. È molto semplice.”

 

Fonte: LordsOfPain.net | Traduzione a cura di ZonaWrestling.net