Secondo quanto riportato dalla Newsletter del Wrestling Observer, la vicenda dell’addio di Mauro Ranallo è molto più articolata di come la si è dipinta fino ad ora.

Pubblicità

Malgrado le smentite, è stata fino ad ora opinione comune che il commentatore di SmackDown sia stato costretto all’addio a causa dell’atteggiamento prevalicante del collega JBL. Il retweet di un vecchio match shoot in cui JBL aveva la peggio, aveva infatti fornito la simbolica comferna della situazione ed i cori inneggianti al licenziamento di JBL si erano sprecati.

Sembra però che il buon Mauro Ranallo non avesse problemi solo con l’ex campione del mondo JBL. Pare che Vince McMahon abbia trovato davvero tedioso lavorare con lui, a causa del modo di commentare troppo diverso dai suoi canoni. Inizialmente l’idea della compagnia era di contrapporre lo stile di Ranallo a quello di Michael Cole, proprio per marcare una certa differenza tra i brand di Raw e di Smackdown, eppure poco dopo la compagnia ha chiesto a Ranallo di avvicinarsi al modo di commentare del collega. L’inserimento di Tom Phillips al fianco di Ranallo è stato un tentativo di correggere il tiro.

Le cose sono andate peggiorando, con Mauro preso di mira da questi presunti scherzi. Visto come “strano” dal backstage. Inoltre, a detta di Dave Meltzer dell’Observer, la produzione è stata riempita di persone “emotivamente ancora alle superiori”.

Le frecciatine di JBL a Mauro Ranallo andate in onda durante Bring It To The Table, sul WWE Network, sono state la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Pare che il tutto fosse stato preparato prima e che si sia discusso prima dello show su cosa dire e cosa non dire.

  • Davide Giacoia

    In prima elementare ero più maturo di questi.. Ha fatto bene a cambiare aria..

  • Mich Catinari

    Se davvero è andata così, complimenti a tutti: avete fatto sì che se ne andasse il miglior commentatore della WWE dai tempi di Joey Styles.
    Tenetevi Tom Philips e Byron Saxton, chissà che ci trovate in loro.

    • Contro Nessuno

      Ed O’Tanga.
      Tom non mi sembra malaccio…

      • Mich Catinari

        Eh purtroppo nell’ambito dei commentatori vado a gusti soggettivi. Purtroppo non sopporto Philips, mentre i miei preferiti di sempre sono Styles, Jim Ross e fino alla sua dipartita anche Ranallo

        • Contro Nessuno

          Però Tom se la cava meglio rispetto a David e Byron…

    • The Chick Magnet

      Semplice, sono monotoni e non emergeranno mai su JBL e Cole.

      • Mich Catinari

        Che già sono sulla sufficienza

    • FutureIsNow

      Ci trovano il fatto di mettersi a novanta e fare in tutto e per tutto quello che dicono loro. Ranallo era un lusso per questa federazione a livello di commento e l hanno costretto ad andare via

  • King Cuzzy

    Wow, che uomini duri

  • Contro Nessuno

    Che strano….ahahahah c’era da aspettarselo…
    Che poi Vince è il capo….quindi era anche logico…

  • The Architect

    Meglio lo stile di Cole infatti, parole dette e ridette da quasi 15 anni in tutte le sue telecronache.
    Bah, senza parole veramente.
    Onore a Mauro, schifo per tutti gli altri implicati in questa faccenda.

  • ChristianPeeps

    Ecco perchè nessuno ai piani alti si è contrapposto.
    Vince odia?
    Tutto il backstage deve odiare.
    Punto.

    • Cole

      Vince è un dittatore, lo sanno tutti.

    • Francesco “Red Monster”

      Eh purtroppo va così, vai a metterti contro a un colosso umano del genere

      • Nicolas Anedda

        Ci rimette soltanto, però a quanto pare preferisce avere la sua schiera di cagnolini che obbediscono senza se e senza ma. Avesse un po’ più di cervello e se fosse più maturo, licenziando tutti i suoi “Yes man” e assumendo persone che anche se gli vanno contro fanno bene il loro lavoro, fatturerebbe molto di più.

  • Stex14

    In tutta questa storia vergognosa e a tratti veramente bambinesca a perderci è la stessa WWE visto che in questo momento i 2 show principali della federazione hanno un commento da martellate nei cosidetti dove si salva il povero Graves accerchiato da mèrda.

  • Cole

    ‘comferna’, Calò implacabile. Comunque, si vede che a Vince piacciono i commentatori noiosi, Ranallo ha fatto bene ad abbandonare la baracca.

  • #JBLisinnocent

  • Fringe

    Praticamente a Vince non piaceva il suo modo di commentare ma lo ha messo comunque sotto contratto come commentatore principale di SD e del CWC? Idee chiare

  • Francesco “Red Monster”

    Meglio per Ranallo a questo punto, evidentemente non era ambiente in cui lo sono riusciti a far adattare, ma ripeto meglio per lui perchè merita molto ma molto di più!

    • Daken Akihiro

      direi che ha già dimostrato ampiamente il suo valore in Pride; mi piacerebbe tanto la NJPW lo prendesse come commentatore americano

      • Francesco “Red Monster”

        Sarebbe fantastico

  • Cole

    Celeste ha inventato il bullismo.

  • Eddie Guerrero

    ma veramente avete fatto, boh c’è da vergognarsi a fatto bene Ranallo ad andarsene via che merita di meglio ma molto molto di meglio, in WWE sono https://uploads.disquscdn.com/images/bd58b113ded1d926b21c5a0ce8e560dff4dd7e85d9103a0973ace0b1884ce5bf.gif

  • bestsincedayone

    Ranallo fa un commento molto “sportivo”, non mi sorprende che non piacesse a Vince. mi piacerebbe vederlo alla ROH *_____*

  • JohnMorrison96

    ….Cioè…. commentate voi, io sono a Parigi-

  • Redi Boka

    se vince non sente abbastanza what a kick o tutte le altre boiate che cole continua a rifilarci non è contento

  • Alberto Iizuka

    Doveva andarsene già solo quando gli han detto di avvicinarsi al commento di Cole. Un po’ come chiedere a Rugani di avvicinarsi allo stile di gioco di Ajeti.

    • Matt16

      Ajeti no dai…diciamo Rossettini xD

      • Alberto Iizuka

        Paragonare Cole a Rossettini sarebbe insulto troppo grave per il secondo.

        • Matt16

          Oddio…siamo lì eh xD

  • Ah quindi è proprio Vince che non vuole un commento serio e ben fatto.

  • Luca Petrillo

    Per curiosità, che cosa aveva detto JBL a Bring it to the table?

  • Tony Dillinger Terry

    Fermo restando che anch’io ho trovato esagerato ed immaturo il tutto nei confronti di Ranallo, io sinceramente preferirei come prima voce uno con lo stile versatile di Cole, Striker, Mathews, Taz e altri.

  • MirkoTheLegend

    Il nonnismo e le manie di grandezza sono aspetti tipici di un miliardario

    • Nicolas Anedda

      Non in questo caso, McMahon è troppo vecchio e ha il cervello (sia come idee lavorative che come pensiero sulla vita) fermato agli anni ’70; vuole ancora comandare e gestire gli affari grossi quando (vedi Roman Reigns) non ne è più in grado. Promuove sempre i suoi “stampi di Hulk Hogan”, big man che oltre ai soliti gridi sul ring sono mediocri, discrimina palesemente atleti sotto il metro e ottanta, non importa se sono mostri sacri sul ring e al microfono (vedi WrestleMania 30, Bryan si trovò nel Main Event grazie alle continue pressioni del pubblico, per Vince il Main Event era Orton VS Batista). Ha semplicemente la fortuna di avere un pubblico molto partecipe, che spende (io compreso) un sacco di soldi per la WWE, ma se accettasse di vivere in un epoca in cui ormai il suo sistema non funziona più, se al posto di difendere i suoi “protetti” decidesse in base alle qualità professionali di un atleta/commentatore/produttore ecc.., fatturerebbe molto di più e il prodotto sarebbe migliore.

      • Newsted Head

        Invece per me se Vince decidesse in base alle qualità professionali dei suoi dipendenti il prodotto sarebbe sicuramente migliore ma fatturerebbe di meno perché purtroppo la WWE si regge ancora soprattutto grazie ai fan casual.E lo dico da fan che sarebbe felicissimo se la tua teoria si avverasse eh