Ha fatto tanto discutere il finale del match tra Randy Orton e Brock Lesnar di una settimana fa a SummerSlam.

Pubblicità

Randy Orton è stato colpito alla testa da Lesnar con i gomiti fino a farlo vistosamente sanguinare. In tanti, persino Chris Jericho, si sono chiesti se fosse stato tutto previsto o meno, ecco finalmente la risposta a questa domanda.

Secondo quanto riportato dal Wrestling Observer, l’idea degli autori della WWE è stata quella di creare una situazione in cui non si capisse se il finale fosse vero o frutto di un copione. Orton non sapeva nulla si questa idea fino a quando non si è tenuto il meeting pre-show, poche ore prima del PPV.

Per realizzare uno scenario del genere, si era pensato di far risultare Lesnar molto più forte di Randy Orton, così che a fine match sembrasse che l’ex campione UFC avesse esagerato, andando fuori copione.

Questa idea ha però trovato una certa resistenza da parte di diverse partecipanti al processo creativo. L’idea che ha prevalso è stata quella che abbiamo visto andare in onda alla fine. A Randy Orton è stato detto che Brock Lesnar sapeva come usare i gomiti per farlo sanguinare senza fargli male. Orton ha fatto quindi quello che gli è stato chiesto, rimanendo a terra per dare l’idea di essere sopraffatto dall’avversario. Gli unici che probabilmente non erano stati avvisati dell’accaduto erano l’arbitro ed i membri dello staff medico.