Nella notte tra ieri e oggi…

Pubblicità

TJ Perkins si è aggiudicato la prima edizione del Cruiserweight Classic e, contestualmente, si è laureato primo WWE Cruiserweight Champion, battendo Gran Metalik (noto in passato come Mascara Dorada) nella finale del prestigioso torneo.

Matt Hardy ha tenuto a complimentarsi con il lottatore di origini filippine, sia pur a proprio modo, assecondando la propria “Broken brilliance”:

“Grande vittoria per TJP.

Chiamerò come lui la prossima scimmia del mio zoo personale in suo onore.”

Ovviamente, il tweet è un chiaro riferimento a una scena di Delete Or Decay, il sequel della celeberrima Final Deletion, in cui Matt Hardy chiama le scimmie del proprio zoo con i nomi di lottatori specializzati nello stile high-flying, soprannominati in gergo, per l’appunto, “spot mokeys”, tra cui DJ Z, Andrew Everett e, soprattutto gli Young Bucks o, come direbbe “The Broken One”, “The Bucks of Youth”.

 

FONTETwitter.com & ZonaWrestling.net
ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.