La dirigenza della WWE ha comunicato al settore Merchandising l'intenzione di non mettere sul mercato altro materiale riguardante Brock Lesnar oltre a quello già in vendita; inoltre, la stessa direttiva dispone che gli eventuali prodotti già ideati per "The Beast Incarnate" debbano essere "riconvertiti" per Sheamus. Da questa comunicazione emergono, dunque, due indicazioni: da un lato, è in programma un push per l'irlandese, una volta che questi avrà risolto i propri problemi fisici. Dall'altro, l'attuale WWE World Heavyweight Champion pare essere sempre più lontano dalla federazione di Stamford; la convinzione più diffusa all'interno del backstage è che Lesnar lascerà la WWE dopo Wrestlemania 31 e che, con ogni probabilità, torni a lottare nelle MMA, anche se non è chiaro in quale federazione. Lesnar, quindi, si trova dinanzi ad un bivio che potrebbe condurlo alla permanenza in quel di Stamford, al clamoroso ritorno in UFC o al, forse, ancor più sorprendente debutto in Bellator.

Pubblicità

 

 

Fonte: LordsOfPain.net & ZonaWrestling.net

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.