Di seguito alcuni estratti dell'intervista di Paul Heyman rilasciata a Ring Rust Radio.

Pubblicità

Sulla sfida Cena-Lesnar: "Abbiamo in serbo una sconfitta senza precedenti, come lo è stata quella sull'Undertaker. E' l'ultima occasione per i fans di Cena di vedere il proprio beniamino. E non è un esagerazione. Basti pensare a come Lesnar ha ridotto il becchino senza alcuna distrazione, controversia o interferenza esterna, dopo che per 21 anni nessuno era riuscito a strappargli più di un conto di due. L'undertaker non si è fatto più vedere, e la stessa cosa accadrà anche a Cena."

Su quali potrebbero essere i successivi avversari per Lesnar: "Io immagino Lesnar che difende il titolo contro tutti i possibili sfidanti. Siano essi Orton, Rollins, Reigns, Ambrose, Big Show o Daniel Bryan, tutti quanti devono capire che non si tratterà solamente di strappare una vittoria fortunata, ma di riuscire a conquistare il titolo dalla bestia. Conquistarlo nello stesso modo in cui Brock lo farà su Cena, mandandolo al tappeto con una F-5 talmente feroce, che Cena non capirà neanche che cosa lo ha colpito, privandolo anche della dignità di essere campione."

Riguardo i suoi promo: "Per dare vita ai miei promo, studio qualunque possibile promo in qualunque ambito. Quando ero ragazzo, ad esempio. guardavo mio padre, che faceva l'avvocato nel Bronx, presentare i casi alla giuria. Ora io sono l'avvocato del mio cliente, e il WWE Universe è la giuria. C'è da imparare tantissimo da chiunque: il modo in cui viene tenuto un microfono, il linguaggio del corpo e ogni minimo cenno che viene fatto con la testa o con gli occhi è fondamentale per dimostrare il desiderio di convogliare il proprio messaggio al pubblico. Io faccio del mio meglio perchè sono in competizione con ognuno di loro per essere il migliore al microfono."

In merito ad Undertaker : "Non lo so se farà un altro incontro. Non lo so davvero. Non lo so nè come personaggio in ring, nè come uomo. Non so cosa stia pensando, e non so come potrebbe reagire ad un possibile ritorno. Non ho visto l'Undertaker dopo il match. E' letteralmente collassato a terra appena ha chiuso la tenda dello stage dietro di sè. Lo hanno subito caricato in ambulanza da una rampa che c'era lì di fianco, ed è stato immediatamente portato in ospedale. Non è una storyline. E' quello che è accaduto realmente. Non lo so come si senta in merito a quello che è successo. Non lo so se lui abbia voglia andarsene in questo modo, se sia effettivamente tutto quello che avesse da dare dopo la rottura della streak. Sarà ovviamente una sua decisione personale."

Fonte: LOP.net & ZonaWrestling.Net