Intervistato recentemente da "Pough Keepsie Journal", Paul Heyman ha rilasciato diverse dichiarazioni riguardo Wrestlemania e la WWE. I dettagli dopo il "leggi tutto".

Pubblicità

Tu hai lavorato con Brock Lesnar ed Undertaker (con la gimmick di Mean Mark in WCW) nei loro primi giorni nel business, confrontaci i loro esordi.
"Vengono da inizi molto diversi. Undertaker era un atleta fenomenale, necessitava solo di qualcuno con una visione a lungo raggio in grado di modellarlo e promuoverlo. Non sarebbe successo in WCW. Vince McMahon vedendo questo pezzo di argilla informe ha realizzato che aveva davanti uno dei perormer più duraturi di questa e di qualsiasi altra generazione, un performer da preservare e su cui costruire attorno una compagnia. Brock Lesnar è arrivato in WWE con la credibilità di un campione della NCAA Divsion. (…) Tutta la WWE si è messa a sbavare, conscia dell'opportunità di grandi incassi, quando si è resa conto che era possibile ingaggiare Brock Lesnar, un atleta unico al mondo."

 

Per te cosa rende Undertaker vs Brock Lesnar un match da non perdere?
"Prima di tutto la Streak di Undertaker la storyline di Wrestlemania più intrigante, per la sua importanza storica e per lo spessore che avrà nel futuro. Dobbiamo riconoscere che se Lesnar dovesse sconfiggere Taker a Wrestlemania questo non cancellerebbe le sue 21 vittorie consecutive in 21 apparizzioni. Nessuno può affermare di avere un tale record: Stone Cold, John Cena, The Rock, Hulk Hogan, Andre the Giant e neppure Brock Lesnar. Penso che la grandezza di questa impresa non si potrà mai sminuire. Mi sembra interessante questa situazione in cui Lesnar non ha la necessità di dover vincere, invece Undertaker non deve assolutamente perdere."

 

Non sentiamo molto spesso le opinioni dirette di Lesnar. Cosa significa questo match per Lesnar e cosa significa per te?
"Devo dire che ogni volta che ascoltate Paul Heyman state in realtà ascoltando il pensiero di Brock Lesnar, in quanto suo difensore. (…) È l'opportunità di lasciare un segno indelebile nello Showcase of Immortals. È il vero biglietto per l'immortalità a Wrestlemania. (…)"

Moti fan pensano di non essere considerati, questa situazione è stata sfruttata per creare una delle storyline principali. Pensi davvero che i fan non siano ascoltati dalla federazione e cosa cambia dal pubblico di oggi a quello di qualche anno fa?

"(…) Se gran parte di questa Wrestlemania è stata costruita attorno alla possibilità che Daniel Bryan, dopo aver sconfitto Triple H, possa arrivare a competere nel main event, qualcuno per favore mi spieghi come è possibile che non siano stati ascoltati i fan. Cosa c'è da rimanere delusi?"

 

Non capisco perché il pubblico reagisce in quella maniera durante gli show, incitando cose a caso come durante il Raw di Brooklyn. Basti pensare al Raw dopo Wrestlemania dell'anno scorso.

"So esattamente cosa è successo in quelle occasioni. Il pubblico recita il suo personaggio, eseguendo un promo della durata dell'intero show. La platea ha dimostrato a tutto il mondo che il posto migliore dove trovarsi il giorno dopo Wrestlemania era in mezzo a quella splendida folla. (…)"

Questo dvd su Paul Heyman su cui stanno lavorando ha le potenzialità per essere incredibile. Raccontami qualche impressione.

"Non conosco molte cose. Penso che la WWE stia cercando di trovare qualche scheletro nel mio armadio. Non gli serve scavare tanto a fondo. Sarà un'istantanea di Paul Heyman a 48 anni, la quale è diversa da una di quando avevo 38 anni e che, a sua volta, è diversa da una di quando avevo 28 anni. (…) È un'immagine di Paul Heyman a questo punto della sua carriera, una svogliata riflessione su cosa ha compiuto ed uno sguardo alle cose da fare nei prossimi anni."

Voglio chiederti qualcosa su qualcuno con cui hai avuto una serie di divertenti interazioni in tv: Renee Young. Penso che lei sia la migliore intervistatrice da backstage dai tempi di Mean Gene Okerlund.
"Sono un grande fan di Renee Young. Penso che Renee potrebbe presentare il Super Bowl, le finali di Stanley Cup, il Game Seven delle World Series, le intere World Series e le finali NBA. Siamo fortunati da averla nella nostra programmazzione. Aggiungendo il fatto che lei è innamorata persa di me, penso che Renee Young sia la più grande intervistatrice della storia della WWE. Riesce a dare una credibilità come nessun altro intervistatore."

Hai avuto la possibilità di dare un'occhiata al WWE Network? Ci sono segmenti, di cui non hai fatto parte, che vuoi vedere? Ci sono personaggi dimenticati che oggi potrebbero avere appeal?
"Non sono tipo che guarda i filmati di archivio. Li evito consapevolmente. Non è una cosa di mio gradimento. Mi piacciono tutte le cose moderne, mi piacciono i pre-show ed i post-show, per me quelle sono le cose interessanti del Network. I miei bambini sono sbalorditi dai filmati d'archivio. (…) "

 

Raccontaci della tua visita ad NXT ed al Performance Center. Come influenzeranno l'industria del wrestling?

"Saranno molto influenti. Esclusa qualche eccezione, tutti i WWE Champion, tutte le future superstar di Raw, tutte le superstar più importanti di SmackDown, tuti i futuri main eventer di Wrestlemania, tutti i futuri Hall of Famer passeranno dalle porte di NXT. Vado là perché voglio trovare chi è il talento che posso sfruttare allo stesso modo in cui ho sfruttato Brock Lesnar negli ultimi 12 anni."

 

Fonte: PoughKeepsieJournal.Com & ZonaWrestling.Net