Sting non prenderà parte alla Royal Rumble; infatti, nonostante il sogno di diversi sostenitori di "The Icon" sarebbe quello di vedere figurare il proprio beniamino tra i partecipanti "a sorpresa" a cui la Battaglia Reale, da sempre, ci ha abituato, l'ultima notizia inerente ai piani della WWE per il lottatore di Venice Beach riferisce che questi dovrebbe soltanto andare a Wrestlemania 31 contro Triple H. Tuttavia, essa risale all'arrivo di Sting in WWE e, quindi, a novembre, e non si sa se, nel frattempo, qualcosa possa essere cambiato nelle menti dei writer di Stamford.

Pubblicità

 

 

Fonte: LordsOfPain.net & ZonaWrestling.net

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.