Kevin Nash e Scott Hall prenderanno parte all'house show che si terrà al Madison Square Garden il 27 febbraio; nulla di eclatante, certo. Tuttavia, la presenza dei due "Outsiders" alla celebre arena ha un che di particolare in quanto segna il ritorno di entrambi al MSG per la prima volta dal cosiddetto "Curtain Call", ovverosia quell'episodio del 1996 in cui venne rotta la kayfabe (evento allora clamoroso) con Hunter Hearst Helmsley e Shawn Michaels, all'epoca rispettivamente heel e face, che, alla fine dello show, abbracciarono Kevin Nash e Scott Hall, heel il primo e face il secondo, in procinto di passare alla WCW. Naturalmente, la cosa suscitò parecchio clamore e non venne affatto gradita ai piani alti dell'allora WWF, con il futuro Triple H che andò incontro a numerose sconfitte e non vinse l'edizione 1996 del King Of The Ring, come originariamente previsto, in cui trionfò, invece, Steve Austin. Micheals, invece, non potè essere punito in quanto, in quel momento, egli era il WWF Champion nonché la principale attrazione della compagnia.

Pubblicità

 

 

Fonte: 411Mania.com & ZonaWrestling.net

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.