Intervistato da Sam Roberts nel suo podcast, Roman Reigns ha risposto così alle critiche dei fans dopo la vittoria della Royal Rumble:

Pubblicità

 

"Leggo le varie critiche. Sono in una posizione in cui o vengo molto tifato, cosa ottima, o vengo molto fischiato, che è anch'essa una cosa ottima. Finché la gente parla di me, è tutto ciò che mi interessa. La gente che non fa altro che criticarmi, mi rende soltanto più rilevante.  Penso che se la gente non mi volesse sul ring, dovrebbe semplicemente smettere di parlare di me. Ma in realtà fanno diventare tutto più irrefrenabile, L'importante è che parlano di me"

"Sono uno che ritiene che bisogna farsi sentire per ciò che si ama,ed ecco perchè adesso abbiamo i social media. Non credo molto nella storia del "Voice Of The Voiceless" come faceva CM Punk. E' una stupidata. La gente parla e viene ascoltata in tutto il mondo.  Scrivi qualcosa su internet e la gente lo leggerà, che tu sia una celebrità o Joe Schmo. Le leggo tutte le critche, ma la gente deve anche considerare che io non scrivo e non prendo le decisioni nello show. Sono un performer.  Vado sul ring e cerco di fare il mio meglio"

 

Fonte:LOP.net & Zona Wrestling.net

Mauro Chosen One
Nato in un paesino sperduto fra la nebbia della bassa Bergamasca, scrive per Zona Wrestling da 4 anni. Reporter di Impact, co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno", editorialista a tempo perso. Tifoso sfegatato della Juventus e del Liverpool. Ha visto i suoi Dallas Mavs vincere le Finals. Si ritiene un gran fan di Edge,Scott Steiner, Drew Galloway Gail Kim, Emma, Bobby Roode, AJ Styles, Eli Drake, ECIII, Revival e tanti altri wrestler che non son tifati manco dai loro genitori. Sogna di diventare il nuovo Ron Burgundy.