Non sempre la WWE è stata sicura di poter schierare Seth Rollins a WrestleMania. A meno di una settimana dall’evento dell’anno, sembra ormai certa la presenza dell’ex membro dello Shield, ma fino a qualche tempo fa in WWE non sembravano esserne così certi, malgrado gli annunci.

Pubblicità

Secondo l’ex autore della WWE Brian Maxwell Mann, la compagnia aveva già un Piano B se i medici non avessero dato l’ok al rientro di Rollins. Triple H infatti avrebbe dovuto affrontare il primo Universal Champion della storia, Finn Balor.

L’irlandese, anche lui rientrante da un infortunio, sta muovendo in queste settimane i primi passi sul ring ed è stato tenuto fuori dalla WWE fino ad adesso proprio per questo motivo.

Ricordiamo che questa notte Seth Rollins dovrà dire se accetta o meno l’offerta di Triple H, che gli ha proposto un match non sanzionato, quindi “non ufficiale” a WrestleMania, se questi avesse firmato un contratto che solleva Triple H e la WWE da ogni responsabilità per i danni che potrebbe subire Rollins durante lo scontro.