Pubblicità

Il secondo più longevo PPV della storia della WWE si avvicina e io, Marco Giannelli, ChristiaNexus e Marsupilami, cercheremo di trovare la chiave di volta per risolvere questo complicato enigma chiamato Special Event.

Preshow

Marco: per il preshow è stato previsto (ma non ufficializzato) un match tra Adam Rose e The Bunny e il ritorno sul ring di Fandango. Sì sono questi i momenti in cui nostro Signore è giustificato nel mandarci Katrina (no, non la maiala di Mill Muertes, ma il tifone). Nel primo incontro vincerà il coniglio, che magari si scoprirà essere un Justin Gabriel qualsiasi, Adam Rose ritornerà Leo Kruger e non vedremo più sta shit. Magari. Fandango a sua volta tornerà con le nuove zinne di Rosa Mendes, vincerà contro uno più zozzone di lui (pensate voi) e sticazzi.

Marsupilami: mi rifiuto di commentare uno spazio dove potrebbe lottare un coniglio, a cui auguro di fare la fine dei suoi simili presenti il libreria, o la versione 2.0 di Fandango, richiesto come uno striptease di Marisa Laurito.

 

ChristiaNexus: Dopo diversi mesi di assenza, è giunta l'ora del ritorno per Fandango che, accompagnato da una nuova partner, quella Rosa Mendes tolta dal quadrato dopo il recente tentativo di farla lottare, nuovamente naufragato, punta a far conoscere al WWE Universe la sua “nuova fragranza”, parafrasando quanto twittato dallo stesso ballerino. Non è ancora stato annunciato l'avversario, per cui è lecito attendersi qualche ritorno inaspettato (Christian? Magari…).

Traditional Survivor Series Match: Paige, Cameron, Layla & Summer Rae vs. Natalya, Alicia Fox, Naomi & Emma

Marco: classico match messo lì a caso , giusto per riempire la card. Segnatevi questo pronostico, è quotato 1.05: molte partecipanti saranno eliminate senza subire finisher particolari e alcune con dei rollup. Triste che la mia Paige sia ridotta a mostrare il deretano come le altre contendenti, quando è chiaramente un livello sopra. Lei come Natalya eh, ma Paige è troppo figa. Vincono le face, giusto per fare allegria. Sì, come no.
Winners: Natalya, Alicia Fox, Naomi & Emma.

Marsupilami: arrivati a una settimana dal ppv, i simpatici e sempre pieni di birra bookers WWE si sono accorti che avevano solo 4 match in cartellone. Accortisi che fare un match con un coniglio mascherato in PPV, o special event che dir si voglia, sarebbe stata una offesa agli dei immortali qualunque religione si prenda in considerazione, hanno aperto il libro dei consigli il quale ha sentenziato "vai di fregna". E loro, ligi come non mai, hanno preso in parola e via di 4 vs 4 tra divas senza storyline e senza che nessuna di esse sia stata non dico pushata, ma usata con raziocinio negli ultimi periodi. L'unica cosa che posso prevedere è che Paige o farà una figura di melma di dimensioni enormi, o uscirà vincitrice dal match. Per la buoncostume, mi auguro la seconda.
Winners: Team Paige.

 

ChristiaNexus: Classico match, o meglio, classico riempitivo destinato a coprire le 3 ore di programmazione. L'incontro è stato annunciato su WWE.com, senza che sia stata fatta menzione alcuna durante gli show settimanali, il che la dice lunga su quanto possa contare. Prevedo una serie di pin veloci a ripetizione, con mosse finali connesse in men che non si dica e la scontatissima vittoria del team face; a proposito, ma quando la finiranno di turnare continuamente Alicia Fox ad membra canis?
Winners:  Alicia Fox, Natalya, Emma e Naomi

Dean Ambrose vs. Bray Wyatt

Marco: match privo di costruzione, che sta vivendo la prima parte di una faida che al microfono si prospetterebbe magnifica, ma che non avendo spunti interessanti, sembrerebbe buttata lì per caso. Magari con una stipulazione a TLC potrebbe uscire un incontro interessante, da questo incontro mi aspetto un brawling sufficiente ma non sopra il 7. Entrambi hanno bisogno di una vittoria (motivo per cui questo match non andava fatto ora) ma credo che la vittoria vada al santone figlio di IRS, sia dell'incontro che della faida. Ambrose alla fine non è mai salito più di tanto nelle gerarchie, potrebbe fargli meno male una sconfitta.
Winner: Bray Wyatt

Marsupilami: faida che non è ancora decollata, i due si sono punzecchiati verbalmente ma non hanno ancora sintonizzato bene le frequenze per viaggiare sullo stesso piano, nè i booker hanno dato un vero motivo solido, concreto, interessante per darci un vero di motivo d'interesse per seguire i due se non l'innato carisma dei lottatori. Questo match deve essere il trampolino di lancio per entrare nel vivo della contesa e molto facilmente sarà il match migliore della serata. Dato che i due andranno avanti ancora un pò a combattere, la prima vittoria deve esser dell'heel, magari non puitissima ma con finisher e schienamento.
Winner: Bray Wyatt.

 

ChristiaNexus: Non è un segreto che io adori il personaggio di Bray Wyatt; i suoi promo, i suoi intenti e i suoi messaggi vanno al di là dello spettacolo che guardiamo, richiamando diversi problemi di carattere etico-valoriale che affliggono l'attuale contesto sociale. Il problema di fondo, però, è che nessuno dei discorsi fatti dall'Eater of Worlds abbia mai avuto un seguito concreto, a causa delle continue sconfitte subite contro ogni wrestler affrontato. Anche in questo caso, l'invito avanzato a Dean Ambrose affinchè questi si unisca alla propria causa sembra destinato ad essere rispedito al mittente, con un Lunatic Fringe che, bramoso di vendetta contro Wyatt per avergli costato il match contro Seth Rollins e per aver richiamato il suo oscuro passato, non si farà molti scrupoli in quest'incontro che mi aspetto essere, dunque, molto combattuto e che, sicuramente, ci regalerà qualche momento da ricordare. In ogni caso, con mio grosso dispiacere, presumo che da questa contesa emergerà vincitore Dean Ambrose che, una volta chiusa la parentesi Bray Wyatt, riprenderà la propria faida con Seth Rollins e il resto dell'Authority.
 Winner: Dean Ambrose

WWE Divas Championship: AJ Lee (c) vs. Nikki Bella
Marco:
noia noia e noia. Nikki sfrutta la sorella per arrivare al titolo, poi le due si dividono e la moglie di Danielson batte la sorella in un tripudio di fuochi d'artificio. Sì è tutto già scritto, è un copione per nulla interessante e tedioso. Triste che possa essere una delle ultime faide di AJ Lee in WWE, e triste che io debba sorbirmi questo match (?). Speriamo nel malfunzionamento del vestiario dell'apparato mammario di Nikki.
Winner and new WWE Divas Champion: Nikki Bella

Marsupilami: chi segue un pò come la penso, sa che non mi piace perder troppo tempo per le Divas, ma per una volta avevano la possibilità di fare una storyline interessante, per quanto un pò vista e rivista, come quella della schiavetta e del padrone. Per fare un esempio, vi ricordo la faida tra JBL e HBK che non fu memorabile ma venne costruita in maniera più che discreta con il nostro Bradshaw che umilia Michaels in ogni modo fino alla liberazione di quest ultimo, con il pubblico emotivamente coinvolto perchè voleva la rivincita del buono dopo le mazzate. Esattamente il contrario di qui, dove la gemella cattiva ha fatto cose che non verrebbero ritenute offensive neppure in una scuola per educande, rendendo la faida noiosa, inutile e una perdita di tempo. Se aggiungiamo all'equazione una AJ scazzata come non mai, capite come il quadro non sia roseo. Pronostico cambio di titolo, ma quella cintura verrà persa molto presto.
Winner and new WWE Divas Champion: Nikki "Bridgestone" Bella

 

ChristiaNexus: In occasione della puntata di Halloween di Smackdown, Nikki Bella ha vinto la Halloween Costume Battle Royal, laureandosi #1 contender per il Divas Championship di AJ Lee. Di lì in poi, sfruttando Brie, al suo servizio per 30 giorni grazie alla stipulazione del match vinto dalla gemella maggiorata in quel di Hell In A Cell, Nikki ha cercato di innervosire la campionessa, mandandole contro la stessa Brie o costringendo quest'ultima a colpirla a tradimento. Quanto al match in sé, i recenti miglioramenti in-ring di Nikki mi rendono poco meno pessimista in riferimento alla riuscita dell'incontro che, in ogni caso, vedrà AJ Lee confermarsi regina della Divas division, magari anche grazie ad un errore di Brie o ad un suo sbrocco nei confronti della sorella.
Winner and still WWE Divas Champion: AJ Lee

WWE Tag Team Championship: Gold & Stardust (c) vs. Damien Mizdow & The Miz vs. Los Matadores vs. The Usos

Marco: onestamente avrei preferito che non avessero scongelato i Los Matadores facendoli vincere contro tutti, dopo che sono stati gli zimbelli della categoria per mesi. Ci ritroviamo a far combattere le ultime 4 coppie rimaste in federazione, il che la dice lunga sull'attenzione che la WWE riserva alla categoria. Comunque le tre coppie interessanti sono: gli Usos, che hanno smarrito il momentum e che usciranno per un pò dalla lotta per i titoli, i campioni, ancora con personaggi freschi e divertenti. Un discorso più ampio si può fare su The Miz e Damien Sandow, con quest'ultimo straover grazie al suo egregio lavoro. Secondo me dar loro i titoli sarebbe un errore, bisognerebbe battere il ferro finchè è caldo e non rischiare che il personaggio stufi e diventi freddo, tentando lo split e un minimo di lancio. Per questo pronostico la vittoria dei campioni in un incontro non male.
Winners and still WWE Tag Team Champions: Gold & Stardust

Marsupilami: contesa che può essere decisamente interessante vista la qualità degli 8 partecipanti, che però son forse stati spremuti troppo con i vari incroci della settimana,Mi attendo anche un bel minutaggio viste le carenze in altri reparti. Andando al pronostico, escludo i Matadores e un Uso bis, la logica vorrebbe che le cinture vengano date a Miz e Mizdow,grazie ai meriti del secondo di aver creato il miglior Tag Team comedy dagli Hell No. Ovviamente appena una cosa funziona la WWE la rovina e ha già cominciato a far temere per uno split immediato. Vado quindi con la conferma dei campioni, e attenzione a dopo l'11 Dicembre per l'arrivo plausibile degli Ascension.
Winners and still WWE Tag Team Champions: Gold & Stardust

 

ChristiaNexus: Incontro sostanzialmente privo di una vera e propria costruzione, con i Los Matadores che si sono guadagnati la shot schienando i campioni a inizio mese, con gli Usos i quali, nonostante le ripetute sconfitte recenti contro i fratelli Rhodes, sono stati inseriti honoris causa mentre, per quanto riguarda Miz e Damien Mizdow, la loro presenza è per lo più frutto dei sempre più ampi consensi ottenuti dall'ex Intellectual Savior of The Masses, davvero divertente nel ruolo di stunt-double dell'Awesome One. Ora, escludendo a priori la vittoria dei due toreri che, vista l'attuale dei propri personaggi, non sarebbero in grado di dar vita ad un regno convincente, e dubitando del fatto che sia già arrivato per i gemelli samoano il momento di tornare sulla vetta della categoria di coppia, restano le altre due coppie a giocarsi la vittoria. L'”attore” e la controfigura, per quello che hanno finora dimostrato, meriterebbero il titolo e potrebbero dar vita ad un regno divertente; tuttavia, è risaputo che le mode abbiano durata breve e, di fronte alle prime avvisaglie di dissapori fra Miz e Mizdow (leggasi, i tag a tradimento delle ultime puntate di Raw e Smackdown), sarebbe forse il caso di sfruttare il sostegno del pubblico verso Damien Sandow con un turn nei confronti di The Miz, in modo tale da rilanciarlo da singolo. Di conseguenza, al termine di un incontro godibile e ben lottato, prevedo la riconferma degli attuali campioni, in attesa di nuovi sfidanti che, col rischio di sembrare ripetitivo, mi auguro possano arrivare da NXT.
Winners and still WWE Tag Team Champions: Gold and Stardust

Traditional Survivor Series Match: Team Cena (John Cena, Dolph Ziggler, Ryback, Big Show & Erick Rowan) vs. Team Authority (Seth Rollins, Rusev, Luke Harper, Kane  & Mark Henry)

Marco: l'unica faida veramente costruita di tutto il PPV, è il primo Survivor Series Match con una degna costruzione da anni, guarda caso occupava 3/4 di RAW. Veniamo alle note dolenti. Pochi tra i wrestler coinvolti possono garantire uno spettacolo degno, mentre allo stesso tempo Rowan, Ryback, Henry ma anche Rusev, Cena, Big Show e Kane se uniti ai nomi prima detti, non sono il massimo. Sorvolando un tantino sulla probabile qualità dell'incontro, andiamo ad esaminare i protagonisti. Nel Team Cena abbiamo il capitano, sempre lui, John Cena, intramontabile Hulk Hogan dei giorni nostri, giusto quel poco meno viscido dell'originale, Ryback, appena tornato e pushato come 2 anni e mezzo fa (erroneamente), l'intramontabile Big Show (messo lì per Henry), l'ex campione Intercontinentale che ha perso la cintura lunedì, Dolph Ziggler e Erick Rowan, che dopo essere stato per un mese un personaggio comedy ora si allea a Cena per far fuori l'ex compare (perchè poi?). Un team di disgraziati insomma, che ha visto l'estromissione prima di Swagger e poi di Sheamus sempre per infortunio. In teoria l'unico da proteggere sarebbe Ryback, e alla cosa si potrebbe tranquillamente ovviare con una squalifica o simile. L'Authority invece avrebbe da proteggere Rusev, neo campione degli Stati Uniti e schiacciasassi in attesa di Cena, Harper, neo campione Intercontinentale e pushato abbestia nella post separazione da Bray Wyatt e Seth Rollins, mr. MITB iperprotettiva. Mark Henry e Kane sono solo due pezzi di carne da schienare per gli avversari. Tutto sembra portare ad una vittoria degli heel, ma la stupida stipulazione aggiunta a Smackdown cambia un pò le cose. Se il Team Authority perde, l'Authority non comanderà più le operazioni, se il Team Cena perde verrà licenziato tutto il team tranne Johnny Boy. In virtù delle conseguenze sia per lo status dei partecipanti, sia per la stipulazione che in caso di vittoria del Team Authority sarebbe ovviabile grazie all'intervento di Vince, pronostico la vittoria dell'Authority. Di vedere Cena uccidere HHH & co. proprio non mi va, anche se ritorna Orton e formano i MegaPowers 2.
Winners: Team Authority, Sopravvissuti: Rusev e Seth Rollins

Marsupilami: oh mio dio sto match. Fino a settimana scorsa ero passato sopra al buco logico che regnava fin dal principio su questa idea, ovvero il fatto che Cena è l'uomo perfetto per l'Authority, e lo disse anche HHH l'anno scorso quando criticava Bryan. La costruzione del match era stata discreta fino all'annuncio delle stipulazioni che hanno mandato in vacca totale il tutto. Analizziamo i casi: se vince l'Authority avremmo i soci di Johnny licenziati ma non lui a dimostrazione della fallacia logica iniziale e che, come sempre, conti sempre e solo lui. Se vince Cena, invece, vedremmo sparire il gruppo di HHH che è l'unico modo che hanno per riempire le 3 ore di show del lunedi sera. Non ragiono neppure su come difendere i lottatori nella contesa, tanto il focus sappiamo chi è, purtroppo. Ah, per la cronaca, improbabile l'interferenza di Orton, plausibile quella di Sheamus ma forse anche senza turn.
Winners: Team Cena, John Cena unico sopravvissuto.

 

ChristiaNexus: L'ultima volta che il tradizionale 5 VS 5 è stato nel main event di Survivor Series risale al 2005 (allora si affrontarono il Team Raw e il Team Smackdown!, in pieno regime di brand division), il che evidenzia l'importanza dell'incontro nel quale sono in palio, da un lato, i contratti dei membri del Team Cena, eccezion fatta per il capitano, i quali saranno licenziati in caso di sconfitta mentre, dall'altro lato, in base a quanto stabilito dal grande capo Vince McMahon, il potere di Triple H e Stephanie McMahon all'interno della WWE. In una storyline che ha visto intrecciarsi finzione e realtà, basti pensare alle divergenze tra il Chairman e il proprio genero in merito a come guidare la compagnia o allo smisurato ego di The Game, i due team, al di là dei membri scontati (Seth Rollins e Kane per l'Authority, Dolph Ziggler per il Team Cena), sono stati assemblati con alcune scelte apprezzabili, come l'inserimento di Luke Harper, meritevole di un posto al sole per quanto dimostrato nell'ultimo anno e mezzo, e altre un po' meno, vedasi la presenza dell'altro ex membro della Wyatt Family, quell'Erick Rowan che è passato dal provarci, senza molte speranze, con la bella Renee Young al compiere una scelta che va ben oltre le proprie capacità logiche, almeno per come ce l'hanno presentato gli autori di Stamford, oppure l'esclusione di Cesaro, ancora una volta costretto a sedere in panchina. Nel lungo match che si prospetta, la maggior parte del lavoro sporco sarà lasciata ai veterani, cioè Kane, Big Show e Mark Henry, mentre sarà necessario proteggere il più possibile Rusev, non ancora schienato o sottomesso, che presumo si farà squalificare, Ryback, rilanciato in pompa magna e che sarebbe affossato in caso di sconfitta pulita, e Seth Rollins, che porterà il Team Authority alla vittoria contro John Cena, presumibilmente in maniera sporca con l'aiuto dei propri bodyguard o di altri componenti della combriccola. Per quanto la stipulazione possa far credere il contrario, non vedo altro scenario all'orizzonte in quanto l'allontanamento dell'Authority determinerebbe un eccessivo stravolgimento delle storyline per come sono state portate avanti fino ad oggi, con Mr. Money In The Bank che deve ancora chiudere i conti con Dean Ambrose e che, senza la protezione di Triple H e compagnia, non farebbe molta strada, in chiave mark almeno. Per quanto riguarda i membri del Team Cena, beh, nulla vieterebbe all'Authority di promettere loro una permanenza in WWE in cambio del loro tradimento ai danni di John Cena il quale, solo contro tutti, potrebbe trovare un alleato nel redivivo Randy Orton, anch'egli desideroso di vendetta contro l'Authority.
Winners: Team Authority

PPV

Marco: PPV per cui non si sono sbattuti più di tanto essendo gratis, e che vede ancora l'assenza del campione della federazione. Tutto ruota attorno al main event e in piccola parte attorno al fascino di Ambrose vs. Wyatt. Per riempire le tre ore mi aspetto dei segmenti parlati e delle cagate messe lì giusto per riempire i buchi. Comunque sarà meglio dell'obrobrio di un anno fa.

Marsupilami: finalmente un evento speciale WWE ben costruito, con faide avvincenti, stipulazioni lineari, ottimo prospetto sul lottato, debutti attesi e risultati in bilico. (lasciare un pò di spazio bianco). Ah, scusate, non stiamo parlando di NXT REvolution. Special Event costruito con i piedi, buchi logici e faide gestite peggio, risultati tendenzialmente scontati e azione sul ring che dovrebbe esser decente solo in 2 casi. Al momento con quel che han programmato copron a malapena 2 ore, aspettiamo un orgia di recap, segmenti extra ring e il probabile debutto del New Day, e sul trio di colore non voglio dir nulla finchè non li vedo.Per il resto si va verso lo smembramento della Authority, ma almeno ci potremo concentrare sul titolo WWE…ah no, scusate.

 

ChristiaNexus: E' evidente che gli sforzi dei writer si siano concentrati sul Main Event e su tutto ciò che ruota attorno ad esso; infatti, al di là del match tra Bray Wyatt e Dean Ambrose, la card presenta una pochezza impressionante, che poco si confà ad un Big Four o presunto tale. Tuttavia, l'attesa per il 5 VS 5 e le conseguenze dell'esito di tale incontro sono quantomeno sufficienti per creare le giuste aspettative e il giusto interesse intorno all'evento. Qualche sorpresa, sotto il profilo del lottato almeno, potrebbe venir fuori dal Fatal 4 Way per le cinture di coppia, unico titolo in palio insieme a quello femminile, in quanto tutti gli altri campioni sono impegnati nel Main Event e il WWE World Heavyweight Championship è stato reso vacant…ah no, che stupido, il titolo è detenuto da Brock Lesnar il quale, invece di difenderlo, approfitterà del mese gratis del WWE Network per godersi Survivor Series comodamente sul proprio divano senza spendere un centesimo. Scherzi a parte, se il regno di The Rock mi fece infuriare per l'assenza cronica del campione, con l'ex UFC Champion si stanno toccando bassi mai raggiunti; il Campione della federazione non può assentarsi dagli show per così tanto tempo, con buona pace dei tentativi di Paul Heyman di giustificare le rare presenze di “The Beast Incarnate”.