I tagli di Vince McMahon. I tagli della WWE. Ultimamente si fa tanto parlare di ciò che la compagnia di Stamford sta cercando di risparmiare, dai fuochi d’artificio ai licenziamenti di pochi giorni fa. Tutto fa brodo e tutto serve a fare un gruzzolo che poi venga infilato nelle tasche di riserva, chissà, per un domani, per un vero periodo di crisi, non questo. Perché questo non è un periodo di crisi, questo è un giro nel quale si devono fare i conti per cercare di capire che cosa, a un’azienda che rimane creata a scopo di lucro, fa sprechi. Questa è semplicemente la mentalità che ha portato i McMahon a essere ciò che sono: imperatori del Business.

Pubblicità

 

Perché non deve nemmeno sfiorare l’idea che i ragazzi si Stamford, cerchino di mettere pezze a situazioni completamente in rosso. Né 205 Live, né tantomeno il WWE Network, per il momento, sono motivo di pentimento per la compagnia che invece, in passato, ha saputo dire no in maniera semplice e ammettendo l’errore, a quei progetti falliti, andati a male, ormai marci. Uno di questi si chiamava Xtreme Football League.

La XFL nasce insieme agli anni 2000, in un parallelo che probabilmente voleva essere di buon auspicio. Nasce da un’idea di Vince McMahon e della NBC, partner di sempre che in quell’occasione provò, insieme alla WWF appunto, a sfruttare il vuoto lasciato dalla off season della National Football League, dando ai tanti fan americani nuovi momenti di sport, di quello che è in America, a tutti gli effetti “Lo” sport.

La XFL non era però un normale campionato di football americano, era un campionato differente, con regole più estreme, con una Kayfabe, con interviste in pieno Character, suscitando Heat, odio, con commentatori di parte e con del vero e proprio Booking Style nel corso delle partite. Insomma un miscuglio che avrebbe dovuto dare respiro ai fan del football americano e avvicinare al Wrestling coloro che ancora stavano lontano.

Spidercam, microfono sul campo e regole estreme però, non diedero al nuovo pubblico un motivo sufficiente per fermarsi su UPN e TNN per troppo tempo. Più che una nuova lega di football sembrava una ridicola caricatura di ciò che è ed era invece l’NFL. Ben presto tutto fu chiaro e nonostante la presenza al commento di alcuni ex famosi giocatori della NFL, di Jim Ross, Jerry Lawler e chi più ne ha più ne metta, il pubblico andò via, facendo scendere i Ratings in maniera allarmante. Tutto, dopo un anno in cui il campionato fu vinto dai Los Angeles Extreme, una delle otto squadre partecipanti, venne cancellato.

La WWF e la NBC persero 35 milioni di dollari. L’esperimento si rivelò fallimentare sotto quasi tutti i punti di vista, il pubblico che già si era reso conto che la qualità del prodotto poteva essere adatta si e no a ragazzini invasati, non sentì per niente la mancanza della XFL e a parte qualche isolata manifestazione di dissenso, la TV, i campi da football e i tifosi se ne fecero una ragione in tempi brevissimi.

Vince McMahon invece, dimostrò a chi ancora oggi non l’avesse capito, che non ha problemi ad ammettere l’errore, a vantarsi dei suoi successi arrivati con grandissimi rischi, ma anche a saper fare un passo indietro quando necessario, chiudendo la porta ad un progetto con il quale aveva intenzione di fare ancora più soldi di quelli fatti con la sua compagnia di Wrestling, ma che si è rivelato un vero e proprio buco nell’acqua.

 

 

GiovY2JPitz
Appassionato di vecchia data, una vita a rincorrere il Pro Wrestling, dal lontano 1990. Studioso della disciplina e della sua storia. Scrive su Zona Wrestling dal 2009, con articoli di ogni genere, storia, Preview, Review, Radio Show, attualità e all'occasione Report e News, dei quali ha fatto incetta nei primi anni su queste pagine. Segue da molti anni Major ed Indy americane e non. Jerichoholic nel profondo!
  • Mark_Phenomenal_One

    questi se non mettono delle storyline in qualunque cosa non sono contenti.
    comunque non so perchè ma mentre leggevo mi è venuto in mente un’altra americanata dal nome RollerJam, trasmesso negli USA su TNN e che per qualche tempo fu trasmesso pure in Italia, su GXT mi pare

    • Qohelet

      Tentarono anche un’altra vaccata, sulla stessa idea di base della XFL, con lo SlamBall. Che rimane uno schifo di sport, ma almeno gli inventori si rifiutarono di renderlo una parodia e si tirarono indietro.

      • Elia Notari

        Non toccatemi lo SlamBall!!!!!
        Americanata di quelle veramente ignoranti, ma porca p***** quanto mi gasava!

        • Qohelet

          Gasava anche me da ragazzino, non lo nego! 😀
          Però con il senno di poi era proprio assurdo, relegabile nei guilty pleasure (Tipo Robot Wars, Takeshi’s Castle).
          Era per dire che molti produttori, di fronte a idee pessime e fallimentari, perseverano nel riproporle al posto di tirarsi indietro.

          • Laurel Crown

            Vorrei condividere un mio pensiero personale: alla fine tutti gli sport non sono guilty pleasures? Inseguire un pallone per novanta minuti, lottare in un quadrato seguendo un copione, portare una palla ellittica in un campo con strategie che manco Sun Tzu le penserebbe…..
            Ma alla fine queste cose sono quel che sono: sport.
            Sembrano cagate quando le pensi ma alla fine devono essere d’intrattenimento per lo spettatore e non dovrebbero essere vergognose da seguire. Sarebbe vergognoso, più che altro, definire una cagata qualsiasi sport che non sia il calcio qua in Italia.

            E poi, anche questa una mia riflessione, dovrebbe contare l’esecuzione, non l’idea.
            Slamball, anche se mi direte che era una cagata, ha fatto comunque il suo effetto proponendo una variante del basket più emozionante e adrenalina con i trampolini, nonostante fosse durato 4 anni.
            Se vogliamo parlare di esempi negativi, la XFL ne è un ottimo esempio perché non era l’idea in sé che era brutta, ma la sua presentazione arrogante che vedeva tale variante “eXtreme” migliore della NFL [cosa che ha fatto incazzare non poco i fans] e scriptata. Elemento che può funzionare soltanto nel wrestling.
            Oppure RollerJam che aveva l’inutile cosa del keyfabing nel roller derby con trame e personaggi che parevano prese dal cestino della TNA.

            Poi vabbeh… prendete la cosa con le pinze. Sono io che ho una mentalità più aperta e permissiva su queste cose.

          • DeanAyane

            riguardo alle ultime due righe: tutti i pareri sono ben accetti, soprattutto se ben argomentati come i tuoi!

          • ma pure robot wars ?

    • Laurel Crown

      RollerJam era orrendo anche a livello di storyline. Per esempio la scoperta che i capitani delle squadre californiane e newyorkesi fossero fratelli (#acaso).

      [Sì. L’ho guardato perché non avevo mai niente da fare]

  • reskimo

    Con questo articolo si cerca di difendere a spada tratta la wwe, riducendo il tutto al fatto che quella dei McMahon sia la federazione più ricca e quindi migliore. Ma non si fa in analisi del perché tutte queste idee geniali di “nuova generazione “ non creino interesse attorno ad essi.

    • giovy2jpitz

      Completamente sbagliato. Qua non si analizza l’interesse che le idee dei mcmahon creano, né il fatto che siano migliori o peggiori, bensì il fatto che se una cosa PERDE SOLDI, non è bella o brutta, ma se PERDE SOLDI, la si cancella. Punto. Le altre cose, difese a spada tratta dicendo che sono i mogliori ecc, l’hai pensato e detto tu, forse perché sei tu il prevenuto sempre pronto ad andare contro? Poi va beh, è evidente che non mi conosci se credi che io abbia questa visione della WWE, ma ci può stare questo.

      • reskimo

        Il fatto è che la tua visione alla fine si riduce al solito discorso che la WWE e la famiglia McMahon hanno ragione e sono nel giusto perché l’azienda è ricca stabile e potente. La mia osservazione è sul fatto che la Wwe sia legata ben salda ad un monopolio creato 15 anni fa attraverso un prodotto di qualità d’intrattenimento altissima, e che da quasi 10 anni stia offrendo un prodotto oggettivamente scadente. Il fatto di dare contro credo sia normale da parte di chi ama questo intrattenimento e lo vede cadere a livelli così bassi. Piuttosto di menarglielo dicendo che sono ricchi e potenti bisognerebbe criticarli nel merito del prodotto deludente che offrono e di come sia possibile avendo comprato praticamente qualsiasi cosa disponibile in un paio d’anni a questa parte.

        • giovy2jpitz

          Stai sbagliando ancora. Io non sto parlando di qualità, 205 Live mi fa caga*e, sto difendendo uomini d’affari. Per i loro affari fanno un prodotto scadente? Si, molto probabile. Ma il punto è far capire che se una cosa va male la WWE la cancella, punto. Evidentemente i programmi che non vengono cancellati non sono in perdita. Questo è il punto, se poi vuoi continuare ad ergerti a paladino degli anti WWE contro di me, che per anni li ho criticati e ho promosso un altro tipo di Wrestling come alternativa e continuo a farlo, allora fallo, ma stai sbagliando nemico, oltre che argomento. Ora, se hai capito dimmi che hai capito, se ripeti di nuovo quello che hai già detto due volte e che è completamente fuori tema, non risponderò più, perché significa che fai finta di non capire, e non ho tempo da perdere.

          PS difendo gente che è diventata ricchissima con idee e strategie, tagliando dove c’era da tagliare, non difendo un prodotto,un Booking Team o una mentalità. Con questo ti aiuto a capire, spero.

          • reskimo

            Stai calmo Giovanni.
            Poi non fare il fenomeno se scrivi in un blog del tempo da perdere c’è l’hai fidati.
            Comunque se ti può far sentir meglio ti dico che ho capito.

          • giovy2jpitz

            😀

          • giovy2jpitz

            Calmissimo, sei tu che ti stai agitando 😉

            “Poi non fare il fenomeno se scrivi in un blog del tempo da perdere c’è l’hai fidati”

            Quindi?

            Secondo te perdiamo tempo a fare questo?

            Lasciamo stare va, non c’è manco il tanto di rispondere, proprio perché sono un “fenomeno”, evito.

            PS hai capito? Un po’ in ritardo, ma, meglio tardi che mai.

          • reskimo

            L’ultima battuta è molto acida, quasi di cattivo gusto. sei proprio un biricchino 💪🏻💪🏻💪🏻

          • giovy2jpitz

            E beh, hai sfancula*o decine di persone che scrivono per passione senza nessun tipo di retribuzione dicendoci che perdiamo tempo, come minimo devi prenderti un po’ di acidità. Eh, sei stato abbastanza irrispettoso.

          • reskimo

            Poi vedi arriva Tommaso l’Irlandese anche.

          • Irish Tommy

            Non sperare che stia qui a risponderti più di una volta.
            Potrei stare qui a seppellirti con le parole, ma a differenza di ciò che pensi, non ho tempo.
            Quindi ciao.
            #blocked

          • reskimo

            no dai non credevo saremmo arrivati alle cyber minacce. Comunque ti auguro un buon sabato speriamo tu vada in ciocca. Grande Tommaso l’irlandese..

          • giovy2jpitz

            Cos’è? Ti ignoro e lo scrivi due volte? Basta, addio.

          • reskimo

            Quanto te la meni Giovanni. Ho fatto un errore

          • Irish Tommy

            Nascere?

          • reskimo

            Dai jhonny stai sereno..che male che l’hai presa

          • Tenshi Neko

            vecio, chi scrive su questo sito non è che lo fa perché ha tempo da buttare, ma perché decide di DONARE il proprio tempo limitato in nome di questa nostra passione che è il ruestling. Giovy ha avuto una reazione fin troppo pacata nei tuoi confronti, visto che è chiaro che sei uno di quelli che non vogliono confrontarsi ma solo criticare e offendere a prescindere. Non sei nulla di nuovo od originale, credimi.

          • reskimo

            Io ho capito che Giovanni è pezzo da novanta di questo establishment però si stava solo sostenendo una discussione normalissima su punti di vista diversi. A parte il buon Tommaso che è incontenibile ed entra subito duro per il resto non è stato detto nulla ho chiarito la frase implicata. Vi chiedo scudo messaggeri del wrestling se ho toccato la vostra sensibilità.

          • Irish Tommy

            Chi scrive qui ha ”tempo da perdere”.
            Bene.
            E tu che commenti su Disqus senza alcuna volontà di cercare un confronto serio e rispettoso, esattamente cosa pensi di star facendo?

          • c’è anche da dire che la perdita in questo caso però fu altissima, non è da escludere che gli attuali progetti da te citati siano comunque in perdita, magari lo sono semplicemente a livelli che, ad oggi, sono sostenibile per la WWE

  • Francesco “Red Monster”

    @giovy2jpitz:disqus Sempre per citare un altro progetto ideato da Vince, World Bodybuilding Federation (WBF), che durò 2 anni e se non sbaglio finì con quel fatto degli steroidi. Sono informato pochissimo sull’argomento, quando hai tempo puoi spenderci due paroline quì sotto se sai qualcosa in più Giovy? Ti ringrazio!

    • giovy2jpitz

      Non chiuse per gli steroidi, chiuse per un bassissimo buyrate nel loro primo evento in PPV. Durò dal 1991 al 1993 (più o meno). Fu una mezza vaccata fatta per andare in concorrenza con la IFBB, nemmeno Vince probabilmente ci credeva troppo. Dopo la sua chiusura si, ci fu lo scandalo steroidi. Un altro esempio di ciò che dico nell’articolo, se le cose perdono, si taglia.

      • Francesco “Red Monster”

        Ahh ecco, grazie mille :))

      • DeanAyane

        Colgo l’occasione (credevo di averlo già fatto, ma scorrendo nei commenti noto che non l’ho fatto) per ringraziarti, era una vita che volevo delucidazioni sulla XFL, sul web sicuramente c’é molto su questo argomento ma ammetto che mi fido soprattutto di te, che ti documenti oppure hai vissuto certe vicende… più la seconda che la prima, visto che siamo coetanei ed appassionati…

        • giovy2jpitz

          Di niente, è un piacere parlare di Wrestling soprattutto per chi legge. Anzi, grazie a te 😉

  • Laurel Crown

    Ricordo il video di Wrestling With Wregret di cui ne ha parlato.
    La XFL era praticamente il football americano ma con la filosofia del wrestling in cui tutto deve estremizzato e le storie pianificate in anticipo, come se noi stessimo assistendo a una serie tv sportiva.
    Anche se era avanti con le innovazioni come la spider-cam e le registrazioni negli spogliatoi, che la NFL avrebbe ripreso solo dopo, il modo in cui era stato presentato fu il primo fattore che lo fece condannare assieme alla poca attenzione ricevuta.

    Avrei tanto da dire ma non vorrei fare un post lungo come questo editoriale XD

    • DeanAyane

      ho visto poco di questa “disciplina”, mi pare davvero una str*nzata…

      E’ come se SKY volesse fare una Serie A parallela a quella vera ed “estrema” con gare predeterminate con una serie di innovazioni nella regia, interviste et similia… ma diciamocelo con sincerità, chi si guarderebbe una partita di calcio predeterminata e coreografata… dai su….

  • sport entertinment applicato al football.
    ora, dopo anni, ho capito perchè la xfl ha fallito

  • DeanAyane

    è Disqus, censura certe parole in maniera automatica.