Cari lettori, Zonawrestling, nella persona di BazingaHWF, ha il piacere di presentarvi Tanner Saraceno, uno dei concorrenti più importanti di questa edizione di Tough Enough, nonchè terzo classificato assoluto, per quanto riguarda la categoria maschile. Il ragazzo, in maniera schietta, ha analizzato con lucidità tutto il suo percorso: non sono mancate parole molto dirette nei confronti di ZZ, senza nascondere il suo possibile futuro ad NXT. Questo è molto altro ancora.

Pubblicità

W: Signori e signore siamo qui con Tanner Saraceno, medaglia di bronzo di questa stagione di WWE Tough Enough, per quanto riguarda la categoria uomini. Ciao Tanner, per iniziare presentati ai lettori, magari focalizzandoti sul tuo background MMA. Inoltre il tuo cognome fa pensare a delle origini italiane. È cosi?

T: Ciao Walter e a tutti i lettori. Sono metà italiano e metà irlandese. Ho iniziato con la lotta libera all’età di 14 anni; ho iniziato a praticare le MMA alla fine della mia carriera nella lotta libera collegiale al Limestone College. Ad essere precisi, ho iniziato l’allenamento nelle arti marziali miste a 21 anni, ma ho iniziato a praticarlo in maniera molto seria dopo il diploma al college, ovvero a 23 anni.

W: Come mai hai deciso di partecipare a Tough Enough, nonostante tu fossi nel mondo delle MMA? Quando hai iniziato a seguire il Pro Wrestling? Hai qualche Superstar preferita?

T: Quando sono stato scelto, l’ho ritenuta ovviamente una grandissima opportunità per far parte con il più grande business di Sport-Spettacolo al mondo. Sono un fan da quando ero bambino, più o meno da quando avevo cinque anni. Durante la mia adolescenza ho sempre praticato sport e riscoperto il mio amore per la disciplina, quando ho avuto questa opportunità. Il mio wrestler preferito è The Rock, poiché amo la sua abilità nel fomentare il pubblico e creare un legame con loro, anche solamente con il linguaggio del corpo. Poi ha una presenza scenica probabilmente unica.

W: Sicuramente The Rock è uno dei migliori di sempre. Per quanto ti riguarda, hai dimostrato sin dal primo giorno di essere un atleta eccezionale. Come è stato il tuo primo approccio con l’allenamento del Pro Wrestling? Come è stato allenarsi al Performance Center?

T: Il mio approccio con l’allenamento del Pro Wrestling è stato abbastanza naturale, perché vi sono molte similitudini fra esso e l’allenamento nella lotta libera o quello delle MMA. L’allenamento della WWE è duro, poiché devi avere delle grandi capacità atletiche e devi possedere anche rapidità e devi sempre controllare il tuo corpo alla perfezione, in modo tale da garantire sicurezza alla persona con la quale stai lavorando. Il Performance Center è pazzesco e spero che possa allenarmici di nuovo presto. Il calibro degli atleti, che vi allenano e dei coach è pura eccellenza ed è stato un onore per me imparare da tutti loro.

W: Parlando di similitudini fra Pro Wrestling ed MMA, considerando le tue dichiarazioni di poco fa in merito alla durezza del primo, cosa pensi delle famose dichiarazioni di Dana White: “La merda finta deve costare 9.99$”, ovviamente in riferimento alla WWE?

T: Forse Dana White non comprende le capacità degli atleti WWE di riuscire a mantenere determinate condizioni mentali e fisiche, per intrattenere i fan. Ogni caduta ed ogni chop che queste Superstar subiscono sono completamente vere. La WWE ha una grandissima fan-base che ama vedere le proprie Superstar preferite esibirsi dal vivo.

W: Parlando di chop, tu hai avuto l’”onore” di subirne una da Big Show. Comunque, cambiamo argomento. Iniziamo a parlare delle Barracks: Come è stato vivere lì, costantemente filmato dalle telecamere della WWE, condividendo quel luogo con persone che all’inizio non conoscevi? E che mi dici riguardo il tuo rapporto con Chelsea?

T: È stata una cosa con cui prendere l’abitudine, quella di essere filmati 24 ore su 24, sette giorni su sette! Specialmente quando devi condividere quell’abitazione con molte persone, tutte con un background sociale diverso.

W: Ad un certo punto di questa esperienza, voi ragazzi avete iniziato a fare diverse apparizioni pubbliche, in particolare quando siete stati a Raw, avete assistito a molti house show di NXT, avete visitato gli Universal Studio. Prima di tutto, ti chiedo come è stato essere nel backstage di Raw, vedendo in prima persona come lo show viene sviluppato e avendo l’opportunità di incontrare tutte le Superstar e Divas del roster. In secondo luogo ti chiedo come ti senti ad essere riconosciuto per strada dal WWE Universe. Agli Universal Studios, ad esempio, avete incontrato una miriade di fan.

T: È stata un’esperienza magnifica quella di Raw, che non dimenticherò mai. Specialmente ricorderò con piacere quei momenti in cui le Superstar e Divas ci hanno concesso il loro tempo per darci dei consigli e motivarci per le nostre future carriere. È stato assurdo venire a conoscenza in maniera concreta dell’impatto che ho avuto con il WWE Universe. Spero di poter continuare a regalare un sorriso a tutti i fan, che avrò la fortuna di incontrare.

W: Come rispondi a coloro che hanno dichiarato che la tua personalità era insufficiente per questo contesto? Come ti sei sentito a perdere contro ZZ, un ragazzo che tu stesso hai definito come pigro? Anche i coach e i giudici lo hanno rimproverato parecchie volte settimana dopo settimana, a causa dei suoi scarsi miglioramenti. Tu, invece, hai imparato le manovre sul ring e i metodi di allenamento, migliorando in entrambi, riuscendo anche ad aumentare il tuo peso.

T: Ritengo che la mia personalità combacia bene con quello che la WWE cerca per i suoi atleti, ma ho avuto alcuni problemi con il linguaggio del corpo e con la mia capacità comunicativa, non mostrando del tutto ciò di cui sono capace. Tuttavia entrambi questi aspetti sono facilmente sistemabili, tramite dei corsi di recitazione, che ho intenzione di intraprendere, che mi garantiranno, oltre quanto già citato in precedenza, anche una migliore presenza scenica.  È stato difficile da accettare l’aver perso contro qualcuno che possiede un’etica del lavoro così terribile e anche più scarso di me per quanto riguarda l’intrattenimento. Lo show è stato pensato per trovare una nuova Superstar WWE non per cercare un “Simpaticone”.

W: Come è stato il tuo rapporto con i coach Billy Gunn, Booker T e Lita? E quale è la tua opinione sui tre giudici? In particolare, Daniel Bryan ti ha apprezzato sin dal primo giorno, ma non ti ha salvato la scorsa settimana. Saresti ancora in gara, mentre ZZ sarebbe stato eliminato. Dunque, cosa pensi della decisione di Daniel Bryan di non salvare nessuno, durante tutto l’arco di questa competizione?

T: Il mio rapporto con i giudici è stato molto positivo! Loro erano sempre disponibili a rispondere alle mie domande e ad aiutare ogniqualvolta necessitassi di lavoro aggiuntivo. Per quanto riguarda i giudici, ritengo che tutti sono stati ottimi nel loro ruolo. Mi è sempre piaciuto Daniel Bryan, poiché ritengo di avere molto in comune con lui. Di conseguenza non ho niente contro di lui, per l’aver deciso di non utilizzare il suo Safe, poiché ha scelto di fidarsi completamente del WWE Universe.

W: Cosa ne pensi dei 4 finalisti? Chi merita di vincere?

T: Ritengo che Josh ed Amanda meritano di vincere. Loro possiedono l’etica del lavoro, hanno il look giusto e l’abilità per esibirsi con qualità sul ring.

W: Quali sono i tuoi piani per il futuro? Già sai come muoverti per continuare la tua carriera nel Pro Wrestling? Qualcuno in WWE ti ha dato qualche consiglio a riguardo? E c’è la possibilità di effettuare un tryout con NXT presto, cercando di ottenere un contratto di sviluppo?

T: Per il momento ho deciso di aspettare per valutare con attenzione quale è la strada giusta da percorrere per continuare la mia carriera. Aspetterò la fine dello show, prima di contattare la WWE, a meno che non siano loro stessi a farlo prima con un’offerta. Ho parlato con i miei coach di Tough Enough e tutti saranno pronti ad aiutarmi per effettuare il prossimo step in questo sport, quando sarò pronto.

W: Siamo in conclusione, se vuoi puoi salutare i tuoi fan italiani.

T: Voglio solo dirvi grazie per tutto il supporto e i voti! Mi rivedrete presto! Per chi volesse seguirmi suo social network, questi sono i miei contatti: Instagram: Hammer_saraceno  ; Twitter:  ToughTanner. La mia fan page di Facebook è Tanner "The Hammer" Saraceno.

W: Grazie per la disponibilità Tanner, ti auguro il meglio per il tuo futuro, sperando di rivederti in WWE presto.

T: Grazie a te per l’intervista Walter.