Dopo due settimane in cui il sito è stato inondato di awards, oggi si chiude la nostra carrellata di premi con quello più importante e relativamente prestigioso. L’award più atteso da tutti. Stiamo parlando del wrestler of the year, il premio che va ad impreziosire l’annata di quel wrestler che maggiormente si è distinto nel corso dell’anno. Quel wrestler che ha avuto un’annata perfetta e soprattutto da premiare. Non sempre è facile scegliere il wrestler of the year e spesso vengono nominati o premiati diversi lottatori per motivazioni completamente diverse fra di loro. Quest’anno, personalmente, la scelta finale poteva essere soltanto una. Ci sono anche altri wrestler meritevoli di questo premio, ma uno di loro è riuscito a fare quel qualcosa in più rispetto ai suoi colleghi e chissà se anche i miei di colleghi condividono il mio pensiero. Quindi, bando alle ciance, scopriamo insieme chi è il miglior lottatore del 2016. (si lo so che lo avete letto già dal titolo, ma per una volta è divertente anche far finta di non saperlo ed essere teatrali al punto giusto)

 

And the award for “Best Wrestler” goes to…*momento di suspense*….AJ STYLES!

 

Considerando il campo di azione per i nostri award principali(niente NXT, NJPW ed altre realtà) AJ Styles era l’unica scelta per questa award, visto il suo strepitoso 2016. C’erano anche altre scelte in tutta onestà, ma nessuno di loro può vantare un anno come quello di Styles, iniziato con il match a WrestleKingdom 10 contro Shinsuke Nakamura, che lo ha visto cercare di conquistare l’IWGP Intercontinental Title. Il giorno dopo, in occasione di New Year Dash, Styles viene escluso dal Bullet Club con Kenny Omega che prende il suo posto come leader della stable (con tanto di promo stupendo post pestaggio). Styles lascia così la NJPW confermando i rumors sul suo addio, che poi sarà seguito da quello di Luke Gallows e Karl Anderson ed infine quello di Shinsuke Nakamura. La metà dei quattro è la stessa: la WWE. Finalmente, dopo tanti anni di attesa, Styles debutta a Stamford come ingresso #3 nella Royal Rumble, che sarà poi vinta da Triple H che si laurea come nuovo WWE World Heavyweight Champion. Styles inizia un feud con Chris Jericho, in cui si unirà anche The Miz per alcune settimane, ed i due prima si scontrano a Fastlane, match vinto da Styles e poi a WrestleMania 32, la prima del Phenomenal One. Styles perde il match si vendicherà diventando nuovo #1 contender al massimo alloro WWE detenuto dal nuovo campione Roman Reings. Con l’ex membro dello Shield, Styles è protagonista di due ottimi match in PPV ma in entrambe le occasioni non riesce a conquistare il titolo. Ma il meglio arriva poche settimane dopo, quando Styles turna heel, forma il Club con Gallows ed Anderson ed inizia il feud con John Cena.

Il feud con Cena porta alla luce un nuovo Styles che più passano le settimane migliora anche nell’extra ring (cosa che sta continuando a fare al microfono soprattutto), tanto da riuscire pure a tenere testa a Cena nei promo e il bostoniano non è il primo arrivato in questo campo. Styles sconfigge Cena a MITB e si ripete pulito a SummerSlam, in quello che è stato definito anche dalla nostra redazione come il match of the year (award trattato dal sottoscritto, quindi non mi sembra il caso di andare nei dettagli del match). La vittoria con Cena è quello slancio perfetto che lo porta a diventare il volto di Smackdown Live e conquistare il titolo WWE contro Dean”Ricamino”Ambrose a Backlash, primo PPV monobrand di Smackdown, giusto per sottolineare come lo show sia entrato effettivamente in una “nuova era”. Styles si ripete a No Mercy in un triple threat contro Cena ed Ambrose e poi chiude l’anno prima con un ottimo TLC match ancora contro Ambrose ed infine con un triple threat contro Baron Corbin e Dolph Ziggler, in quello che è personalmente il miglior incontro di SDLive dal draft.

In un anno, Styles ha lottato a WrestleKingdom, debuttato in WWE, lottato in ogni singolo big 4 della federazione di Stamford e conquistato il titolo WWE. Se tutto ciò non basta a farti diventare il wrestler dell’anno, allora onestamente non so cosa altro può servire

 

Tuttavia, nella nostra redazione c’è chi ha anche deciso di premiare il 2016 di altri lottatori ed addirittura di una lottatrice. E’ il caso del 2016 di BROKEN Matt Hardy, che da solo ha creato interesse intorno ad un brand come quello della TNA che negli ultimi anni ha perso appeal (Grazie Hogan, Dixie, Bischoff e chi più ne ha ne metta). Scelta molto azzardata ma che ritengo più o meno condivisibile, pur non entrando ulteriormente nei dettagli visto che in molti saranno anche stufi di sentirmi elogiare la grandezza della Broken Brillance.

Un voto è andato anche a Kevin Owens, che attualmente sta tenendo letteralmente in piedi Raw insieme all’amico Chris Jericho ed ha elevato il suo status diventando un main eventer dopo aver conquistato lo Universal Title. Personalmente mi aspetto un gran 2017 da Owens.

Un altro voto è andato anche a Charlotte, che se non sbaglio, è la prima lottatrice ad esser nominata per il premio di best Wrestler. La figlia di Ric Flair ha avuto un 2016 incredibile, in cui ha perfezionato il suo stile sul ring, compiuto passi da gigante nell’extra ring ed è stata protagonista di un gran feud insieme a Sasha Banks, tanto da fare la storia e diventare la prima lottatrice WWE ad aver vinto nel main event di un PPV, in occasione del primo Hell In A Cell femminile della storia. Un voto che sembra molto azzardato e che a molti potrà non piacere, ma che personalmente trovo sensato visto il suo anno e le sue sempre ottime prestazioni sul ring. Non fosse stato per il perfetto 2016 di Styles, avrei quasi sicuramente votato pure io per lei.

 

Infine ci tengo particolarmente a citare due nomi che sono rimasti esclusi dalle votazioni, non per demeriti loro particolari, ma per il modo in cui gli awards principali sono stati strutturati. Il primo nome è quello di Samoa Joe ed il secondo è quello di Kenny Omega.

 

Per onore di cronaca, di seguito trovate i voti completi della redazione:

AJ Styles(16):EdoCHF,Giuseman, GiovyY2JPitz,Francesco “Red Monster” Scudiero,Vincenzo Sabatino,Danilo,Matteo Bruno, ChristiaNexus,Sergedge, MauroChosenOne, Marsupilami,Vittorio Pisapia, Girolamo, Giuseppe Calò, Tenshi Neko,Corey

Broken Matt Hardy(1): Matteo Iadarola

Charlotte(1):Luca Grandi

Kevin Owens(1):8Bit

 

E con questo si chiude l’award odierno ed ufficialmente viene sancito il termine di questi ZW Awards per il 2016. Quale per voi lettori è stato il miglior atleta del 2016? Dal buon MauroChosen One è tutto..Linea allo studio

Mauro Chosen One
Nato in un paesino sperduto fra la nebbia della bassa Bergamasca, scrive per Zona Wrestling da 3 anni. Reporter di Impact, co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno", editorialista. Tifoso sfegatato della Juventus e del Liverpool. Si ritiene un gran fan di Edge,Scott Steiner, Gail Kim, Emma, Bobby Roode, AJ Styles, Eli Drake, ECIII, Mike Bennett e probabilmente l'unico che sopporta Mojo Rawley in Italia. Sogna di diventare il nuovo Ron Burgundy.
  • AJ Ferr

    Completamente d’accordo con Mauro per quanto scritto nell’articolo. Questo è stato davvero l’anno di AJ Styles, costellato da fantastici match, ottimi promo e faide. Per quanto riguarda le altre Major direi che quelli che si avvicinano di più sono Lashley per la TNA e Adam Cole (BAY BAY) per la ROH. Se la NJPW fosse considerata come Major avrei fatto nn poca fatica a scegliere il vincitore, dato che anche Kenny Omega ha fatto un anno pazzesco, iniziando con la vincita del titolo IC, con il feud con Tanahashi e infine con la vittoria del Climax, dove tra l’altro a saputo mettere in scena match ottimi, quello con Naito e quello con Goto in special modo.

    • Aj Rollins

      Beh fra quelle da te elencate la NJPW è l’unica vera Major.
      TNA e ROH sono indy

  • Fringe

    Non potrei non votare AJ Styles

  • Matt16

    AJ Styles, nulla da dire.
    Un 2016 fantastico, partito un po’ a rilento ma proseguito nel migliore dei modi.

  • Alberto Iizuka

    Assolutamente AJ Styles. La dimostrazione che la classe non è acqua, a partire dalla conclusione dello stint in NJPW. Credo abbia zittito anche i (pochi) scettici che mettessero in dubbio sfondasse in WWE.

    Owens paga anche un regno (probabilmente di ripiego, causa infortunio di Devitto) sottotono. Che, se è vero abbia elevato il suo stato e lui con Jeritroll son mattatori dello show rosso, troppo spesso forse è stato messo in ombra dal vecchio marpione.

  • LANSE ARCIAAAAA !!!

    Non posso che concordare.

  • Contro Nessuno

    Bei Award.
    Tutti giusti. Più o meno.
    Il prossimo anno voglio però che votiate pure gli award implacabili.

    • AJ Ferr

      Ma….ma… È l’immagine di profilo perfetta!!! Ahahahah mi congratulo con la scelta

      • Contro Nessuno

        Ieri sera sono stato a cercare…
        L’unica cosa è che a Luca non piace il bianco e nero…

        • AJ Ferr

          Luca può dire quello che vuole, ma io sono l’uomo delle immagini profilo e dico: THUMBS UP!

        • Fringe

          Luca è heel

  • Alessio Massa Micon

    Kyle O’Reilly

    • Contro Nessuno

      Nah…scontato…
      🙂

    • Y2J

      E “vs” e Adam Cole dove li lasci?

  • AJ Styles

  • Eddy Y2J

    Styles tutta la vita, è su un altro pianeta

  • Francesco “Red Monster”

    “AJ Styles in WWE non potrà mai essere, per forza di cose, il campione massimo e un top name della federazione”.
    FIERISSIMO di essermi sbagliato quando l’ho detto anche io. Nel 2016 AJ Styles ha avuto modo, ancora una volta, di mostrare le sue qualità e cosa ancora più bella, la WWE ha deciso di puntare su di lui (ovviamente non sbagliando).
    AJ Styles e Chris Jericho, l’esperienza in persona, 2016 fantastico per entrambi.

  • pincopallino

    concordo su tutto tranne che su owens,
    spiace dirlo, ma owens è stato bookato come il peggiore campione degli ultimi 5 o 10 anni,
    e da grande fan di owens mi fa parecchio incazzare,

    su styles niente da aggiungere…anzi forse qualcosa la si può dire: G.O.A.T.

  • Damon_Hopps

    Voto sicuro per AJ Styles
    Non ci sono dubbi. Se lo merita proprio tutto, oltre a tutto quello che sta ottenendo di suo in WWE.