Benvenuti amici e amiche di ZonaWrestling! Vediamo insieme quanto successo nell’ultima puntata dello show dei pesi leggeri.

Bando alle ciance, siamo pronti a partire!

Inziamo subito col primo match.

Drew Gulak e “The Gentleman” Jack Gallagher vs The Brian Kendrick e Akira Tozawa

(3 / 5)

Prima dell’inizio del match vediamo quanto successo due settimane fa: Kendrick e Gallagher erano impegnati in un incontro quando Gulak cerca di attaccare alla spalle l’ex compagno di squadra e, a salvare Kendrick, arriva proprio il giapponese Tozawa.

I due heel sono già sul ring, mentre gli altri due sono nel backstage e vengono intervistati. La domanda per il giapponese è come lavoreranno insieme dal momento che sono stati per molto tempo avversari. Tozawa ci pensa, ma non risponde e se ne va.. Kendrick fa per dire qualcosa ma anche lui se ne va senza dire nulla.

Nell’arena risuona la musica di ingresso di Tozawa, dopo poco entra (senza la sua intro musicale) il suo tag team partner.

Al suono della campanella, gli uomini legali sono da una parte Kendrick e dall’altra Gulak, ma quest’ultimo pensa bene di chiedere subito il tag al “Gentleman”. Lo statunitense, irritato, cerca di attaccare Gulak all’angolo, ma questi si sposta prima che venga colpito; è ancora Kendrick ad attaccare, questa volta fa centro sull’uomo legale dell’altra squadra; lo trascina all’angolo e chiede il cambio al giapponese, il quale entra in partita con una senton e una buona, anche se troppo affrettata, copertura arrivata al due.

Tozawa continua il suo attacco con delle ciop, si avvicina al suo angolo amico ed ottiene il tag, i due mettono a segno un’ottima mossa combo composta da un doppio boot e Kendrick prova lo schienamento ma il conteggio dell’arbitro si ferma al due, anche questa volta. Il “Gentleman” riesce ad ottenere il cambio; ma nulla è cambiato: è ancora lo statunitense a colpire ma è lui a finire “incastrato” alle corde dando così l’opportunità ai suoi avversari di ottenere il tag;

Adesso è Gallagher a colpire l’ex alleato insieme a Gulak, con un lancio alle corde e un braccio teso, quest’ultimo ha l’onore di schienare Kendrick, ma il conto si ferma a due, anche questa volta. Drew imprigiona l’avversario in unapresa di sottomissione al braccio, ma questi riesce a liberarsi ben presto anche se è troppo lontano dal suo angolo e troppo vicino a quello rivale; nuovo cambio, infatti, tra gli heel.. Gallagher lavora un pò la parte dei piedi dell’avversario prima di chiedere nuovamente un repentino cambio al suo compagno, i due collaborano ancora una volta e Drew tenta la copertura: nulla di fatto.

Kendrick oramai stanco morto, non riesce ad essere rilevante nel match già da qualche minuto e non ha nemmeno la possibilità di avvicinarsi al suo angolo; in questo modo, per i suoi due ex alleati è facile colpirlo pesantemente, avvalendosi anche di cambi molto veloci tra di loro e ottime mosse combo mentre Tozawa non più far altro che guardare senza poter intervenire; lo statunitense comunque è in partita e dopo essersi liberato da una presa di sottomissione, cerca di avvicinarsi al suo compagno di squadra, peccato che venga bloccato da Gulak (divenuto uomo legale) quando non gli mancava molto per ottenere il tag. Kendrick riesce a mettere a segno vari colpi ad entrambi i suoi avversari ma neanche questa volta ce la fa ad arrivare in tempo all’angolo, viene infatti bloccato da una headlock del “Gentleman”, lo statunitense riesce a liberarsi e a “lanciare” l’avversario alle corde, proprio dov’è Tozawa, il giapponese riesce ad evitare di essere colpito, anzi è lui che con un “AAAAAH” riesce ad allontanare Gallagher: buonissima occasione questa per Kendrick per potersi finalmente riposare un pò e, infatti, questa volta non sbaglia: è Tozawa l’uomo legale della sua squadra adesso. Anche dall’altro lato c’è stato il tag e c’è Gulak. Il giapponese dopo aver fatto la bella statuina per molto tempo, parte subito forte riuscendo a mettere a segno vari colpi e facendo capitolare l’avversario fuori dal quadrato prima di lanciarsi in un volo suicida dalla seconda corda.

“AAAAH” e poi riporta il rivale nel quadrato, sale sulla corda più alta e Gallagher tenta di intervenire, ma prima che possa farlo viene bloccato da Kendrick; nel frattempo, però, Gulak si è rimesso in piedi ma viene comunque colpito da un doppio dropkick del giapponese, tenta lo schienamento 1.. 2.. NO!!! Tozawa chiude l’avversario nella mossa di sottomissione del “polpo” e Kendrick blocca Gallagher, affinchè non intervenga; questo però dura poco, infatti il “Gentleman” si libera “lanciando” lo statunitense contro gli altri due wrestler, liberando così il suo alleato.

I primi a rialzarsi sono Kendrick e Tozawa, il quale chiede spiegazioni per quanto appena accaduto; lo statunitense non fa in tempo a parlare che viene attaccato prima dall’inglese poi viene sorpreso da Gulak con un roll up che gli consegna la vittoria.

WINNER: DREW GULAK e “THE GENTLEMAN” JACK GALLAGHER

I due se ne vanno mentre sul ring rimangono gli sconfitti che si guardano in malo modo.

Ci spostiamo nel backstage dove troviamo il GM alle prese con una bilancia, sta pesando, infatti i due pesi leggeri che si affronteranno domenica: Mustafa Ali e il campione Buddy Murphy. Dopo aver pesato entrambi scatta una rissa tra i due che viene domata ben presto.

Dopodiche, il campione viene intervistato e dice che stava solo cercando di ricordare ad Ali cosa succede alle persone che cercano di portargli via il titolo. Mustafa non capisce cosa ci sia in serbo per lui questa domenica, mi sento male per lui”. 

Lince Dorado e Kalisto vs Jobbers      (2 / 5)

Poco più di uno squash questo match, con gli sfidanti che reggono per un pò il gioco agli avversari, prendendosi anche il lusso di prenderli in giro. Ciò non impensierisce nemmeno i due luchador che chiudono il match con una salida del sol.

WINNER: LINCE DORADO e KALISTO          

Maria Kanellis appare sullo schermo per congratularsi con i LHP per la vittoria e dire loro di godersi la vittoria finchè possono. Dice che hanno ancora degli affari con suo marito Mike e TJP, e li hanno lasciati fuori dai guai dato che Gran Metalik non era qui stasera. Chiede loro di augurare buona fortuna al loro amico per quando combatterà contro Perkins la settimana prossima.

Cedric Alexander è nel backstage per fare un promo su come è rimasto imbattuto per così tanto tempo. Per ragazzi come Lio Rush questo è un gioco, ma questa è la sua vita e la sua eredità dipende da questo. “Stasera continua l’Era di Alexander”.

NEXT WEEK: TJP vs Gran Metalik

Cedric Alexander vs Lio Rush     (3,5 / 5)

Entrambi gli uomini hanno mostrato la loro agilità all’inizio ma Rush ha deciso di mancare di rispetto al”avversario con uno schiaffo in faccia. Alexander ha risposto con un dropkick perfetto al mento e con delle ciop. L’ex campione tenta di lanciarsi da un’angolo all’altro ma il fastidiosissimo amico di Lashley è ancora in partita e riesce a spostarsi in tempo; è lui questa volta che tenta di attaccare ma Ced lo blocca e lo colpisce con un big boot, di tutta risposta, ne riceve uno anche lui e Alexander come una pera cotta, cade a terra fuori dal quadrato; il MOTH lo colpisce con un suicide dive, dopodichè ritorna nel ring e obbliga l’arbitro a iniziare il conteggio: Rush vuole vincere per cout out. Mentre il direttore di gara fa il suo dovere Lio esce dal quadrato e con un doppio calcio contro la barricata dapprima e contro i gradoni poi, tenta di prendersi un’ulteriore vantaggio; rientra, così, nel ring e, ancora una volta, chiede “cortesemente” all’arbitro di iniziare a contare.. 1.. 2.. 3.. 4.. 5.. 6 Alexander rientra nel ring e si accascia vicino al paletto di sostegno, “The man of the hour” continua il pestaggio ai suoi danni, rischiando anche la squalifica dell’arbitro dato che colpisce l’avversario in prossimità delle corde.

Ancora il “piccoletto” a colpire con una snapmare e subito a seguire, tenta una copertura con un conto finale di uno. Tenta una bodyscissors, l’ex campione riesce a girarsi a fatica e e quando ci riesce e cerca di avvicinarsi alle corde, Rush lo colpisce; Alexander si rialza con ancora “inzainato” l’avversario e per liberarsi, si avvicina alle corde; i due si colpiscono senza più difese e a prevalere in questa fase è il MOTH con un enzuigiri kick, tenta immediatamente lo schienamento, ma nulla di fatto anche questa volta.

Ced dopo aver subito ancora un pò, risponde agli attacchi del rivale con un enzuigiri e con una crossbody, tenta la sua mossa finale ma Rush atterra in piedi prima di beccarsi una neuralyzer e soprattutto rischia di perdere il match con una buona copertura di Alexander; ma il conto si ferma a due. L’ex campione sembra essere in controllo totale del match in queste ultime fasi anche se Rush non vuole gettare bandiera bianca e attacca con una reverse STO che le consegna un buon conto di due. Sequenza di colpi da entrambe le parti, Ced tenta una michonoku driver ma Lio capovolge tutto in un roll up!! Ottima mossa ma la vittoria ancora non arriva. Rush hour! Ancora “the man of the hour” sale sulla corda più alta per la sua final hour ma Alexander si è spostato!! Tenta la lumbar check in versione reverse ma anche in questo caso, Rush porta tutto a suo favore con un roll up ma la vittoria ancora non arriva. Segue una sequenza di mosse meravigliose da entrambi le parti, a partire dalla powerbomb, passando per l’hurrincarana e uno spanish fly di Rush ma a vincere con la sua lumbar check è l’ex campione dei pesi leggeri.

WINNER: CEDRIC ALEXANDER

Mentre Ced festeggia la sua vittoria, viene mostrato un promo di Mustafa Ali dallo spogliatoio:

Buddy Murphy dice che andrà all’inferno e tornerà per il titolo, bene domenica dovrà farlo, e io sarò proprio lì con lui. Quel titolo significa per me più di quanto Buddy possa mai capire, alla fine arriva a dire quello che sarà nel ring, forza contro velocità, aggressività contro determinazione, rabbia contro cuore, e domenica, nessuno può fermare l’inarrestabile.”

Con questo promo la puntata finisce qui..

Alla prossima! 🙂

 

 

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7
Qualità dei promo
6,5
Evoluzione delle storyline
6,5
Desil
Ho 23 anni, seguo il wrestling da talmente tanti anni che non ricordo nemmeno quando ho iniziato. Mi divido tra gli studi universitari, la WWE e le mie amate serie TV; sarò realizzata se di questa passione potrò farne un vero e proprio lavoro, nel frattempo che questo accada, scrivo su ZonaWrestling report di 205 Live e di NXT UK. Dopo anni di interruzione dal wrestling, nel novembre del 2014 sono rimasta incantata dalla " scheggia impazzita" Dean Ambrose e da allora sono sua fan; dopo qualche anno mi sono appassionata a Seth Rollins.. senza dimenticare i miei wrestler preferiti di tutti i tempi: Eddie Guerrero e The Undertaker. Altri lottatori per me interessanti sono: Finn Balor, Drew McIntyre, Aj Styles e Mustafa Ali.