Benvenuti amici e buona domenica a tutti! Nel contempo che tutto sembra tornare alla normalità, il wrestling, che non si è mai fermato, continua a farci compagnia. Qui con voi è la vostra Desil pronta per narrarvi quanto accaduto venerdì sera ai nostri cruiser

1) Tony Nese vs Tyler Breeze 2.8 out of 5 stars (2,8 / 5)

Il torneo che vede protagonisti i cruiserweight va avanti: questa volta la sfida sembra abbastanza interessante con gli stili dei due rivali che si amalgamano bene.

Buona la prestazione del Prince Petty che riesce a mettere a segno qualche buona manovra, riuscendo anche, di tanto in tano, ad anticipare le mosse avversarie. L’incontro sembra fermarsi quando Nese lamenta un dolore al ginocchio ma evidentemente gli è servito solo per distrarre Breeze e ‘metterlo’ all’angolo per poi colpirlo con la sua vincente Running

WINNER: TONY NESE

2) Tehuti Miles vs Danny Burch 3 out of 5 stars (3 / 5)

Metti un match di debutto con Danny Burch, il quasi jobber di 205 il risultato è del tutto scontato..

Ne viene fuori un’incontro molto piacevole da vedere, scorrevole e dinamico nel quale il partner di Lorcan dimostra di avere talento e resistenza, uscendo indenne da una facebreaker

Nelle fasi finali sembra che questi sia vicino alla vittoria ma una distrazione gli è fatale: roll up di Miles 1.. 2.. 3!!

WINNER: TEHUTI MILES

Così finisce questa puntata, alla prossima! 🙂

Desil

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5,5
Evoluzione delle storyline
5,5
Desil
Ho 25 anni e seguo il wrestling da tanti anni. Mi divido tra gli studi universitari, la WWE e le mie amate serie TV cercando nel frattempo di svolgere anche un lavoro semi serio come consulente Chogan; scrivere report di 205 Live e di NXT UK ha acceso in me una vera e propria passione per la scrittura, della quale non so più farne a meno. Attualmente seguo poco il wrestling ma rimango fedele sin dal 2014 al mio 'credo' per il King Slayer Seth Rollins e il fu Dean Ambrose, motivo quest'ultimo per il quale ho aperto i miei orizzonti verso i lidi giapponesi e l'AEW