Sin da quando siamo bambini, la parola leggenda riecheggia nella nostra vita. Quando ascoltiamo o leggiamo una favola, quando sentiamo parlare di televisione, sport o qualunque cosa veda nella sua storia figure immortali che tanto hanno dato all’umanità. Quando ero piccolo io sentivo sempre parlare di una leggenda del quadrato, sentivo sempre parlare di Tiger Mask, il misterioso uomo con la maschera di tigre.

Un giorno un signore giapponese di nome Ikki Kajiwara, decise di disegnare un fumetto che come protagonista aveva un lottatore di Wrestling, o meglio di Puroresu, e lo chiamò Tiger Mask. Il nome non poteva portare ad equivoci, era chiaro, quel lottatore aveva il volto coperto dalla maschera di una tigre. Il fumetto diventa un cartone animato, il cartone animato diventa realtà, quando il 23 Aprile del 1981, debutta sul Ring Tiger Mask, dall’idea di Antonio Inoki, allora testa della New Japan Pro Wrestling. Inoki vuole rilanciare la categoria dei pesi leggeri dopo il passaggio di Tatsumi Fujinami alla categoria dei pesi massimi. Chi meglio del personaggio che tanto era famoso fra i giovani e non solo?

Dopo il suo ritorno dal Messico quindi, dove va ad apprendere le tcniche della spettacolare Lucha Libre, il giovane Satoru Sayama viene scelto da Inoki, che gli mette la maschera della tigre e gli affida il compito di portare in alto la categoria e scrivere la storia. Tiger Mask debutta come detto nel 1981, contro un certo Thomas Billington, meglio conosciuto come Dynamite Kid.  La carriera di Tiger Mask sarò sfolgorante, vincerà titoli in ogni parte del mondo, ne deterrà molti contemporaneamente e farà da apripista a quello che oggi è il concetto di Flyer. Purtroppo la sua carriera finirà nel 1983, quando si dice stanco del Pro Wrestling e lascia la New Japan. In realtà alcune testimonianze parlano di un rapporto non idilliaco con Antonio Inoki, ormai geloso del successo planetario. Sayama appende la maschera al chiodo, ma non è finita.

Il vecchio compagno di Inoki infatti, Giant Baba, ha in concessione da Ikki Kajiwara il personaggio di Tiger Mask, decide di cavalcare l’onda e quindi riproporre la Gimmick, ma nella All Japan Pro Wrestling. Baba sceglie per interpretare il famoso lottatore il Rookie of the Year del 1982, un giovane chiamato Mitsuaru Misawa: nasce Tiger Mask II. Nonostante le grandissime capacità di Misawa e le tante critiche positive degli addetti ai lavori, il pubblico non vede più Tiger Mask come prima, la seconda incarnazione del personaggio insomma, non riesce a cancellare il ricordo della prima. Misawa e Baba commettono anche un altro errore inoltre, quello di portare Tiger Mask II alla categoria dei pesi massimi, snaturando lo stile e la leggenda dell’uomo tigre. Mitsuaru Misawa si fa smascherare sul ring rivelando la sua identità e mettendo la parola fine alla vita di Tiger Mask II, che tornerà solo in un’ occasione, quando ad interpretarlo è Yoshinobu Kanemaro. Misawa però, al contrario degli altri, non indosserà mai più la maschera, dominando comunque molte fasi della storia del Puroresu.

Più breve è stata invece la storia di Tiger Mask III, impersonato da Koji Kanemoto, un buon talento che però commette l’errore di aggiungere del suo alla Gimmick, portando sul ring una tigre sfrontata e Heel, cosa che snatura il personaggio portandolo a molte sconfitte e poche vittorie. Tiger Mask III finisce quando lancia la sua maschera contro Jushin Tunder Liger contro il volere della compagnia, la New Japan pro Wrestling.

Si dice che il suo nome sia Yoshihiro  Yamazaki, ma in realtà nessuno sa se davvero sia cosi. Tiger Mask IV viene allenato, presentato e portato alla ribalta da Saroru Sayama, il primo leggendario Tiger Mask. Il fatto che nessuno conosca davvero la sua identità ha riportato la Gimmick dentro quel mistero che la avvolgeva ai tempi del debutto di Sayama. La quarta tigre è sicuramente quella migliore, nel senso che per tantissimi anni ha portato la maschera senza mai avere cali eccessivi, non ha la qualità di Satoru Sayama, il suo maestro, come non ha il carisma e il temperamento di Mitsuaru Misawa, ma ha un fattore x che lo rende, come detto, probabilmente il miglior Tiger Mask, e anche se non può essere considerato proprio un innovatore, si può dare a lui il merito di aver contribuito più di tutti alla crescita della categoria dei pesi leggeri  in Giappone. Tiger Mask IV, sale sui ring della New Japan Pro Wrestling ancora oggi.

Nel 2010 si può ammirare sui ring giapponesi anche un quinto Tiger Mask, che però dura poco, e ricalcando il vero e proprio costume del fumetto e del cartone animato, passa più che altro che per una trovata pubblicitaria, cosa che purtroppo, rischia di intaccare la leggendaria dinastia delle tigri, una dinastia che volente o nolente, non può non essere ricordata nella storia del Puroresu, come nella storia del Pro Wrestling in generale.

Un grazie sentitissimo ai ragazzi di Puroresumission.com, sito eccezionale che non mi stancherò mai di consigliare a tutti coloro volessero approfondire la loro conoscenza sul Puroresu e sulla sua storia. Per questo articolo mi sono avvalso delle loro informazioni, frutto di contatti diretti con il Giappone, spolpato come veri Insider. Posso assicurarvi che certi particolari non potrete trovarli in nessun altro luogo nel web, che si tratti di Italia o di estero. Visitatelo: Puroresumission.com .

GiovY2JPitz
Appassionato di vecchia data, una vita a rincorrere il Pro Wrestling, dal lontano 1990. Studioso della disciplina e della sua storia. Scrive su Zona Wrestling dal 2009, con articoli di ogni genere, storia, Preview, Review, Radio Show, attualità e all'occasione Report e News, dei quali ha fatto incetta nei primi anni su queste pagine. Segue da molti anni Major ed Indy americane e non. Jerichoholic nel profondo!