Il panorama Titolato di Raw sembra quasi avere un terzo incomodo…e non sto parlando di Jericho, bensì di Seth Rollins. Chi si sarebbe mai aspettato che il futuro split del duo Jeri-KO avrebbe suscitato tanto clamore? Più acclamato di Dzeko al fantacalcio, ecco a voi l’editoriale odierno!

La faida tra Owens e Rollins, per certi versi, ha avuto un difetto di costruzione sin dalla primissima fase genetica. Ripercorrendo la linea cronologica, Triple H interviene durante il match per l’assegnazione dell’universal Title reso vacante dopo l’infortunio di Bàlor, ed invece di intervenire a favore di Rollins lo tradisce, favorendo invece Owens, improbabile vincitore alla vigilia. Di qui, la faida prosegue su un binario molto semplice ma altrettanto assurdo: Rollins diviene babyface per il solo fatto di essere stato tradito da HHH, e decide di volersi prendere la sua rivincita solo perché qualcun altro è stato scelto come “cocco” del Boss. Anziché, dunque, avere una presa di coscienza circa le sue precedenti malefatte al fine di poter riconquistare i fan, Rollins ha fatto dell’invidia il volano principale su cui far vertere il proprio turn, divenendo nell’immediato un face abbastanza atipico, almeno per le motivazioni.

D’altra parte, le sue interazioni con l’attuale Campione Universale sono state quasi immediatamente viziate da un’altra interazione: quella tra il Campione ed il suo “best friend”, Chris Jericho. Poche persone sono capaci di rendere over le piccole cose come Jericho: un po’ per inventiva, un po’ per il ritrovato personaggio da veterano in lotta con il tempo, un po’ per il suo look fatto di sciarpette svolazzanti, pantaloni attillati e gilet senza maglia Y2J è riuscito a ritornare rilevante nell’upper card dopo un periodo di leggero appannamento, anche grazia alla naturale alchimia con Kevin Owens. Questi due performer, al pari del New Day o di Enzo & Cass, danno l’impressione di essere genuini, anche quando sono scriptati, e soprattutto hanno un tempismo comico veramente raro, nato da una confidenza che sicuramente si estende al di fuori degli show settimanali.

Grazie a quest’alchimia, e grazie anche alla oramai celeberrima “List Of Jericho”, divenuta un’entità con una propria vita ed una volontà quasi indipendente, lo split che pian pianino sta prendendo forma nella mente dei fan e che dovrebbe sfociare con l’ultima faida di questo stint di Jericho è divenuta la storyline principale legata al Titolo Universale, lasciando per l’appunto Seth Rollins come terzo incomodo. A questo aggiungiamo che, come detto, Seth non ha ancora avuto quel momento di consacrazione come “buono vero” e Y2J è un personaggio che, per età e trascorsi di carriera, è sempre difficile da odiare, a prescindere da quello che può fare o dire per rendersi inviso al pubblico presente nelle arene. In questo preciso momento storico, dunque, si va verso HIAC verso un match titolato tutt’altro che coinvolgente, alla luce del fatto che il personaggio maggiormente over di questo trittico è l’unico momentaneamente estromesso.

La vittoria di Owens, in tal senso, mi sembra abbastanza scontata, anche se proprio non riesco a figurarmi uno scenario in cui anche Rollins (top face di Raw dopo la Banks in ogni caso) potrebbe essere “protetto” senza perdere nuovi punti di stock. Certo, nel futuro di Seth vi è senza dubbio alcuno un match contro triple H troppe volte rimandato, tuttavia non vedo al momento altri personaggi in grado di tenere questo ottimo performer sufficientemente ed adeguatamente impegnato.

Una cosa è palese, almeno lo è per me…la zona main event dello show rosso di qui ad un paio di mesi dovrà necessariamente pescare qualcuno o da NXT (Nakamura e Joe su tutti) oppure qualcuno dal midcard (Cesaro e Zayn, mi verrebbe da dire), al fine di evitare un interminabile e noiosissimo giro in tondo.  Reigns è giustamente relegato ad un’interminabile, eterna ed oramai esangue faida di secondo piano, Rusev uscirà con le ossa rotte da questo confronto con l’attuale Campione USA…e poi il nulla: il team creativo di Raw dovrà faticare non poco per poter rivitalizzare la parte più importante del suo show, pericolosamente protesa verso un ripido burrone.

Che Strowman e Big Cass possano veramente essere destinati a faide Titolate in periodi morti? Questa ipotesi un tempo lontana anni luce, sta pian piano prendendo forma nella mia mente.

Vedo i main eventer scarsi.

Ed ho paura.

Danilo

Danilo
Atarassico, eclettico, nuotatore tendenzialmente pigro, amante dei fagioli con le cipolle, delle serie tv, dei manga e delle botte di Natale. Lavora anche, ma solo nel tempo libero.