In molti, si aspettavano che Stomping Grounds potesse essere un ppv dal forte senso di transitorietà. Uno show che, in partenza, non godeva di grandi aspettative, tanto che molti biglietti erano rimasti invenduti. Uno spettacolo dal quale non ci si aspettava niente di positivo. Ma, alla fin dei conti, questo evento si è rivelato una piacevole sorpresa: seppur vi siano stati parecchi aspetti che non sono andati per il verso giusto, questo show ci ha offerto altrettante cose positive, una su tutte la vittoria di Ricochet per cui il wrestler ha potuto portarsi a casa il titolo degli Stati Uniti.

Una vittoria che fin da subito ha generato una reazione a catena molto interessante: infatti, già nel corso dell’evento, sono state gettate le basi per l’incontro/scontro con AJ Styles, poi proseguita nelle settimane successive a Raw. Una rivalità che sarà destinata ad infiammare l’estate del wrestling.

Dal mio punto di vista, questa rivalità capita al momento giusto: infatti, tutti i diretti interessati possono approfittare di questa occasione per poter spiccare il volo e guadagnare qualche posizione all’interno dei ranking della WWE.

Sicuramente, per AJ Styles questo nuovo feud rappresenta una boccata d’aria: il Fenomenale non aveva più niente da dire come buono. Dopo un ennesimo regno da campione mondiale durato diversi mesi, The Phenomenal One ha perso tutto il suo appeal in un brevissimo lasso di tempo, svanito definitivamente dopo la sconfitta patita contro Seth Rollins per il titolo universale. Arrivati a questo punto, era palese che servisse una svolta capace di poter dare nuovo vigore al personaggio di The Face That Runs This Place, e ritengo che la scelta di farlo tornare tra le fila degli heel sia stata ottima: alla fin dei conti, già in passato Styles ha dimostrato di sapersi cucire addosso molto bene le vesti del cattivo, quindi perché non ritentare?

Così come l’ex campione WWE, pure i restanti membri del Club beneficiano di questa situazione: dopo essere stati messi da parte per diversi mesi a causa dei problemi di rinnovo contrattuale, Karl Anderson e Luke Gallows hanno saputo rimettersi in gioco alla perfezione, calandosi in una parte che riesce loro alla perfezione. Infatti, il ruolo delle spalle comiche calza a pennello ai Good Brothers, in particolare Anderson sa tirare fuori il meglio di sé, merito dei suoi slogan già utilizzati in più di un’occasione sia in questa federazione che altrove. Se poi aggiungiamo a tutto ciò che questo nuovo impiego all’interno degli show ha permesso al duo di ottenere un nuovo accordo di ben cinque anni, non si può non ammettere che gli ex-membri del Bullet Club ne usciranno da vincitori.

Infine, prendiamo in considerazione il protagonista principale di questa rivalità, ovvero Ricochet: l’ex North American Champion sarà sicuramente colui che potrà trarre più vantaggi da questa possibile contesa. Infatti, l’uomo dai mille rimbalzi ha debuttato recentemente nel Main Roster, e per questo avrà bisogno di farsi un nome. Quindi, chi meglio di AJ Styles in questo momento può fungere da trampolino di lancio per l’atleta? Senza dimenticare che c’è di mezzo lo United States Championship, aspetto che garantisce ancora più importanza a questa situazione.

Devo ammettere, però, di essere un po’ sorpreso da questa collocazione riservata a Ricochet all’interno della card: fin da quando ha debuttato negli show principali, ero convinto che The One And Only fosse destinato ad occupare un ruolo di rilievo solo nella tag team division, con ben poche speranze una volta separato dal suo ex-compagno di coppia, Aleister Black, a causa del Superstar Shake-Up. Eppure, la federazione mi ha saputo soprendere, dando un’ottima opportunità ad un wrestler che merita quanto meno una chance di mettere in mostra tutte le sue capacità.

La mia speranza resta quella di vedere questo feud prolungarsi fino a Summerslam: sono fermamente convinto che, se fosse concessa questa possibilità ai due atleti, ne uscirebbe un capolavoro. Già negli anni passati, The Phenomenal One ha dimostrato il fatto che lo show più importante dell’estate sia un palcoscenico che lo esalta parecchio, mettendosi in luce durante questo ppv annuale con match come quello con John Cena nel 2016. Insomma, questa contesa potrebbe tranquillamente superare ogni match della card sotto ogni punto di vista.

Qualunque sia il risultato, però, c’è da ammettere una cosa: questa rivalità ci voleva proprio. In questo determinato periodo storico, la WWE non sta tirando fuori il meglio di sé, creando scenari tutt’altro che creativi ed originali, come quello della coppia Becky Lynch-Seth Rollins, e dando sempre più spazio a wrestler di ere passate, piuttosto che a quelli del presente. Questo feud, invece, si distanzia completamente da questi presupposti: la WWE ha saputo offrire una rivalità capace di mettere in mostra due atleti del presente mai vista fino ad ora in questa compagnia.

Sono queste le basi dalle quali la compagnia deve ripartire nel prossimo futuro, al fine di dare un cambio di rotta definitivo: ad esempio, se Ricochet dovesse funzionare bene in questo ruolo, basterebbe lavorarci ancora un po’ per i prossimi anni a venire per ritrovarsi in casa una futura stella del wrestling WWE. In fin dei conti, già con Rey Mysterio la federazione ha potuto constatare il fatto che i performer più minuti ed agili funzionino: questo è il presupposto giusto perché ci si possa prendere qualche rischio.

Ma, per ora, godiamoci questo fantastica rivalità. Per quanto riguarda il futuro, invece, la speranza è l’ultima a morire, e Ricochet vs AJ Styles ne è la perfetta rappresentazione!

E voi, cosa ne pensate di questo feud? Vi intriga anche a voi la possibilità di un match a Summerslam tra i due? Fatemelo sapere nei commenti.

The Notorious

The Notorious
Ho 21 anni. Seguo il wrestling da quando sono bambino, ed è tutt'ora la mia passione. Mi autodefinisco un WWE guy, perchè mi interessa soprattutto la federazione di Stamford, ma allo stesso tempo, quando ne ho modo seguo anche le indipendenti. F**k The Mayweathers.