Il campione massimo di NXT Aleister Black, ha voluto confessare ai suoi fan che da tempo soffre di ansia e di depressione. Lo ha fatto scrivendo un lungo post su Instagram.

Now that I have had time to process the last couple of days and specifically Takeover New Orleans I wanted to sit down, literally, and type a few words. I have no idea where I will go with this, but I felt the need to do so. Also, instagram will undoubtedly annihilate the read ability and sentence build of this so bear with me, or not. Whether you think I deserve what I won or not, I know I did. I am not going to try and win anyone over by asking for your sympathy. I am simply telling you who I am. I am someone who suffers from anxiety and depression. You know when you wake up and you can feel inside yourself that you are not having a good day already? Well I wake up too sometimes like that, only I wake up wondering why I even still wake up. I am someone who at most times feels a great disconnect with the entire universe and the people around me. I carry a flag inside my heart that is made up of music, equality, heartache and perseverance. This title means more to me than so many of you will ever understand. This business means so much more than most people understand. It isn’t something that I wanted to do as a hobby; I wanted this like nothing else in my life, nothing mattered but this, accomplishing this. And each and every year I told myself, it isn’t going to get any better than this and then each year for nearly 16 years long it did. And here we are. Despite the long road, despite the anxiety, which can be crippling at times, despite the not always fun states of minds that I have, I am here. And the good thing is.. I feel I am far from done. This one wasn’t just for myself, as cliche as that might sound. This one was truly for each and every person who thinks their situation or mental health is too severe to ever accomplish anything. I ask you please to proof the world, but mainly yourself, wrong and do what you wanna do. I still remember hanging around the small venue’s watching my friends play in their bands and we would coherently ‘trash the place’ thinking, man I hope I never lose this, I hope I never lose myself completely. Only to have found myself a lot more whole today. Thank you all for staying, even if only for a while; thank you.

A post shared by Aleister Black (@aleister_black) on

”Ora che ho avuto tempo di pensare agli ultimi giorni e in particolare a ciò che è successo a TakeOver: New Orleans ho deciso di sedermi un attimo e scrivere qualche parola. Non so perchè sto scrivendo ma sento il bisogno di farlo. Tra l’altro, Instagram ha annientato l’abilità di leggere e di farsi un’opinione quindi abbiate pazienza, oppure no. Sia che voi pensiate che io mi sia meritato il titolo o meno, io so di essermelo meritato. Non sto cercando di starvi simpatico, vi sto dicendo semplicemente chi sono. Io soffro di ansia e depressione. Sapete quando vi svegliate sapendo già che sarà una pessima giornata? Beh, a me è successo un’infinità di volte e ogni volta mi chiedevo perchè mai mi fossi svegliato. La maggior parte delle volte sento una grande disconnessione verso le persone che mi stanno intorno e verso l’intero universo. Porto una bandiera nel mio cuore fatta di musica, equità, angoscia e perseveranza. Questo titolo vale molto più di quanto voi possiate immaginare. Amo questo business, non è qualcosa che ho mai visto come hobby, ho sempre voluto fare ciò che sto facendo e nient’altro. Da quando ho iniziato, anno dopo anno, mi sono sempre ripetuto che non avrei potuto fare meglio dell’anno precedente ma ogni anno per sedici lunghi anni mi sono smentito. Ed eccomi qui. Nonostante il viaggio sia stato lunghissimo, nonostante l’ansia che a volte può davvero attanagliarti, nonostante non sia quasi mai stato felice, eccomi qui. La cosa buona è che non ho ancora finito. Queste parole vanno anche a chi sta leggendo, per quanto possa sembrare un clichè. Quelle persone che come me soffro di questo tipo di problemi e pensano che la loro situazione non li permetta di fare nulla. Vi invito a dare prova a voi stessi che vi state sbagliando e a fare ciò che più vi piace. Ricordo ancora quando andavo a vedere i miei amici suonare nelle loro band ribaltando qualche piccolo locale pensando ‘spero che tutto ciò non finisca mai’, spero di non perdere mai me stesso. Grazie a tutti per esserci stati, anche solo per un momento, grazie.”

VIA411/ZW
FONTE411/ZW
Irish Tommy
Ho 27 anni, seguo il wrestling dal 2001, newsboarder, reporter di ROH e di Lucha Underground. Appassionato di libri, criminologia e musica.Promotion seguite: RoH, Lucha Underground, NJPW e WWE. Wrestlers preferiti: Eddie Guerrero, Chris Benoit, Brock Lesnar e Steve Austin.