La storyline che coinvolge Alexa Bliss e The Fiend è ormai uno dei punti principali degli show WWE da mesi, dopo quell’episodio che li avvicinò in un episodio di SmackDown l’anno scorso. Sicuramente un cambiamento notevole per il personaggio della Bliss, passata da The Goddess a seguace dell’alter-ego di Bray Wyatt e a nemica di Randy Orton.

“Se non ci credo io, nemmeno gli altri lo faranno”

Parlando con il blogger Mike Jones, la Bliss ha detto che, quando le fu detto che avrebbe lavorato con The Fiend, era interessata soprattutto a rendere il più credibile possibile la loro interazione : “Ogni volta che parlo con i writer di quello che farò, penso sempre che se non ci credo io, nemmeno gli altri lo faranno. Quando ho capito che il lavoro con Bray sarebbe durato un po’, mi sono tuffata con tutta me stessa e ho pensato che sarebbe stato il modo migliore per farlo”.

Alexa Bliss sarà nell’angolo di The Fiend nel suo match contro Randy Orton a WrestleMania 37, episodio che probabilmente chiuderà la loro lunga faida.

FONTEringsidenews
Max Heenan
Ciao, ho 44 anni. Seguo il wrestling dai tempi di Hogan, Macho Man e Jim Duggan. Dopo un'interruzione di una decina d'anni, ho ripreso a seguire nel momento di splendore di Cena, Edge e Orton, diventando spesso critico verso il prodotto WWE, ma sviluppando una vera passione per personaggi heel o borderline (Punk, Owens, Wyatt) e per i cosiddetti ciccioni volanti (Umaga, Keith Lee, Samoa Joe). Mi piace molto scrivere e ho una laurea in lingue e letterature straniere. Per vivere, faccio il bibliotecario e l'attore di teatro, forse anche per questo del wrestling apprezzo molto le storie e la recitazione.