Nella prossima edizione della Hall Of Fame, il nome forte della cerimonia sarà quello di The Undertaker. Di questa occasione ha parlato Booker T nel suo podcast, a margine di una riflessione effettuata o da Bully Ray o da Ken Anderson, due degli avversari della lunga carriera del Deadman. E ha convenuto con loro che non ci debba essere nessuno a introdurlo nell’arca della gloria.

Le parole di Booker T

Ho sentito da Bully Ray che Undertaker debba essere l’unico a non essere introdotto da qualcuno. Forse Ken Anderson lo ha detto. Adesso non ricordo bene. Io credo che dipenda da che tipo di tv show vorranno fare. Se sarà una lunga o una corta notte. Di sicuro Undertaker non può coprire due ore di show da solo. Servono altri nomi da introdurre. Su Undertaker però penso che lui vorrebbe uscire a modo suo, dire quello che vorrebbe dire, e poi andare via”.