Impegnata nelle tante interviste di Starrcast, il super evento organizzato a Chicago pre ppv All Out, Britt Baker ha avuto modo di dare la propria visione del wrestling e come intenda questa abbi con la All Elite Wrestling come un riscatto personale a dispetto delle tante chiacchiere intorno a lei. Obiettivo: non essere ricordata come la fidanzata di Adam Cole ma come una wrestler di successo.

Per tanto tempo, molti mi etichettavano come la ragazza di Adam Cole. Non è un male, ma è anche vero che non sono solo quello. Sono una persona autonoma. Sono me stessa. Queste etichette mi mettono in imbarazzo, ecco perché voglio sfruttare questa esperienza in All Elite per far sì che la gente mi riconosca come Britt Baker e non c’è la fidanzata di qualcuno“.

A questo proposito Brandi Rhodes ha raccontato un particolare aneddoto: “Un anno fa è stata tra le più insistenti a chiederci un booking per All In. Stavo per dire a mio marito di non chiamarla, stava esagerando. Era una ragazza che aveva già contatti con la WWE, che se ne andasse da loro. Poi però ho visto la sua tenacia, la sua reale voglia di lottare con noi. Ho visto quanto ci tenesse e fosse vicina al nostro progetto. Per questo è stata la prima ad essere firmata quest’anno“.