Intervistato dall’edizione online del quotidiano inglese “Mirror”, la star svizzera della WWE Antonio Cesaro, ha parlato dei suoi obiettivi, lasciando trasparire anche una lieve insoddisfazzione.

Pubblicità

“A quest’ora avrei voluto già essere campione del mondo ma non ci sono ancora riuscito. La strada sembra ancora molto lunga ma sono felice di essere tornato al 100% dal mio inforutnio” ha spiegato il campione elvetico, paragonandosi poi a Kevin Owens: “Come lui sono stato molto tempo nelle indy prima di approdare in WWE e lo conosco da oltre 10 anni. Sono molto felice dei suoi successi. Se li merita assolutamente. Per me c’è un percorso leggermente diverso, ma se ci sono montagne da scalare, credo che non ci sia persona migliore di uno svizzero per farlo, quindi sono convinto di potercela fare anche io”.

Riguardo alle critiche di Vince McMahon di qualche mese fa, quando disse che non era abbastanza in sintonia con il pubblico, Cesaro ha detto: “Credo di essere molto in sintonia al momento. Guardate la ‘Cesaro Section, il pubblico non rimane certo indifferente quando mi esibisco – Castagnoli ha poi aggiunto – Certo, a Raw e Smackdown sono solo poche persone selezionate a cui viene concesso di parlare ma sto cercando di arrivarci anche io. C’è sempre spazio per migliorare ed io sono il mio primo critico e cerco sempre di migliorare. Se la gente dice certe cose di me e io non sono d’accordo, allora mi metto a lavorare ancora più duramente per dimostrare che si sbagliano. Mi sono infortunato quanto stavo per decollare e adesso mi sembra di dover cominciare di nuovo da zero”.

Giuseppe Calò
Webmaster di Zona Wrestling, quando non è sul ring lavora in un'agenzia di comunicazione di Palermo. Ama il calcio, le serie televisive e la sua adorata Ambra. Se il sito non funziona al 99% è colpa sua.