Jericho è stato ospite della Wrestling Observer Radio per promuovere la sua imminente Rock ‘N’ Wrestling Rager At Sea cruise. Naturalmente, ha raccontato l’esperienza che sta vivendo in NJPW e ha anche voluto parlare del suo piuttosto evidente cambio di look.
A quanto pare, la federazione avrebbe molto insistito per averlo con la famosissima giacca, ma Chris, sempre pronto a far prevalere le sue idee, per il match con Tetsuya Naito ha scelto tutt’altro.

Quando ho lavorato con Kenny Omega – è un personaggio talmente pazzo – ho pensato che quegli shorts con i brillantini e gli strass non andassero più bene. Una giacca che s’illumina… non la sentivo più giusta. E quando sono andato ad Osaka per il match con Naito, la New Japan voleva che la indossassi. ‘Non posso. Non è più la cosa adatta.’ E loro erano tipo: ‘Vogliamo davvero che tu lo faccia.’ E io: ‘Mi dispiace, mi sembra sbagliato.’ E ciò che invece sembrava giusto era avere pantaloni lunghi neri, mettersi un po’ di trucco e un dannato fedora. Non so perché, era solo quello che mi andava in quel momento.

Se non altro, Jericho non ha perso la sua capacità di reinventarsi.

Ha ventiquattro anni e rimpiange di non averli impiegati bene come Randy Orton. Si consola scrivendo e nutrendo porcellini d'India. Legge i libri di Chris Jericho e ci trova anche lezioni di vita.