Apparso in un’intervista su Larry King Now ripresa circa un anno fa e pubblicata soltanto di recente, l’attuale IWGP Intercontinental Champion Chris Jericho ha parlato, tra i tanti argomenti toccati, di coloro che considera i suoi “mentori” nella disciplina del pro wrestling e dei suoi match preferiti. Ecco, di seguito, alcuni spezzoni dell’intervista:

“Non necessariamente un mentore. Ce ne sono stati diversi. Vince [McMahon] è stato un mio grande mentore, ho lavorato per lui per 17 anni, è un personaggio davvero unico.”

“Amo scrivere di Vince perché è così divertente, non gli piace parlare di sé stesso. Scriverò di lui nel mio libro.”

“Da un punto di vista di apprendimento, Vince McMahon e il suo braccio destro, un uomo chiamato Pat Patterson. Ora è settantenne, ma ho imparato molto di più sulla psicologia del wrestling grazie a lui. Il wrestling è tutta psicologia, davvero. Dove fare cose, come fare cose, dove li metti questi aspetti? Quasi tutto quel che so lo devo a Pat Patterson.”

Riguardo ai suoi match preferiti: “Ne ho avuti di grandiosi. Mi è piaciuto lavorare con Shawn Michaels, come ho detto. The Rock è sempre stato fantastico. In realtà, The Rock, perché è così popolare a Hollywood. Era un grande wrestler nel ring. Sempre divertente lavorare con lui. Ho avuto un ladder match con Shawn Michaels che è stato il culmine di questa incredibile storia durata otto mesi. E’ questo probabilmente il mio match preferito per tutti queste ragioni”

[ngg src=”galleries” ids=”108″ display=”basic_thumbnail”]

FONTELarry King Now
Mattia Tamberi
Chiamato anche "Lo Scarso" dai suoi malfidati amici, vive nella ridente città di Torino dove frequenta il liceo classico. Appassionato di videogiochi e fumetti oltre al wrestling, con il tempo è entrato nel mondo delle indy coltivando un grande amore soprattutto per la NJPW. Wrestler preferiti: Tetsuya Naito e Chris Jericho