Ancora una volta arrivano testimonianze che affermano quanto All In, nonostante l’enorme e inaspettato successo, non sia stato un evento dalla facile organizzazione. A questo giro parliamo della rocambolesca (a dir poco) storia di Chris Jericho e della sua apparizione.

 

Inizialmente l’IWGP Intercontinental Champion non aveva alcuna intenzione di partecipare, affermando che non aveva mai lottato in alcuno show negli Stati Uniti che non fosse in WWE. Nonostante ciò, come racconta nell’ultimo episodio del suo podcast Talk is Jericho:

“Nel corso degli ultimi mesi, la mia mentalità è cambiata un po’. Mi piace far parte di questa nuova rivoluzione del wrestling in corso d’opera”.

A questo punto, anche se era programmato un concerto dei Fozzy in Kansas City per quella sera, Jericho era aperto all’idea di una veloce apparizione nello show.

Inizialmente però, l’idea era quella che Jericho apparisse travestito da Burnard the Business Bear (la mascotte dello show). Quest’idea non piacque molto a Jericho, che pensava che non avesse molto senso a livello di storyline.

In seguito, quando venne data a Jericho l’opportunità di pubblicizzare la sua crociera, i piani cambiarono: Jericho doveva apparire senza travestimenti e attaccare Omega. Solo in seguito Nick Jackson ebbe l’idea di travestirlo come Penta el 0 M.

A questo punto iniziarono i problemi. Innanzitutto, quando Jericho giunse all’areoporto di Chicago alle 17.30 (durante il pre-show di All In), un fan l’ha riconosciuto. Fortunatamente la notizia di Jericho a Chicago non ha suscitato tanto clamore sui social.

Inoltre, quando Jericho arrivò e vide il che avrebbe dovuto indossare costume, si rese conto che non era dello stesso colore di quella di Pentagon, e perciò dovette mandare un suo amico a comprare di corsa la vernice spray adatta per modificare il costume.

E, come ciliegina sulla torta, come se non fosse abbastanza, quando il nostro pesudo-Pentagon venne accompagnato dalla sicurezza verso il ring a luci spente, si rese conto di essere dal lato sbagliato del ring, davanti a Kenny Omega. Jericho dovette spostarsi di conseguenza da solo dietro al suo rivale affinché il segmento avesse senso.

Alla fine, tutto comunque è andato per il verso giusto, nonostante i grossi problemi che Jericho e tutta l’organizzazione dello show hanno riscontrato.

VIAPro Wrestling Sheet
FONTETalk is Jericho
Mattia Tamberi
Chiamato anche "Lo Scarso" dai suoi malfidati amici, vive nella ridente città di Torino dove frequenta il liceo classico. Appassionato di videogiochi e fumetti oltre al wrestling, con il tempo è entrato nel mondo delle indy coltivando un grande amore soprattutto per la NJPW. Wrestler preferiti: Tetsuya Naito e Chris Jericho