Sabato notte, Cody Rhodes e gli Young Bucks hanno messo in scena il più grande evento indipendente di pro wrestling della storia recente, All In. Lo speciale ppv si è tenuto al Sears Centre di Chicago ed ha avuto un grandissimo successo di pubblico sia presente all’arena che davanti alla tv o al pc.

Quando le telecamere si sono spente, tutto il Bullet Club è ritornato sul ring per salutare il pubblico. Cody ha preso il microfono ed ha mandato un chiaro messaggio a Vince McMahon, provocandolo.

In questa pazzia non ho solo trovato colleghi, ma queste persone sono i miei migliori amici. Cosa ne sarà di questo gruppo? Noi continueremo ad andare avanti assieme. Perché nessuno, nessun uomo, compagnia o entità possiede il pro wrestling. Noi lo possediamo. Ciascuna persona sa come ci si può sentire indesiderabili, e ciò significa non essere tanto per la WWE o che una promotion non possa/voglia metterti sotto contratto. La realtà è che stasera questo gruppo è passato da essere indesiderabile ad essere innegabile“.

VIAWrestlingObserver & ZonaWrestling.net
FONTEgivemesports & zonawrestling.net
Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature, col tempo ha voluto perdere la definizione di "Marco Travaglio del wrestling web".