Ospite del Sam Roberts’ Wrestling Podcast, il GM di Smackdown Live Daniel Bryan ha parlato della situazione attuale della WWE e di come, rispetto al passato, ci sia molto meno coraggio nel far valere le proprie opinioni.

Pubblicità

Bryan ha raccontato: “Prima non succedeva perchè, ad esempio nell’era attitude, i wrestler dicevano ‘bravo, licenziami, andrò in WCW’, lo stesso succedeva nell’era dei territori, i wrestler potevano andare in milioni di altri posti. Adesso è più ‘vi prego non licenziatemi’. Guardate me, faccio questo lavoro da quando avevo 18 anni, non so fare nient’altro”.

Secondo Bryan quindi, l’attuale situazione di monopolio della WWE mette i wrestler nella scomoda posizione di stare alle condizioni della compagnia, se vogliono continuare a svolgere la loro professione in quello che è certamente il livello professionalmente più alto possibile per un wrestler.