Carissimi amici di Zona Wrestling, eccoci anche nel 2020 pronti a commentare i nuovi episodi di Dynamite della All Elite Wrestling. Si torna laddove tutto è iniziato, in quella Jacksonville in cui i Khan hanno radici e affari. Sarà una puntata densa di significati e di risposte, vedremo dunque cosa accadrà. Pronti? Andiamo!

Jim Ross e Excalibur sono assieme a Taz al tavolo di commento, vista l’assenza di Tony Schiavone. Vediamo un video con Darby Allin che ci porta direttamente al primo match.

Cody vs Darby Allin 4 out of 5 stars (4 / 5)

Mettere questo incontro come opener significa fare bingo in maniera facile. I due si intendono per due ragioni: Allin è molto moderno e veloce nel modo di lottare; Cody è molto intelligente e adattabile nel modo di lottare. Dunque ancora una volta questi due si intendono a meraviglia, rendono equilibrata la contesa e la tengono accesa fino all’ultimo respiro dove Cody la spunta ancora ma senza mai affossare lo status del suo avversario.

Winner: Cody

Nel backstage, Jen Decker intervista i campioni di coppia, gli SCU. I ragazzi dicono che non vedono l’ora di affrontare nuove sfide in questo 2020, che siano i Dark Order o Santana e Ortiz. Hanno battuto tanti grandi team lo scorso anno e possono proseguire al meglio. Sammy Guevara raggiunge i tre e inizia a prendersela con Christopher Daniels, reo di essere un perdente e uno che fa botch. Gli chiede cosa siano quelle rughe sul volto, forse sente i segni del tempo? Il Fallen Angel pensa bene che un bel match sia la soluzione ideale e sfida Guevara per la prossima settimana.

AEW Women’s Title Match – Riho (c) vs Nyla Rose vs Hikaru Shida vs Britt Baker 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

In un match a più persone non esistono squalifiche, dunque giustamente la Rose la butta in caciara cercando un tavolo da sotto il ring. Le “piccoline” fanno quanto serve per dare spettacolo, prendersi qualche spot sensazionale e raccontare qualcosa. Vince Riho ed è giusto così, visto che il suo successore potrebbe essere la Statlander – anche se, vista la vicissitudine, il suo push potrebbe fermarsi qua. La Baker schienata apre lo scenario di un turn heel e non sarebbe male.

Winner and still AEW Women’s Champion: Riho

Nel post match, la Rose non sembra molto contenta. Così attacca Riho con una clothesline come una furia. Poi prende un tavolo, ci mette sopra la campionessa e sale sul paletto: splash ai danni della giapponese! Chiusura dolorosa per Riho, nonostante il successo ottenuto nel match.

Nel backstage, Alex Marvez intercetta Joey Janela e gli chiede cosa si aspetta da questo 2020. The Bad Boy va per esporre i suoi programmi quando arriva Penelope Ford e lo colpisce con un colpo basso! Arriva anche Kip Sabian che non infierisce, se non ridendo di quanto accaduto.

Vediamo un video da parte dei Dark Order: Evil Uno ci dice che l’Elite ha fallito ed è caduto. Ora è loro tempo e presto, molto presto, vedremo di cosa saranno capaci.

Jon Moxley vs Trent Baretta 3.7 out of 5 stars (3,7 / 5)

Due ex WWE sul ring che se le danno di buona lena. Per una volta Jon non ha vissuto un semi-squash, anzi Trent gli ha dato filo da torcere per larghi tratti – riuscendo anche resistere alle mosse del più noto avversario. Moxley si è messo alla prova e non ha sbagliato, arrivando anche ad un contatto in favore di fan con Orange Cassidy. Vince, mantiene intatta la sua imbattibilità in vista del contatto con Jericho e porta a casa il pubblico.

Winner: Jon Moxley

Nel post match, Sammy Guevara arriva dal pubblico scimmiottando un po’ quello che ha sempre fatto Moxley. The Spanish God dice che siamo nel 2020 e l’Inner Circle ha una sorpresa per Jon. Via video, Chris Jericho ricorda che lo vuole nel gruppo, che è il wrestler di punta del wrestling attuale e che assieme possono condurre la stable a nuove vette. Ecco perché gli offre il 49% dell’Inner Circle e una Ford GT con la scritta MOX dietro. Le Champion aggiunge che il mondo può essere loro, deve solo dire di sì e rovineranno gli Elite e Jungle Boy. Dopo di che se ne va a bordo dell’auto dedicata a Moxley. Questi prende il microfono e dice che Jericho per lui è un maestro e un mentore, oltre che un buon amico. Gli darà una risposta di persona la prossima settimana.

Dustin Rhodes vs Sammy Guevara 3 out of 5 stars (3 / 5)

Non ho mai visto Dustin così in forma e così voglioso di dimostrare qualcosa. Riesce a tenere la maggiore vivacità del più giovane avversario, gioca con le sue qualità, impone il suo ritmo più lento e accompagna Sammy ad un match ben godibile. Pazzesca la Canadian Destroyer fuori ring, segno che il tempo passa ma le sue capacità no. Utile e decisivo l’intervento di Hager. Vince The Spanish God ed è un buonissima vittima nel suo cammino in AEW.

Winner: Sammy Guevara

Nel backstage, Jen Decker intervista i Private Party e chiede loro un parere sul 2020. I ragazzi dicono che sono pronti a prendersi nuovamente la scena, fanno dei complimenti alla ragazza e poi vengono interrotti da Adam Page. The Hangman sta bevendo da un bel po’, prende un altro drink. I Party dicono di essere preoccupati per lui, Page si scoccia della cosa e dice che se non lo lasceranno in pace, li prenderà a calci.

Torniamo sul ring dove arrivano MJF e Wardlow. Maxwell dice che il pubblico di Jacksonville è abbastanza stupido – durante la pubblicità diverse persone si sono rifiutate di baciargli l’anello o di fare ciò che volesse. Dice che Cody ha bisogno di lui, ancora e ancora nel 2020. Ecco le sue stipulazioni per arrivare al match tra loro due: Cody non può toccarlo nelle prossime settimane; deve battere Wardlow in uno steel cage match; e… dovrà inginocchiarsi in diretta nazionale e farsi frustare per dieci volte. Questo è l’unico modo per riconoscere che MJF è migliore di lui.

Ancora nel backstage, dove vediamo Jungle Boy. Il ragazzo dice che il 2020 sarà un grande anno per i Jurassic Express e che ha dimostrato come lui possa competere coi grandi di questo business.

Poco dopo è Riho ad essere intervistata a riguardo di questo 2020. Vorrei spiegare le sue emozioni ma viene interrotta da una arrabbiatissima Britt Baker. La dentista dice di essere stufa di dover lottare ogni settimana per nulla, perché tanto ci sarà sempre una come la campionessa pronta a rubarle quello che è suo. Riho non è il volto della divisione femminile, non la rappresenta, non si merita il titolo. Britt è il vero volto della AEW. E se ne va, lasciando attonita la campionessa.

Vediamo un video package dei match che ci saranno la prossima settimana: Riho difenderà il titolo nuovamente ma contro Kris Statlander, i Rhodes Brothers se la vedranno per la prima volta contro i Lucha Brothers, Sammy Guevara avrà a che fare con Christopher Daniels e ci sarà un interessante Private Party vs Kenny Omega e Adam Page. In più, Jon Moxley potrà finalmente annunciare il suo eventuale ingresso negli Inner Circle.

PAC & Lucha Brothers vs Young Bucks & Kenny Omega 4 out of 5 stars (4 / 5)

Gli Elite stanno tornando al loro livello. È la frase pronunciata da Excalibur durante questo match e riassume bene quello che si è visto sul ring. A parte il solito irritante e ciabattoso Pentagon, ci sono stati dei buonissimi Fenix e PAC a opporsi agli Elite, che si sono scatenati come forse non facevano da tanti tempo. In buona parte è uno spotfest perché questo sanno fare un po’ tutti, ma per un inizio anno scoppiettante, ci sta presentare un match del genere. Vince Omega che schiena nuovamente Fenix e il gruppo può festeggiare.

Winners: Kenny Omega & Young Bucks

Nel post match, Cody raggiunge il resto dell’Elite sul ring. I ragazzi festeggiano e si abbracciano. Chiamano a gran voce Adam Page, seduto al tavolo dei commentatori. The Hangman è visibilmente ubriaco, ma abbastanza lucido nel rifiutarsi a salire sul ring con loro.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7,7
Qualità dei promo
7
Evoluzione delle storyline
7
Giornalista professionista ed esperto di comunicazione, dal dicembre del 2006 è redattore di Zona Wrestling. Negli anni è stato autore di rubriche di successo come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Il primo giornalista in Italia ad aver parlato diffusamente di TNA ed AEW su un sito italiano di wrestling.