Un caloroso saluto ai lettori di ZW, come sempre siamo super carichi per un nuovo episodio di Dynamite. Quest’oggi ci troviamo a Baltimora ed assisteremo a ben quattro match titolati, tra tutti spicca l’open challenge del ROH World Champion Chris Jericho contro un avversario a sorpresa.

Darby Allin vs. Jay Lethal 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5) 

C’è grande astio tra i due contendenti ed infatti lo scontro si è acceso ancor prima del suono della campanella con una violenta rissa all’esterno del ring. Una volta rientrati sul quadrato, Jay Lethal ha preso le redini dell’incontro riuscendo ad infliggere a Darby Allin colpi pesantissimi come ad esempio la German Suplex eseguita sull’apron ed il pericolosissimo Back Body Drop con caduta dritta sulla testa per lo Strange Enigma. Come sempre Darby Allin si è dimostrato un ottimo incassatore, l’ex TNT Champion è riuscito a ribaltare la situazione salvo poi essere interrotto da Satnam Singh che ha fatto da muro al Suicide Dive dello Strange Enigma. Il direttore di gara ha dunque deciso di espellere dalla contesa Singh e Dutt, nel momento di confusione un uomo con la maschera ed il ring attire di Sting ha attaccato Allin con una mazza da baseball favorendo così la vittoria di Lethal arrivata in seguito alla Lethal Injection che è valsa il conto di tre finale.

Vincitore: Jay Lethal

Nel post match Lethal ha smascherato il misterioso aiutante, si tratta del membro della Factory Cole Karter. Improvvisamente le luci si sono spente ed è partita la theme song di Sting, in realtà si trattava di una trappola tesa nei confronti di Darby Allin dato che il suo mentore non era presente in Arena. Alle spalle dell’ex TNT Champion è comparso infatti Jeff Jarrett! Il WWE Hall of Famer ha colpito Darby Allin con la sua chitarra con tale violenza da ferire gravemente lo Young Pillar.

PROMO: Jeff Jarrett ha mandato un ultimo messaggio a Darby Allin, l’ex TNT Champion si trovava steso sul ring in una pozza di sangue dopo il pesante assalto subito. Il WWE Hall of Famer ha affermato che il punto debole di Allin è proprio quello di idolatrare Sting, lo Strange Enigma quest’oggi si è distratto pensando che il suo mentore lo potesse aiutare non rendendosi conto della trappola architettata nei suoi confronti. Jeff Jarrett ha ricordato a tutti il suo status di leggenda assoluta affermando con orgoglio che la sua famiglia è ai vertici di questo business dal 1946. Double J ha lasciato la sua impronta ovunque ed ha intenzione di farlo anche in AEW e la carcassa di Darby Allin sarà solo la prima di una lunga serie.

La regia mostra una vignetta riassuntiva di quanto accaduto dopo il main event di sette giorni fa, MJF ha interrotto il pestaggio della Firm ai danni di Jon Moxley per poi subire l’agguato da parte della stable di Stokely Hathaway.

BACKSTAGE: Jon Moxley manda un messaggio a Lee Moriarty, il campione mondiale della AEW afferma che quella di stasera può essere la chance della vita per il giovane performer. Moxley aggiunge che Moriarty aveva suscitato l’interesse del BCC, tuttavia l’attuale membro della Firm non aveva convinto appieno Danielson e Moxley stesso dato che non aveva abbastanza violenza e cattiveria. Per questo motivo Moxley vuole che Moriarty gli mostri nel loro match di stasera la cattiveria e la violenza che gli mancava.

World Title Eliminator Match: Jon Moxley vs Lee Moriarty 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5) 

Abbiamo assistito ad un buonissimo match in cui c’è stata molta fisicità ed anche sprazzi di grande tecnica, sugli scudi Lee Moriarty il quale ha messo in scena un’ottima prestazione. Il giovane talento ha sfogato l’aggressività che Moxley ha chiesto di mostrargli ed ha messo in seria difficoltà il campione del mondo in carica. Moriarty ha sognato il colpaccio in particolar modo dopo aver eseguito la Motorcity Stretch, tuttavia il membro del BCC non si è fatto scalfire ed ha ribaltato il tutto riuscendo ad ottenere la vittoria grazie alla sua classica serie di gomitate culminata con una violenta Arm Bar che ha costretto alla resa il suo avversario.

Vincitore: Jon Moxley

Nel post match Ethan Page ha lasciato il tavolo di commento ed è salito sul ring per colpire Jon Moxley con un Big Boot. Ricordiamo che Page parteciperà al Full Gear World Title Eliminator Tournament e per questo motivo ha messo nel mirino il titolo mondiale della AEW al momento detenuto proprio da Moxley.

EARLIER TODAY: Renee Paquette è con Saraya, veniamo a conoscenza del fatto che Britt Baker ha deciso di non presentarsi all’intervista. Paquette ne approfitta per dare maggior spazio al neo acquisto della AEW, l’intervistatrice chiede alla ‘fu’ Paige cosa l’ha spinta ad unirsi alla federazione di Tony Khan. Saraya ha risposto che sin da subito ha avvertito una forte attrazione per la AEW considerandola come la ‘federazione ribelle’ e per questo ha sempre sognato di poter partecipare in primo piano alla rivoluzione. L’ex NXT e Divas Champion ha ribadito nuovamente che la sua missione è quella di innalzare il livello della divisione femminile della AEW, così come già fatto in passato quando rivoluzionò il Wrestling femminile. Paquette chiede a Saraya la tanto attesa domanda ovvero se potrà finalmente tornare in ring, l’atleta britannica risponde che darà importanti aggiornamenti settimana prossima dato che vuole prima confrontarsi con un ultimo dottore. Saraya si riferisce a Britt Baker?

BACKSTAGE: Tony Schiavone è con William Regal, l’icona britannica afferma che MJF ha ancora tanta strada da fare prima di poter diventare il villain per eccellenza. Regal riconosce il grande potenziale del Salt of The Earth ma ciò non basterà per sconfiggere il demone rappresentato da Jon Moxley.

PROMO: Gli Acclaimed sono pronti a festeggiare il compleanno di Billy Gunn, il Daddyass mostra le ferite alle dita provocate da Swerve Strickland e per questo non potrà sforbiciare Caster e Bowens. Gli Acclaimed rimediano subito e regalano a Billy Gunn il nuovo guantone degli Acclaimed, il Daddyass lo indossa e riesce a sforbiciare i suoi pupilli. Bowens afferma che aveva invitato alcuni vecchi amici di Billy Gunn ma questi hanno deciso di non presentarsi, forse perché erano ancora arrabbiati per il fatto che il Daddyass non si è presentato alla reunion della DX avvenuta a Raw un paio di settimane fa! Dopo questa simpatica frecciatina, gli Acclaimed hanno donato a Billy Gunn numerosi regali come ad esempio delle enormi forbici di cartone regalatagli da un piccolo fan, un trofeo come ‘Best Daddy of The Year’ ed infine un certificato d’adozione che renderebbe ufficialmente gli Acclaimed come i figli del Daddyass. Billy Gunn deve solo firmare il documento ma il momento viene interrotto da Colten ed Austin Gunn, i due veri figli del WWE Hall of Famer sono increduli del fatto che non siano stati invitati al compleanno del padre ma nonostante ciò hanno comunque preparato un regalo per il Daddyass.

Il regalo si rivela essere un bel pestaggio da parte di W. Morrisey, alla rissa si aggiungono anche i Gunns che stendono gli Acclaimed. Caster e Bowens vengono salvati dall’intervento degli FTR, i tre membri della Firm decidono di battere in ritirata. Harwood e Wheeler raccolgono i titoli di coppia della AEW e guardano con sguardo di sfida gli Acclaimed, lo scontro tra le due coppie prima o poi si farà.

BACKSTAGE: Tony Schiavone è con Jamie Hayter e Britt Baker, la DMD dichiara che adesso finalmente può rilasciare delle dichiarazioni dato che si trova con il suo intervistatore di fiducia. Britt Baker afferma di essere stanca delle cospirazioni mosse nei suoi confronti nell’ultimo periodo, anche Jamie Hayter si accoda al pensiero della sua amica e le due decidono di passare dalle parole ai fatti lanciando una open challenge per un tag team match che si terrà nel prossimo episodio di Rampage. La regia ci informerà che le due avversarie di Jamie Hayter e Britt Baker saranno Madison Rayne e Sky Blue.

PROMO: Chris Jericho sale sul ring in compagnia di Jake Hager e Daniel Garcia ed afferma che, dopo la vittoria (a detta sua) scorretta di Claudio Castagnoli di settimana scorsa è andato su tutte le furie e per questo vuole continuare la sua missione di distruggere tutti gli ex campioni della ROH. Jericho invita il suo sfidante a presentarsi in ring, l’ex ROH Tag Team Champion Colt Cabana risponde alla open challenge.

ROH World Championship Match: Chris Jericho vs. Colt Cabana 3 out of 5 stars (3 / 5) 

Colt Cabana viene accolto calorosamente dal pubblico al suo match di ritorno, il wrestler di Chicago parte subito in modo aggressivo e colpisce con grande foga Chris Jericho. Si tratta di una delle migliori prestazioni di Cabana in AEW, l’ex ROH Tag Team Champion ha messo in seria difficoltà The Ocho tanto da andare vicino alla vittoria grazie al Superman Pin sventato dal rapido intervento di Jake Hager. Nel finale Chris Jericho è riuscito a mettere KO il suo sfidante con una devastante Codebreaker che è valsa il conto di tre finale.

Vincitore ed ancora campione: Chris Jericho

Nel post match Chris Jericho si è avvicinato al tavolo di commento ed ha tentato nuovamente il pestaggio ai danni di Ian Riccaboni, Claudio Castagnoli ha sventato il tutto attaccando The Ocho. Alla rissa si sono aggiunti Menard, Parker, Danielson, Guevara e Yuta riaccendendo nuovamente l’eterno scontro tra JAS e BCC. Jericho si allontana dall’ammucchiata e lancia uno sguardo di sfida nei confronti di Castagnoli.

BACKSTAGE: Renee Paquette è con il Death Triangle, Rey Fenix è eccitato all’idea di poter diventare un Double Champion vincendo l’All-Atlantic Championship nel Three Way Match di stasera. Pac afferma che se Fenix vuole realmente vendicare il Death Triangle deve vincere il titolo colpendo Cassidy con il martello, l’ex All-Atlantic Champion aggiunge che Rey è libero di scegliere ma gli raccomanda fortemente di seguire il suo consiglio.

All-Atlantic Championship Three Way Match: Orange Cassidy (c) vs. Luchasaurus vs. Rey Fenix 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Luchasaurus domina la contesa e si sbarazza di Rey Fenix con una Chokeslam sul tavolo della time keeping area per poi concentrarsi su Orange Cassidy all’esterno del ring. La furia distruttrice del pupillo di Christian Cage è stata placata dall’intervento a sorpresa di Jungle Boy il quale ha attaccato alle spalle il suo ex migliore amico con una sedia per poi colpirlo con un Crossbody in caduta sul tavolo adiacente alla rampa. Lo scontro si tramuta così in un uno contro uno tra Fenix e Cassidy, Pac interviene e consegna a Rey il suo martello ma quest’ultimo (come accaduto anche settimana scorsa) si oppone a queste scorrettezze. Il membro del Death Triangle torna sul ring ma viene sopraffatto da Orange Cassidy che lo stende con l’Orange Punch che vale il conto di tre finale.

Vincitore ed ancora campione: Orange Cassidy

Nel post match Orange Cassidy viene attaccato da Pac ma il pestaggio viene sventato dall’arrivo a sorpresa di Katsuyori Shibata! L’atleta nipponico non compariva in AEW da Forbidden Door, evento in cui si tenne il suo incredibile ritorno. Shibata va faccia a faccia con Cassidy, il Freshly Squeezed One decide di consegnare al giapponese il contratto per il match titolato che si terrà nel prossimo episodio di Rampage.

BACKSTAGE: Tony Schiavone è in compagnia di Swerve Strickland e del rapper di successo Rick Ross. Schiavone vuole dei chiarimenti in merito alle azioni di Strickland nello scotso episodio di Rampage, Rick Ross interviene ed afferma che quest’oggi lui e Swerve sono qui per festeggiare e non vogliono parlare d’altro. Keith Lee si aggiunge compare in scena e chiede a sua volta delle spiegazioni da parte di Strickland , il Limitless ha notato la scorrettezza nel match di settimana scorsa contro gli FTR che è valso la #1 contendership ai titoli di coppia ed inoltre è shockato per l’attacco di Strickland ai danni di Billy Gunn in quel di Rampage. Keith Lee vuole sapere chi si celava dietro la telecamera mentre Swerve torturava il Daddyass, Rick Ross interviene nuovamente ed invita il Limitless a rilassarsi ed invita tutti i presenti ad un brindisi. Veniamo a conoscenza del fatto che gli Swerve in Our Glory ed i Gunns affronteranno in un 8-men tag team match il team composto dagli Acclaimed e gli FTR.

TBS Championship Match: Jade Cargill (c) vs. Marina Shafir SV

Vickie Guerrero e Nyla Rose si presentano sullo stage e provocano Jade Cargill con del trashtalking nel bel mezzo dello svolgimento dell’incontro. Nonostante le distrazioni, la Cargill è riuscita a sbarazzarsi della sua avversaria con la Jaded.

Vincitrice ed ancora campionessa: Jade Cargill

Nel post match Kiera Hogan ha provato a strappare, senza successo, il TBS Championship dalle mani di Nyla Rose.

La regia ci ha mostrato una vignetta dedicata al main event di stasera, il campione in carica Samoa Joe se la vedrà con Brian Cage con in palio il ROH TV Championship.

Assistiamo ad un video package dedicato alla House of Black, i corpi di Malakai Black e Brody King vengono sepolti e bruciati da Julia Hart. Questo tenebroso ed inquietante rituale è un chiaro segno di un rinnovamento per la House of Black, sta per iniziare un nuovo corso per la stable.

Prima del main event il tavolo di commento annuncia l’ufficialità del match con in palio il titolo femminile ad interim tra la campionessa Toni Storm e la sfidante Jamie Hayter. A tal proposito la regia ci mostra una vignetta dedicata alla loro rivalità, Toni e Jamie erano grandi amiche e durante la pandemia hanno vissuto addirittura insieme consolidando ancora di più il loro rapporto tuttavia qualcosa è andato storto. Quando Toni Storm ha debuttato in AEW ha notato che Jamie Hayter era diversa, quest’ultima non le ha mai più rivolto la parola. Jamie Hayter dal canto suo afferma che lei non è minimamente cambiata, la colpa è solo di Toni Storm che non ha mai conosciuto la ‘vera Jamie’.

ROH World Television Championship: Samoa Joe (c) vs Brian Cage 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Prestazione sontuosa da parte di Brian Cage, The Machine ha letteralmente dominato la contesa sfoggiando la sua immensa forza abbinata ad un atletismo quasi sovrannaturale per uno della sua stazza. Samoa Joe è riuscito a resistere in ogni modo possibile alle pesantissime offensive del suo avversario, il campione in carica è riuscito a mantenere la cintura con un guizzo che ha sorpreso l’ex FTW Champion. Joe è infatti riuscito ad intrappolare in modo repentino il suo avversario nella Coquina Clutch che ha costretto Brian Cage alla resa.

Vincitore ed ancora campione: Samoa Joe

Nel post match la Embassy ha attaccato Samoa Joe, il pestaggio è stato sventato dall’arrivo di Wardlow il quale a sua volta è stato sorpreso alle spalle da Powerhouse Hobbs. L’ex membro del Team Taz, similmente a quanto accaduto nel finale dello scorso episodio di Rampage, ha scaraventato al suolo Wardlow con la Spinebuster per poi alzare al cielo il titolo TNT. Con queste immagini si è chiuso l’episodio di Dynamite di questa settimana.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7.5
Evoluzione delle storyline
7.5
Qualità dei promo
7
Nato a Napoli, 23 anni, reporter ufficiale di Dynamite e Rampage ed ospite fisso sul canale Twitch Open Wrestling TV nella trasmissione 'All About Elite'.